GP Cina 2019

F1, GP Cina 2019, Hamilton: «Doppietta speciale»

-

Le dichiarazioni a caldo dei piloti a podio nel Gran Premio di Cina 2019, la gara numero 1000 della storia della Formula 1

«Non è stato il weekend più lineare per me, però questo è un risultato fantastico per il team. Tutti hanno lavorato tantissimo. Quando siamo arrivati qui non sapevamo quali sarebbero stati i valori in campo con la Ferrari, che in Bahrain si era dimostrata velocissima. Valtteri è stato veloce sin dall'inizio del fine settimana, e anche oggi ha fatto bene. Fare doppietta nel Gran Premio numero 1000 della storia è sicuramente speciale». Lewis Hamilton, già vincitore della corsa numero 900 della storia della Formula 1, si è imposto anche nella millesima gara, il Gran Premio di Cina.

Un successo pesante, anche perché Valtteri Bottas, con il suo secondo posto, regala alla Mercedes la terza doppietta in altrettanti GP disputati. Proprio Bottas, scattato dalla pole, si è visto sfilare da Hamilton in partenza: «Sono scattato molto bene - concede il campione del mondo in carica - è stata questa la chiave della mia gara: il resto è già storia. Anche il team è stato impeccabile, in particolare nell'esecuzione del doppio pit stop. Dobbiamo continuare così, però: non bisogna dimenticare che questa è solo la terza gara dell'anno. Non ho idea di come andranno le cose nella prossima corsa, ma ora sono entusiasta. Ringrazio il pubblico cinese per il supporto e l'accoglienza». 

Chiaramente deluso è Bottas, che con il risultato di oggi perde la testa della classifica piloti. «Onestamente ho perso la gara in partenza - ha spiegato Bottas - la macchina andava bene, e il passo gara è stato convincente. Allo start ho avuto un piccolo pattinamento quando ho preso la linea bianca all'esterno: lì ho perso la corsa. Sono i piccoli dettagli a fare la differenza. Sono comunque fiero del team per il risultato conseguito con il team: tre doppiette in tre weekend, non potevamo fare meglio. Ho perso la testa del mondiale, ma confido di poterla riprendere». 

Terzo posto per Sebastian Vettel in Cina
Terzo posto per Sebastian Vettel in Cina

La Ferrari in Cina incassa un'altra bruciante sconfitta, e si deve accontentare della terza posizione con Sebastian Vettel. «Sono contento di essere salito sul podio - spiega Vettel - però è stata dura, perché le Mercedes erano troppo veloci per noi: complimenti a Valtteri e Lewis. Quanto alla battaglia in pista con Max, conoscendolo sapevo che ci avrebbe provato all'interno. Ho cercato allora di tagliargli la strada all'esterno, e ha funzionato. Non è stata forse una manovra sexy, ma ha funzionato».

 

Pensavo di poter andare più veloce di Leclerc, ma quando l'ho passato non è stato così, anche perché ho avuto un paio di bloccaggi, che non mi hanno permesso di mantenere il ritmo della Mercedes

Ad inizio corsa, la Ferrari ha deciso di chiedere a Leclerc di lasciare strada a Vettel, che aveva perso la posizione nei confronti del compagno di squadra in partenza. Mossa che non ha pagato, perché Vettel non ha mai avuto il ritmo per impensierire le Mercedes. «Pensavo di poter andare più veloce di Leclerc - chiarisce Vettel - ma quando l'ho passato non è stato così, anche perché ho avuto un paio di bloccaggi, che non mi hanno permesso di mantenere il ritmo della Mercedes. Peccato che Charles non sia riuscito a riprendere Verstappen, penso ci sia arrivato vicino. Dobbiamo lavorare tanto; quello di oggi è un buon risultato, ma non basta». 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento