GP Mugello 2020

F1, GP Mugello 2020, Hamilton: «Tre gare in una»

-

Novantesima vittoria in carriera nel Gran Premio della Toscana Ferrari 1000 per Lewis Hamilton, uscito trionfatore da una gara caleidoscopica

Più che una gara sola, il Gran Premio della Toscana Ferrari 1000 di Formula 1 al Mugello è stato una specie di cubo di Rubik. E ad avere la meglio, pur con tutti gli imprevisti del caso, è stato Lewis Hamilton. Che non lascia nemmmeno le briciole alla concorrenza, Valtteri Bottas in testa. Il finlandese non è mai incisivo quando serve, e quella belva di Hamilton se lo mangia in un boccone solito. Lo spaventoso Hamilton fa 90, come la paura che incute agli avversari. E il record di vittorie di Michael Schumacher, che fino a poco tempo fa sembrava imbattibile, è lì, a meno uno. Devastante. A completare il podio c'è la Red Bull che non ti aspetti, quella di Alexander Albon. L'anglothailandese, dopo aver annaspato per mezza stagione, torna a galla e respira profondamente. Ora c'è da nuotare nella direzione presa oggi, con maggior tranquillità. 

Ed è successo talmente tanto in questo GP che anche il vincitore non riesce a mettere a fuoco ogni cosa: «Non ricordo tutto quello che è successo, è tutto annebbiato - spiega Hamilton -. Come disputare tre gare diverse nello stesso giorno. Pista fenomenale, ho avuto molta pressione da Valtteri. Mi è servita una concentrazione totale ad ogni ripartenza. Gli start ripetuti hanno richiesto un focus totale, mentre la gestione gomme facilitate da neutralizzazioni. Ho cercato di mantenere il distacco. Adoro queste gare. Pazzesco ottenere la vittoria numero 90». Novantesimo successo, che, come nel caso di Schumacher, arriva in Italia. 

Deluso è invece Valtteri Bottas: «Non ricordo bene tutte le fasi, ma non ho più avuto occasioni dopo la seconda ripartenza. Oggi è andata così. Continuerò a spingere, e cercherò di migliorare. Oggi non è andata bene, non ho fatto abbastanza». E sulla sua debolezza più grande, Bottas dice: «Ho perso diverse qualfiche per pochi centesimi, devo limare la prestazione sul giro secco". Sorride ovviamente Albon, al primo podio in carriera: «Molto bello, è stato un duro lavoro per arrivare qui. Ci è voluto tanto impegno. Sono molto contento, posso finalmente respirare. In generale sono riuscito a reggere una pista difficile, soprattutto il settore centrale. La lotta con Ricciardo bella, penso che siamo riusciti a fare dei bei sorpassi. Pista divertente». 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento