GP Russia 2020

F1, GP Russia 2020, FP3: Hamilton al top

-

Lewis Hamilton ha colto il miglior crono nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Russia 2020 di Formula 1 a Sochi. Seguono Valtteri Bottas e Carlos Sainz. Settimo Sebastian Vettel, dodicesimo Charles Leclerc

Miglior prestazione per Lewis Hamilton nella terza sessione di prove libere del Gran Premio di Russia 2020 di Formula 1 a Sochi. 1'33"279 è il crono dell'inglese, che ha preceduto il compagno di squadra, Valtteri Botttas, e Carlos Sainz, della McLaren. La Mercedes a Sochi ha sempre vinto, quindi non stupisce affatto trovarla al top dei tempi. Così come non è una novità vedere un Bottas in palla in Russia. Quella di Sochi, insieme all'Austria, è probabilmente la gara più congeniale al finlandese, che sembra poter dare del filo da torcere a Hamilton per la pole position. È pur vero, però, che l'inglese è più che capace, quando conta, di limare quei millesimi che alla fine fanno la differenza. E nelle FP3 ha suonato la carica, suonando il buon Bottas. Il Q3 sarà sicuramente bollente tra i due, anche perché Hamilton domani si gioca la vittoria numero 91, che gli consentirebbe di eguagliare l'esagerato record di Michael Schumacher. 

C'è un'evidente incompatibilità tra la pista di Sochi e la Red Bull, che mai dal 2014 è salita sul podio in Russia. E quest'anno la solfa non sembrava essere cambiata, visto che nemmeno Max Verstappen ieri pareva in grado di cavare il sangue da quella rapa della RB16. Ma oggi l'olandese nelle FP3 ha dato segni di un maggiore feeling col pacchetto. Cercherà di confermarsi in quel ruolo di best of the rest che è diventato il suo marchio di fabbrica nel 2020, ma c'è chi è pronto a fargli le scarpe. Come il suo ex compagno di squadra, Daniel Ricciardo, trainato da una Renault in crescita e piuttosto incisiva sulle piste che richiedono un carico aerodinamico medio-alto. Nelle FP3, però, è stato più veloce Esteban Ocon, che ha preceduto Sergio Perez, della Racing Point, e Verstappen. 

La McLaren continua un lavoro certosino fatto di piccoli aggiornamenti che compongono un puzzle che si fa interessante, soprattutto tenendo conto che nel 2021 la scuderia di Woking potrà servirsi della performante power unit Mercedes. Già oggi, comunque, la MCL35 sembra poter dire la sua. Ma a farle concorrenza pensa un team che monta già il motore della casa di Stoccarda, la Racing Point. Che, a sua volta, ha portato un aggiornamento consistente, vestendo il suo motore di un cofano che pare un abito attillato. Un upgrade di cui gode il solo Lance Stroll, ma Sergio Perez ci mette tranquillamente del suo non solo per compensare lo svantaggio, ma per fare anche meglio del compagno di squadra, visto che Stroll ha colto l'ottavo tempo di sessione, accomodandosi alle spalle di Sebastian Vettel. 

Ci sono dei timidi segnali di miglioramento in casa Ferrari: grazie all'aggiornamento portato a Sochi, con un'ala posteriore con paratie in salsa Mercedes, la Rossa sul giro secco sembra poter centrare l'approdo alla Q3. Piccoli passi in avanti, insomma, cui non fa seguito però un ritmo esaltante sul passo gara. Partire leggermente meno indietro, visto il pacchetto di mischia molto serrato e competitivo, potrebbe non bastare per fare bene domani. Ma già tirare un sospiro di sollievo oggi sarebbe un balsamo per la Rossa.

Completano la top ten Daniil Kvyat, dell'Alpha Tauri, davanti a Daniel Ricciardo, della Renault. Undicesimo crono per Pierre Gasly, dell'Alpha Tauri, davanti a Charles Leclerc, della Ferrari. Seguono George Russell, della Williams; Romain Grosjean, della Haas; e Nicholas Latifi, della Williams. Sedicesima posizione per il danese della Haas, Kevin Magnussen, davanti ai due piloti dell'Alfa Romeo Racing, Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen. Chiudono la classifica Alexander Albon, della Red Bull, e Lando Norris, della McLaren. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento