Gp Spagna 2016

F1, Gp Spagna 2016, FP3: Rosberg davanti a tutti

-

Miglior tempo nella terza sessione di prove libere a Montmelò per Nico Rosberg, davanti ad Hamilton e Vettel

F1, Gp Spagna 2016, FP3: Rosberg davanti a tutti

Un vecchio adagio in Formula 1 sostiene che chi ben figura a Montmelò, farà altrettanto nel resto del campionato. Il Circuit de Catalunya, infatti, presenta una varietà di caratteristiche, che ben si prestano a testare la bontà di una monoposto: alta deportanza, ma con una gamma di curve veloci, medie e lente, repentini cambi di direzione e un lungo rettilineo. Queste peculiarità fanno del circuito il preferito dal Circus per i test; i team e i piloti lo conoscono a menadito, e, come da tradizione, in Spagna vengono portati importanti aggiornamenti alle vetture. Barcellona è l'occasione ideale per comprendere il vero valore delle monoposto, e verificare il rendimento rispetto all'inverno. 

A superare l'esame di Montmelò a pieni voti - e non si tratta certo di una sorpresa - è la Mercedes: a cogliere il miglior tempo nella terza sessione di prove libere in Spagna è stato Nico Rosberg. 1'23"078 è il crono colto dal vicecampione del mondo 2015, alla ricerca della quinta vittoria su cinque gare nella stagione 2016. Su Rosberg è aleggiata un nube riguardo all'affidabilità della sua monoposto: il pilota tedesco è stato rallentato da un presunto problema al propulsore della sua W07 Hybrid a quindici minuti dalla fine della sessione, ed è stato costretto a rientrare ai box. I meccanici della scuderia di Brackley hanno però scoperto che si trattava solo di un inconveniente ad un sensore. Rosberg, particolarmente incisivo nel terzo settore, il più tecnico, ha preceduto Lewis Hamilton, staccato di 126 millesimi dal compagno di squadra. 

La Mercedes ha spinto sullo sviluppo di una monoposto già decisamente performante, e le migliorie apportate hanno finito per minare l'affidabilità della W07 Hybrid, e in particolare della MGU-H. Sulla monoposto di Lewis Hamilton, ancora una volta in ambasce in Russia, è stata montata una nuova MGU-H aggiornata, la quarta su cinque utilizzabili nel corso dell'anno per il pilota inglese. Rosberg, invece, avrà a disposizione la MGU-H montata sulla sua vettura dall'inizio del campionato; sulla W07 Hybrid del tedesco, però, sono stati installati il secondo motore a combustione interna e la seconda MGU-K dell'anno.

Segue Sebastian Vettel: il pilota della Ferrari ha colto il terzo tempo di sessione, staccato di soli 21 millesimi da Hamilton, secondo classificato. La Ferrari, dopo il debutto della nuova ala anteriore e del nuovo motore a combustione interna a Sochi, introduce un'ala posteriore dal nuovo disegno. La SF16-H ben figurò al debutto nei test pre-stagione in Spagna, e la scuderia di Maranello sembra essere più vicina alla Mercedes a Montmelò rispetto agli altri circuiti, in particolare nei long run; non abbastanza, però, per insidiare la Mercedes sul giro secco. Il compagno di squadra di Vettel, Kimi Raikkonen, rallentato dal traffico nel terzo settore, è sesto.

Quarta posizione per Max Verstappen: il pilota olandese, al debutto in Spagna al volante della RB12, sembra decisamente essersi adattato al nuovo telaio e al propulsore Renault della sua nuova monoposto. Verstappen ha fatto registrare un tempo di 97 millesimi più veloce rispetto al compagno di squadra, Daniel Ricciardo, che lo segue in classifica. Una prestazione decisamente degna di nota, quella del giovanissimo olandese, il cui futuro sembra sempre più roseo.

Segue l'alfiere della Williams, Valtteri Bottas, che ha preceduto il pilota della Force India, Sergio Perez. Per Barcellona, la Force India ha apportato modifiche all'ala anteriore, al fondo piatto e alle appendici aerodinamiche. Questi aggiornamenti hanno permesso di aumentare l'aderenza del posteriore della VJM09 su un circuito che solitamente non favorisce la scuderia di Silverstone.

Chiudono la top ten Daniil Kvyat, declassato dopo il Gp di Cina, dalla Red Bull alla meno blasonata "cugina", la Toro Rosso, e il pilota della McLaren, Fernando Alonso.  La McLaren a Barcellona presenta una MP4-31 aggiornata: si è operato sulle ali, sulle appendici aerodinamiche e sul fondo piatto, nel tentativo di migliorare la guidabilità della monoposto. Sul giro secco, però, le mancanze del propulsore Honda si fanno sentire.

Undicesima posizione per il pilota della Force India, Nico Hulkenberg, che ha preceduto il paulista Felipe Massa, in forza alla Williams. Segue l'alfiere della Toro Rosso, nonché idolo di casa, Carlos Sainz. Quattordicesimo crono di sessione per il il pilota della Haas Racing, Romain Grosjean, al volante della sua VF-16, che a Montmelò monta il propulsore Ferrari aggiornato. Grosjean ha preceduto Jenson Button, della McLaren, Kevin Magnussen, in forza alla Renault, e il compagno di squadra, Esteban Gutierrez.

Diciottesima posizione per Jolyon Palmer, la cui R.S.16 monta un nuovo telaio, già utilizzato, però, per delle riprese nel pre-stagione. Seguono i due alfieri della Sauber, Felipe Nasr e MArcus Ericsson. La C35 non presenta modifiche al pacchetto aerodinamico, ma la vettura monta il propulsore Ferrari aggiornato, al debutto sulla SF16-H nella scorsa gara. Chiudono la classifica le due Manor di Pascal Wehrlein e Rio Haryanto. La MRT05 presenta un nuovo pacchetto aerodinamico, che vanta ali e fondo piatto aggiornati.

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento