F1, GP Spagna 2022: vince Verstappen. Ritiro per Leclerc

  • di Massimiliano Amato
Max Verstappen vince il Gran Premio di Spagna 2022 di Formula 1. Sergio Perez completa la doppietta della Red Bull, terzo George Russell, Carlos Sainz è quarto. Ritiro per Charles Leclerc
  • di Massimiliano Amato
22 maggio 2022

Uno-due della Red Bull al Montmelò: ad aggiudicarsi il Gran Premio di Spagna 2022 sesta prova del mondiale di Formula 1 è stato Max Verstappen. Quello di Barcellona è la ventiquattresima vittoria della carriera, la quarta stagionale per l'olandeseVerstappen è stato bravo a ricostruire la sua gara dopo essere finito nella ghiaia mentre era all'inseguimento di Charles Leclerc, nonostante i nuovi problemi al DRS, ma sfruttando il ritiro del rivale e grazie al gioco di squadra ha tagliato per primo il traguardo. Sergio Perez cedendogli la posizione si è dovuto accontentare di completare la doppietta della Red Bull, precedendo George Russell che sale sul podio come in Australia. Gara sfortunata per Lewis Hamilton, toccato da Magnussen al via è stato autore di una bella rimonta, ma per problemi di benzina nel finale ha dovuto cedere la quarta posizione a Carlos Sainz. Domenica da dimenticare per la Ferrari con lo spagnolo fuori pista nei primi giri, e con Leclerc che stava dominando ed è stato costretto al ritiro e cedere la leadership del mondiale a Verstappen. 

La corsa sembrava essere iniziata con il piede giusto per la Ferrari, con Leclerc che difende la prima posizione davanti a Verstappen, mentre Sainz scattato malissimo viene superato da Russell e Perez, ma riesce a tenere dietro Hamilton. ll pilota della Mercedes nella curva successiva viene toccato da Magnussen, ed è costretto a rallentare per una foratura e tornare ai box a cambiare le gomme.  Leclerc conferma il passo messo in mostra nelle FP3, e allunga mettendo fuori dalla zona DRS con Verstappen che non riesce a tenere il suo ritmo. Invece Sainz nel corso del settimo giro, mentre tentava di avvicinarsi a Perez e Russell, perde la macchina e finisce in testa coda rientrando in pista undicesimo. Lo stesso errore lo commette due giri dopo Verstappen che viene superato da Russell e Perez e scivola al quarto posto. Leclerc ne approfitta per andare in fuga martellando sempre su ottimi tempi, invece Verstappen dopo essere stato lasciato passare da Perez, si lancia alla caccia di Russell, ma i nuovi problemi al DRS gli impediscono di provare l'attacco.

Verstappen e Russell fanno il primo pit stop insieme, con Leclerc che continua ed allunga il suo stint girando un secondo più veloce di Perez, con Sainz che tenta di ricostruire la sua gara quando va ai box per la sosta torna in pista in prima posizione. Alle sue spalle va in scena il duello fra Russell che come in precedenza con Perez è bravo a proteggere l'interno e Verstappen che è una furia via radio per un DRS che funziona ad intermittenza. Verstappen rompe gli indugi e attacca Russell che risponde immediatamente e si riprende la seconda posizione.  Poco dopo arriva un altro colpo di scena Leclerc che era saldamente al comando procede lentamente ed è costretto a rientrare ai box al ventisettesimo giro per ritirarsi.  Verstappen non si lascia sfuggire l'occasione supera Bottas, e dopo i pit stop di Perez e Russell diventa il nuovo leader della gara.

Prima posizione che il campione del mondo cede a Perez, nel momento in cui si ferma ai box per il terzo pit stop, ma Verstappen con gomme più fresche, in pochi giri raggiunge il compagno di squadra. Via radio a Perez viene chiesto di lasciare passare Verstappen, ma il messicano dopo aver protestato per la decisione, al 49° lo lascia passare. Da quel momento per Verstappen la gara diventa in discesa e può amministrare il vantaggio, mentre Hamilton che dopo il contatto con Magnussen aveva chiesto di ritirarsi, è il più veloce in pista, e si avvicina a Bottas e a Sainz in grande difficoltà per i danni riportati dalla F1-75 nell'escursione nella ghiaia. Hamilton dopo essersi liberato dell'ex compagno di squadra supera anche Sainz, ma rimane per pochi minuti davanti allo spagnolo. Infatti la Mercedes chiede ai suoi piloti di rallentare per problemi di benzina, e Sainz ne approfitta per riprendersi la quarta posizione.

Verstappen invece può godersi gli ultimi giri e il ritorno sul gradino più alto del podio a Barcellona a sei anni dalla primo successo in Formula 1, e la leadership nel mondiale, precedendo Perez che fa piazzare la seconda doppietta stagionale alla Red Bull. Russell riesce a difendere il terzo posto davanti a Sainz, ed a Bottas autore di un'altra grande prestazione. Completano la zona punti Esteban Ocon, Lando Norris nonostante non al meglio per problemi di allergia, Fernando Alonso, che scattato dal fondo della griglia ha rimontato fino alla nona posizione, e Yuki Tsunoda. Fuori dalla top ten Sebastian Vettel undicesimo, seguito da un anonimo Daniel Ricciardo, Pierre Gasly, e Mick Schumacher che dopo essere stato nelle prime dieci posizioni è scivolato negli ultimi giri al quattordicesimo posto. Chiudono la classifica del Gran Premio di Spagna Lance Stroll, Nicholas Latifi, Kevin Magnussen e Alexander Albon. 

 

 

 

La corsa minuto per minuto

16.40 Max Verstappen vince il Gran Premio di Spagna 2022 di Formula 1. 

16.39 Verstappen inizia l'ultimo giro.

16.38 Sainz supera Hamilton e si riprende la quarta posizione.

16.38 Problemi con la benzina per le Mercedes. Sainz si riavvicina a Hamilton.

16.34 A quattro giri dalla bandiera a scacchi Verstappen ha un vantaggio di diciannove secondi su Perez.

16,31 Hamilton passa Sainz e sale in quarta posizione.

16.30 Hamilton si avvicina a Sainz.

16.29 Sainz e Hamilton superano Bottas.

16.28 Hamilton raggiunge Sainz e Bottas.

16.27 Sainz è vicino a Bottas.

16.25 Giro veloce di Perez.

16.23 Sosta molto lenta per Alonso che rientra in pista decimo alle spalle di Schumacher.

16.22 Pit stop per Perez.

16.22 Russell supera Bottas e si riprende la terza posizione.

16.20 Hamilton guadagna due secondi a Sainz.

16.19 Pit stop per Russell.

16.15 Pit stop per Hamilton.

16.15 Perez lascia passare Verstappen.

16.13 La Red Bull chiede a Perez di cedere la prima posizione a Verstappen.

16,12 Giro veloce di Verstappen.

16.11 Terza sosta per Sainz. I meccanici Ferrari gli montano le soft.

16.10 Sainz quinto è più lento di un secondo di Hamilton che è sesto.

16.08 Pit stop per Verstappen. L'olandese torna in pista in seconda posizione.

16.06 Al termine del 43° giro Verstappen passa sul traguardo con un vantaggio di sedici secondi su Perez, e ventidue nei confronti di Russell.

16.01 Norris sorpassa Vettel e conquista l'ottavo posto.

15.58 Pit stop per Perez. Verstappen è il nuovo leader della gara.

15.57 Pit stop per Russell. Verstappen sale in seconda posizione.

15.55 Seconda sosta per Bottas che esce dai box quinto davanti a Sainz.

15.54 Alonso passa Tsunoda ed entra in zona punti.

15.50 Pit stop per Sainz.

15.50 Verstappen supera Bottas e sale in terza posizione.

15.48 Perez di forza supera Russell ed è il nuovo leader della gara.

15.46 Giro veloce di Hamilton.

15.46 Verstappen rientra in pista quarto davanti a Sainz.

15.45 Secondo pit stop per Verstappen.

15.44 Leclerc torna ai box e si ritira.

15.43 Altro colpo di scena Leclerc procede lentamente.

15.40 Giro veloce di Leclerc.

15.38 Verstappen supera Russell che risponde e si riprende la seconda posizione.

15.37 Seconda sosta per Hamilton.

15.36 Verstappen si fa vedere negli specchietti da Russell.

15.34 Pit stop per Leclerc. Gomme gialle per il monegasco che esce dai box in prima posizione.

15.33 Schumacher passa Ricciardo e conquista la dodicesima posizione.

15.30 Verstappen prova ad attaccare di nuovo in curva 1 Russell che protegge ancora l'interno.

15.29 Leclerc con gomme usate gira soltanto due decimi più lento di Russell e Verstappen.

15.28 Pit stop per Perez.

15.27 Verstappen si lamenta via radio per il problema al DRS.

15.26 Verstappen si avvicina a Russell. 

15.24 Sainz supera Norris e sale in nona posizione.

15.23 Pit stop per Russell e Verstappen.

15.21 Problemi al DRS come in qualifica per Verstappen. Prima sosta per Norris.

15.21 Leclerc approfitta dell'errore di Verstappen per andare in fuga con dieci secondi di vantaggio nei confronti di Russell.

15.20 Tsunoda supera Ricciardo e si prende la nona posizione.

15.18 Perez lascia passare Verstappen.

15.18 Pit stop per Sainz. I meccanici Ferrari gli montano le medie.

15.17 Norris supera Ricciardo e sale in settima posizione.

15.17 Russell chiude di nuovo l'interno a Perez.

15.16 Verstappen torna in pista quarto dietro a Russell e Perez.

15.16 Colpo di scena anche Verstappen finisce nella ghiaia.

15.15 Perez si fa vedere negli specchietti da Russell.

15.14 Sainz ora undicesimo chiede ai box di controllare le sue gomme.

15.12 Alonso supera Vettel. Sainz nella ghiaia in curva 4. 

15.12 Leclerc porta il vantaggio su Verstappen ad 1.6.

15.11 Ocon passa anche Schumacher e conquista la settima posizione.

15.10 Hamilton chiede al suo ingegnere di ritirarsi.

15.09 Ocon supera Ricciardo e sale in ottava posizione.

15.08 Leclerc guadagna tre decimi a Verstappen e lo mette fuori dalla zona DRS.

15.06 Pit stop per Hamilton.

15.05 Sainz si avvicina a Perez.

15.04 Contatto tra Magnussen e Hamilton che rallenta.

15.03 Leclerc prende la testa della corsa davanti a Verstappen, Russell, Perez, Sainz e Hamilton.

15.00 La tensione sale: al via il giro di formazione.

Grande attesa per il Gran Premio di Spagna, che annuncia di essere una gara fondamentale per il prosieguo del campionato. Chiavi della corsa saranno la partenza con il lungo rettilineo prima di curva 1, che darà già la prima possibilità di provare attacchi, la gestione delle gomme considerando le temperature molte anche oggi al Montmelò, e la strategia.

A partire nuovamente dalla pole sarà Charles Leclerc che con una magia in qualifica, ha conquistato la quarta pole position stagionale, ma le sue speranze di tornare alla vittoria dipenderanno se la Ferrari avrà lo stesso passo delle FP3, e non della seconda sessione. Sulla F1-75 dopo Venerdì sera, la Scuderia di Maranello ha stravolto l'assetto, e oltre a confermarsi la macchina più forte sul giro secco, nella terza sessione non ha avuto i problemi con i pneumatici del secondo turno e di Miami, con Leclerc che ha fatto long run con tempi simili a quelli di Verstappen nelle FP2.

Proprio i problemi di graining della Rossa nelle ultime due gare, mentre la Red Bull ha dimostrato di essere più gentile con le gomme, fanno assegnare il ruolo di favorito al campione del mondo, che va a caccia del terzo successo consecutivo. Verstappen però arriva in gara con il dubbio legato all'affidabilità, dopo che ieri non ha potuto rispondere a Leclerc per il calo di potenza, il quale secondo alla Red Bull, era dovuto alla mancata apertura del DRS, e non a nuovi problemi alla power unit.

L'olandese oltre a cercare allo start di attaccare subito Leclerc per imporre il micidiale passo avuto a Miami e nelle FP2, dovrà difendersi da Carlos Sainz, che vuole prendersi la rivincita dopo essersi fatto superare al via in Florida. Lo spagnolo come Leclerc si augura che la F1-75 non lo metta in crisi con le gomme, e gli permetta di lottare per la vittoria ed inseguire il sogno di salire per la prima volta sul gradino più alto del podio davanti ai suoi tifosi.

L'outsider del Gran Premio di Spagna sarà la miglior Mercedes della stagione, che con gli aggiornamenti ha risolto i problemi di porpoising e nelle dichiarazioni post qualifiche ha lanciato la sfida alla Ferrari.  George Russell con una zampata ha portato il Team di Brackley in seconda fila, ed è determinato ad andare sul podio come in Australia e battere di nuovo Lewis Hamilton, il quale invece scatterà dalla sesta posizione, ed è deciso ad interrompere la serie di 0-4 contro il compagno di squadra. Fra le due Frecce d'Argento ci sarà Sergio Perez, fino ad ora autore di un week end deludente e che per aiutare Verstappen dovrà liberarsi nel primo giro di Russell e Hamilton.

Obiettivo confermarsi in top ten come nelle qualifiche per Valtteri Bottas, che ha piazzato l'Alfa Romeo in settima posizione davanti a Kevin Magnussen il migliore della Haas Sabato, a cui cercherà di rispondere Mick Schumacher che vuole prendersi quella zona punti sfuggita a Miami per il contatto con Vettel. Si è classificato davanti al tedesco Daniel Ricciardo che per la prima volta ha battuto Lando Norris, e tenterà di ripetersi anche in corsa. L'inglese invece va in cerca di riscatto dopo l'eliminazione per la cancellazione del tempo in Q2, così come Sebastian Vettel, che nonostante l'Aston Martin B la quale ha scatenato grandi polemiche in questi giorni ed in particolare l'attacco della Red Bull, non ha passato il taglio in Q1, insieme a Fernando Alonso chiamato dalla rimonta dal fondo della griglia per la sostituzione della power unit.

La gara prenderà il via alle 15.00 ora italiana

 

 

Ultime da Formula 1

Caricamento commenti...