F1. Orari TV Formula 1 GP Miami 2024 diretta Sky differita TV8

F1. Orari TV Formula 1 GP Miami 2024 diretta Sky differita TV8
Pubblicità
Mara Giangregorio
  • di Mara Giangregorio
Ecco gli orari per non perdersi in TV il prossimo GP, il Gran Premio di Miami, sesto appuntamento della stagione 2024 di Formula 1, nonché sede della seconda Sprint del calendario
  • Mara Giangregorio
  • di Mara Giangregorio
30 aprile 2024

Definitivamente archiviata la parentesi della Cina e termina la settimana di pausa, la Formula 1 è pronta a tornare in pista per il Gran Premio di Miami 2024, sesto appuntamento stagionale. Per la prima volta quest’anno, il Circus correrà sul suolo americano e, proprio in questa occasione, la Scuderia Ferrari celebrerà i settanta anni di rapporti commerciali con lo stato a stelle e strisce con una livrea particolare. La SF-24 di Carlos Sainz e Charles Leclerc, infatti, sarà vestita di due tonalità di azzurro, La Plata e Dino, che verranno riprese anche sulle tute e i caschi dei piloti. Durante questo weekend verrà anche rispettato il format della Sprint, con le qualifiche Shootout al venerdì dopo la prima ed unica sessione di prove libere e la gara da 100 km al sabato, seguita delle qualifche tradizionali che determineranno la griglia di partenza del Gran Premio alla domenica.

Naviga su Automoto.it senza pubblicità
1 euro al mese

Il tracciato di Miami ha debuttato nel calendario della Formula 1 due anni fa. In tutte le edizioni disputate finora ad imporsi in pista è stato Max Verstappen. Nel 2022 era lotta aperta con le monoposto della Ferrari, soprattutto quella di Leclerc, ma l’olandese ha raggiunto la vittoria senza troppi problemi, proprio come lo scorso anno, nonostante la partenza da metà griglia. Il team di Maranello cercherà di mettere i bastoni tra le ruote alla Red Bull per riscattarsi dall’anonimo weekend di gara in Cina. Infatti, il layout della pista di Miami è molto simile a quello di Albert Park in Australia, dove Carlos Sainz ha raggiunto la vittoria portandosi il monegasco alle sue spalle in seconda posizione, siglando la prima doppietta della Rossa dal Gran Premio del Bahrain del 2022. Inoltre, il tracciato che sorge nel parcheggio dello stadio dei Miami Dolphins sarà anche un banco di prova per la SF-24 tinta di azzurro. Le alte temperature previste metteranno infatti a dura prova la durata degli pneumatici, tallone d’Achille della Ferrari lo scorso anno, che nei primi appuntamenti ha dimostrato di avere un passo gara competitivo, tanto da staccare (Cina esclusa) di molto dai diretti avversari: McLaren, Mercedes ed Aston Martin. Tuttavia, la situazione a Maranello si è ribaltata; quelle che un tempo erano il loro fiore all’occhiello, ovvero le qualifiche, sono diventate il loro punto debole.

La sfida negli Stati Uniti si giocherà su 57 giri, da inanellare sul Miami International Autodrome, della lunghezza di 5,412 km. Il record della pista, 1'29"406 , è stato colto nel 2023 da Max Verstappen, su Red Bull RB19.

Venerdì 3 maggio

18:30 Prove Libere (in diretta su Sky Sport F1);

22:30 Qualifiche Sprint (in diretta su Sky Sport F1);

Sabato 4 maggio

18:00 Sprint (in diretta su Sky Sport F1 e TV8);

22:00 Qualifiche (in diretta su Sky Sport F, differita su TV8 alle 23:30);

Domenica 5 maggio

22:00 Gara (in diretta su Sky Sport F1, in differita su TV8 alle 23:30);

Come abbiamo vista in Cina, il weekend del Gran Premio di Miami sarà il secondo appuntamento stagionale ad avere nel suo programma il format sprint, che è stato rivisitato, o per meglio dire migliorato, rispetto al 2023. L’attività in pista inizierà nella giornata di venerdì con la prima sessione di prove libere che avranno inizio alle 18:30, ore italiane. Successivamente sarà già tempo delle qualifiche Shootout (22:30) che andranno a determinare la griglia di partenza della gara corta da 100 km. Il sabato avrà inizio alle 18:00 con la Sprint che anticiperà le qualifiche per la gara lunga alle 22:00. I semafori del Gran Premio della Cina si spegneranno alle 22:00. Quello che cambierà rispetto allo scorso anno sarà il Parco Chiuso che non verrà chiuso direttamente dopo le FP1 ma prima delle qualifiche, per poi essere riaperto fino all’inizio della sessione cronometrata di sabato come avviene nei restanti weekend di gara.

Pubblicità