F1. Test Bahrain, Charles Leclerc: “Red Bull avanti ma il nostro feeling è positivo, potrebbero esserci sorprese”

F1. Test Bahrain, Charles Leclerc: “Red Bull avanti ma il nostro feeling è positivo, potrebbero esserci sorprese”
Pubblicità
  • di Mara Giangregorio
Il secondo giorno di test prestagionali in Bahrain continua e Charles Leclerc ha analizzato quanto emerso in pista a bordo della SF-24
  • di Mara Giangregorio
22 febbraio 2024

La Formula 1 continua a girare sul tracciato di Sakhir per i test prestagionali. La seconda giornata sta per volgere al termine nonostante la bandiera rossa di questa mattina esposta per un tombino fatto saltare dal passaggio della monoposto di Lewis Hamilton. Ad aver avuto la peggio è stata la SF-24 di Charles Leclerc a cui hanno dovuto sostituire il fondo rimasto danneggiato dal pezzo. Tuttavia, il morale del monegasco rimane positivo nei confronti della nuova vettura del team di Maranello, nettamente migliore, stando alle sue parole, alla precedente. Anche se la Red Bull sembra essere già imprendibile, il numero #16 della Rossa non si lascia abbattere, sperando in una sorpresa dalla pista già dal primo Gran Premio del Bahrain che si disputerà la prossima settimana.

Diciamo che i test dello scorso anno sono stati la peggior esperienza che si potesse sperare” ha esordito Charles Leclerc ai microfoni di Sky Sport F1. “Si entrava in una curva e non sapevo se andassi a perdere il posteriore o l’anteriore perché tutto poteva succedere e cambiava a sua volta nella curva successiva. Per questo è stato difficile trovare un feeling con la macchina. Adesso ne abbiamo uno migliore con la SF-24, nel senso che comunque il bilancio è abbastanza consistente; quindi, per questo è molto più facile per noi sviluppare un progetto partendo da questa base rispetto allo scorso anno, dove non si capiva quali fossero le debolezze, potevamo dire di tutto e di niente. La direzione in cui vogliamo migliorare questa stagione è già molto chiara, decisamente un punto positivo. Detto questo, in termini di competitività non si può dire niente perché certe volte ho avuto macchine molto difficili da guidare ma molto veloci o viceversa. Il mio feeling iniziale è che la Red Bull sia ancora il punto di referenza. In termini di guidabilità siamo riusciti a fare uno step in avanti. L’anno scorso è stato difficile, ora siamo in un punto molto più ragionevole nei limiti di questa macchina. È un punto positivo, ma comunque ci sono ancora dei lati negativi su cui dover lavorare e che sono giù abbastanza chiari. Non vado nel dettaglio ma ci sono alcune caratteristiche di questa SF-24 che dobbiamo rivedere, come sempre”.

“La guidabilità fa tanto e lo abbiamo visto in pista. L’anno scorso ogni volta che avevamo delle gomme usate si sentivano tutte le debolezze di una monoposto molto inconsistente. Quest’anno non siamo davanti a questo caso. Il feeling è migliore anche sul passo gara, però, non vuol dire nulla sulla competitività quindi staremo molto calmi e aspetteremo. Da parte mia, la Red Bull è molto avanti, soprattutto dopo aver visto qualche video e dal vivo. Spero ovviamente che non sia così, che riusciremo ad avere una sorpresa nel primo weekend di gara, di essere davanti a tutti. Non dobbiamo concentrarci troppo sugli altri perché per adesso sono solamente test”.

Pubblicità
Caricamento commenti...

Hot now