F1, Verstappen: "La Red Bull ha fatto una grande prestazione"

F1, Verstappen: La Red Bull ha fatto una grande prestazione
  • di Massimiliano Amato
Max Verstappen è contento dalla prova di forza della Red Bull nelle qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti, mentre Sergio Perez è dispiaciuto di non essersi ripetuto nel secondo tentativo
  • di Massimiliano Amato
24 ottobre 2021

Intervistato al termine delle qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti, Max Verstappen ha espresso tutta la sua soddisfazione per aver centrato la decima pole stagionale, su una pista in cui la Red Bull non partiva davanti a tutti dal 2012. 

"In pista è stato entusiasmante oggi. Abbiamo fatto il giro con la mescola più dura nel Q2 e poi nel Q3 il mio primo tentativo non è stato fantastico, ma all’ultimo giro c’era qualche goccia e non ero sicuro che sarei riuscito a tenere il tempo"

L'olandese nonostante si sia confermato il poleman del 2021, mette in risalto le performance della Red Bull che ha piazzato nelle prime tre posizioni due macchine su un circuito alla viglia considerata più favorevole alla Mercedes. "Ma è stato sufficiente quello che sono riuscito a fare. Essere primo e terzo come tempi è una prestazione eccezionale".

Verstappen non teme dopo l'incidente di Monza, e il corpo a corpo nelle FP2,  di partire accanto a Lewis Hamilton in gara. "Penso che sia quello che vuole la gente vedere me e Lewis davanti. Speriamo di fare una bella partenza e di lavorare insieme come team per ottenere il miglior risultato possibile”.

Invece Sergio Perez anche se ha fatto insieme a quelle di Imola le migliori prove ufficiali della stagione, confermandosi sui livelli delle Libere, pensa che aveva la possibilità di far centrare l'uno-due alla Red Bull.

“Siamo arrivato molto vicini. Abbiamo fatto un ottimo lavoro come team. Purtroppo il mio ultimo tentativo non è stato altrettanto buono quanto il primo. Ero andato meglio nel primo settore, ma poi non sono riuscito a restare pulito nel resto del giro".

Il messicano spiega le difficoltà che ha avuto nel secondo tentativo. "C’era pioggia nell’ultimo settore, c’era qualche piccola chiazza sulla pista e sono scivolato su un paio di curve".

Perez è positivo in vista della corsa di Domenica , e ritiene che una delle chiavi del Gran Premio degli Stati Uniti sarà il degrado gomme. "Domani la gara sarà molto lunga, la posizione in qualifica non è così rilevante, perché la gara sarà molto lunga e le gomme avranno tanto degrado. Ma guardiamo alla gara con ottimismo”.

Ultime da Formula 1