Formula 1, Verstappen: "I tempi di oggi non sono rappresentativi"

Formula 1, Verstappen: "I tempi di oggi non sono rappresentativi"
Pubblicità
  • di Massimiliano Amato
Max Verstappen non è preoccupato per le difficoltà della Red Bull nella seconda sessione, ed è sicuro che la RB18 ha grandi margini di miglioramento
  • di Massimiliano Amato
30 settembre 2022

Intervistato al termine della seconda sessione di prove libere, Max Verstappen ha ostentato tranquillità, nonostante nelle FP2 abbia fatto un passo indietro rispetto al primo turno, a causa del cambio di assetto della Red Bull che ha peggiorato la macchina, ed ha costretto i suoi meccaniciv a tornare al set up del mattino.

“È andata bene nelle PL1, mentre nel pomeriggio abbiamo provato alcune cose ma c’è voluto tempo per montarle in macchina e poi per cambiarle di nuovo. Direi che i risultati di oggi non siano molto rappresentativi: abbiamo tanto margine di miglioramento, dunque non ci devono essere preoccupazioni. Con le soft siamo scesi, sì, ma non è un riferimento, dobbiamo vedere i dati stasera".

 

Il leader del mondiale è convinto di poter proseguire nella sua serie di successi, anche se non abbia potuto fare la simulazione gara. "Neanche il fatto che non abbiamo fatto i long run mi preoccupa, perché qui non sono molto importanti. La domenica conta, ma qui a Singapore è molto importante la qualifica, dunque non è la fine del mondo aver girato poco in chiave-gara. Siamo ottimisti in ottica vittoria, se non lo fossimo non saremmo qui“.

Ultime da Formula 1

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...