saloni

5° Salone dell'auto Parco Valentino: Torino unisce innovazione e tradizione con la kermesse diffusa

-

A fine giugno nuova ricca edizione del salone “open” torinese. Gratuito, con auto per tutti i gusti: dai raduni storici alle novità di 40 Case e le prove di guida autonoma. Show + informazione per capire le ibride di oggi

5° Salone dell'auto Parco Valentino: Torino unisce innovazione e tradizione con la kermesse diffusa

È passato un anno, quasi, da quando vi raccontavamo quello che accadeva sulla riva del fiume dietro al Castello del Parco Valentino, a Torino. Un anno quasi da quando Lapo Elkann chiacchierava al nostro stand e ammiravamo la sua GTC4 Azzurra. Ora siamo a circa un mese e mezzo dall'inaugurazione della quinta edizione di una kermesse che è sempre più ricca, diffusa nella città e non solo staticamente espositiva. Lo staff di Andrea Levy, supportato da Comune e Politecnico, ha preparato uno spettacolo con i fiocchi che si estende a tutto il capoluogo piemontese, coinvolgendo non solo per l’esposizione nel Parco. Ultime novità come a ogni salone che si rispetti, ma anche una miriade di raduni collaterali, per modelli popolari o elitari, passando per MX-5 Mazda, Tesla, Fiat Coupé, Abarth e il Centenario Citroen.

Chi più ne ha più ne metta insomma, perché il target degli organizzatori e far tornare Torino “capitale dell’auto”. Il tutto sempre a fruizione gratuita per il pubblico, protagonista all'aperto e che, magari, può cogliere occasione anche per fare un po' di chiarezza. Su come siano gestite le auto elettriche e soprattutto ibride, nelle varie salse proposte dalle Case.

Noi di Automoto.it avremo il nostro tradizionale stand ad attendervi e intanto, vi lasciamo l'elenco dei molti appuntamenti che si concentrano in una cinque giorni volutamente spostata a fine mese. Per dare tempo a tutti, studenti inclusi, di fare un salto in quel di Torino sfruttando anche le convenzioni: con Trenitalia e con i molti musei della zona. Perché l'arte è anche design, il design italiano è da sempre un riferimento, nell’auto e non a caso la presentazione del Salone 2019 avviene con il patrocinio universitario. La Sede condivisa, con il Castello del Valentino patrimonio Unesco e quei 160 anni del PoliTO che onora mostrando alcuni suoi progetti di auto green, a zero emissioni.

Taglio del nastro senza conducente

La novità del Salone di Torino 2019 (19 - 23 giugno) non è tanto nei numeri, dove si contano 40 Case circa; non è la grandissima varietà di auto protagoniste, persino le F1 storiche; non è l’orario esteso, fino a mezzanotte; non è nemmeno l’apertura a moto e a barche. La big news, di portata più che nazionale, è l’apertura di parata pubblica che sarà fatta da una o più auto con guida autonoma, esempio di mobilità futura che la città persegue. Sappiamo che le auto autonome saranno almeno due e magari di due marchi diversi. Come detto dall’assessore Pisano, a Torino si concentrano oggi aziende che vogliono provare l’auto connessa e un percorso di circa 35 Km accoglie chi voglia fare dei test, con tanto di rete 5G a disposizione. Da lato opposto, per includere tutto il mondo dell’auto, a Torino nella settimana si festeggiano parecchie ricorrenze storiche, con raduni e si premiano i migliori designer in carriera, o in erba.

“Quest’anno i temi della mobilità integrata saranno al centro – dice il presidente Andrea Levy - con la demo di guida autonoma, con il Focus auto elettriche e con l’esposizione del nuovo modello di treno regionale Trenitalia. Le grandi protagoniste saranno le case auto e i centri stile, ma apriamo a nuovi settori: la nautica con Nadir Yachts, che porta in anteprima il Titanium 40, yacht innovativo dal design automobilistico e moto, con Yamaha Honda e Suzuki. Sfilate e meeting coinvolgeranno tutta la città”.

Grandi collezionisti, anteprime, tanti appassionati e turisti per una festa dedicata all'auto che vede presenti ufficialmente Abarth, Alfa Romeo, Audi, BMW, Bugatti, Chevrolet, Citroën, Dallara, DR, Fiat, GFG Style, Honda, Italdesign, Jaguar, KIA, Lancia, Lexus, Mazda, Mercedes-Benz, Militem, Mitsubishi, Nadir Yachts, Pagani, Pininfarina, Porsche, RAM, SsangYong, SEAT, Škoda, Smart, SPICE-X, Studiotorino, Suzuki, Tesla, Toyota, Trenitalia, UP Design, XEV e Yamaha. Si attendono ulteriori conferme.

Supercar Night Parade

President Parade, l’evento più glamour della giornata stampa. Il 19 giugno rappresentanti delle Case e carrozzieri saliranno a bordo delle auto più rappresentative del proprio marchio per sfilare nel circuito cittadino chiuso al traffico. Presenti Jörg Astalosch di Italdesign, Giuseppe Bitti di KIA, Mauro Caruccio di Toyota-Lexus, Michele Crisci di UNRAE, Giampaolo Dallara, Fabrizio Faltoni di Ford, Leonardo Fioravanti, Fabrizio e Giorgetto Giugiaro, Radek Jelinek di Mercedes-Benz, Simone Mattogno di Honda, Giancarlo Minardi, Massimo Nordio (Gruppo Volkswagen), Horacio Pagani, Paolo Pininfarina, Piergiorgio Re di ACI Torino, Sergio Solero di BMW, Angelo Sticchi Damiani presidente ACI, Alfredo Stola di Studiotorino, Gaetano Thorel di PSA, Stephan Winkelmann di Bugatti. Dopo presidenti e giornalisti a sfilare i collezionisti, provenienti da tutta Italia, protagonisti alla Supercar Night Parade con circa 300 auto selezionate, tra cui: Ferrari, Porsche, Lamborghini, Aston Martin, Maserati, McLaren, Lotus.

EV

Focus Auto Elettriche realizzato insieme a Enel X e diviso nelle tre sezioni: elettriche, ibride plug-in e full hybrid. Sono auto che beneficeranno dell’eco bonus ministeriale e il pubblico avrà anche la possibilità di provare su strada tutte quelle esposte.

F1 e Icone

Alle 20 di mercoledì 19 giugno, la Ferrari F1 di Michele Alboreto inaugurerà il circuito dinamico cittadino. La prima di uno slot di monoposto che hanno fatto la storia, grazie alla collaborazione con GianCarlo Minardi, fondatore dell'omonima scuderia F1. F1 esposte dal mattino, insieme alle vetture della President Parade, le auto dei collezionisti internazionali invitati alla manifestazione: Lamborghini Miura, Lancia Stratos, Ferrari LaFerrari, Maserati MC12, McLaren Senna, Delta Futurista, Pagani Huayra BC e Bugatti Chiron, tanto per citare. Proprio Le Bugatti Chiron e Veyron si daranno appuntamento a Torino per festeggiare i 110 anni di Bugatti. Sarà il presidente Winkelmann ad aprire il convoglio alla guida di una Chiron Sport “110 ans Bugatti”. Anche Giampaolo Dallara guiderà il secondo meeting ufficiale dedicato alla Dallara Stradale che, ad appena un anno di vita, conta tanti estimatori.

Ricorrenze

Sabato 22 giugno festa di compleanno Citroën, che spegnerà 100 candeline con 100 belle e rappresentative auto del marchio: 100 Citroën per 100 anni. Festa anche per il 30° anniversario Mazda MX-5: sabato 22 giugno grande raduno a Parco Dora dove si incontreranno Tom Matano, designer del progetto iniziale e l’ingegnere Nobuhiro Yamamoto.

Nautica e moto

Yamaha presenterà la tecnologia a tre ruote, Niken e concept 3CT. Lungo i viali del Parco del Valentino esposto anche Titanium 40, yacht firmato Nadir presentato in anteprima mondiale. Grande particolarità del progetto è la nuova carena planante (brevetto di Francesco Asta) e sarà prodotto soltanto in 49 unità.

Premi e riconoscimenti

Il Car Design Award è l'ambito riconoscimento internazionale per il miglior design di prodotto, miglior design di concept car e miglior brand design language. Novità di questa edizione il Collector's Award, premio che i più grandi car designer italiani conferiranno ai collezionisti internazionali. A seguire il Parco Valentino Designer Award. I riconoscimenti saranno consegnati ad Alfredo Stola che festeggia i cent’anni della famiglia Stola per l’automobile, e a Giovanna Scaglione, figlia di Franco Scaglione, dalla cui matita sono nate leggende come l'Alfa Romeo 33 Stradale e la 750 Record Bertone Abarth. Un omaggio al design sarà il riconoscimento che la Fondazione Claudio Nobis consegnerà a una promessa del car design.

Auto classiche

Debutta nel 2019 Parco Valentino Classic, concorso di eleganza per vetture storiche di prestigio che si svolgerà sabato 22 giugno. Modelli unici, di collezionisti che si daranno appuntamento in Piazza Vittorio Veneto. Sfilata dedicata ovviamente e premio alla Best in Show.

Elettrico by Politecnico

Elettrico e futuro saranno protagonisti del MoveTo, con IDRAkronos, il prototipo a idrogeno da più di 3000 km/L e con XAM, il veicolo cittadino con motore ibrido già pronto per le strade. Dal 2007 il Team H2politO del Politecnico di Torino sviluppa e realizza veicoli ad alta efficienza con sistemi propulsivi alternativi, per la Shell Eco-marathon. Gli studenti mostreranno, con un evento dinamico, come la tecnologia per le competizioni possa essere la base per una mobilità cittadina futura, eco-sostenibile.

Super mix raduni e collezioni

Il Salone diffuso apre a raduni e meeting per tutta Torino, dal 19 al 23 giugno. Come le auto iconiche del Petrolicious rally, che ricalcano i successi dei raduni negli USA. Fiat festeggia Coupè, al suo 25°, in piazza Vittorio Veneto tutti gli allestimenti del modello disegnato da Pininfarina. Ruzza Torino si occuperà di auto iconiche con 457 Stupinigi Experience: selezione di Fiat 500 di ogni era. Alfa Romeo presente con i Biscioni Torino e Lancia con il suo Club ufficiale. E poi il 124° anniversario della più antica corsa di auto a motore, la Torino-Asti-Torino del 1895. RACI, in collaborazione con ASI, porta veicoli ultracentenari in piazza Vittorio Veneto venerdì 21 giugno. Domenica 23 giugno tutti i collezionisti partiranno da piazza Vittorio Veneto per un percorso di 40 chilometri, che li porterà fino alla Reggia di Venaria. Tra i molti gruppi anche quello di Tesla Club Italy e dell’USA Cars Meeting, a Parco Dora.

Informazioni, Biglietti e Trasporti

L’esposizione all’aperto di Parco Valentino è prevista dal 19 al 23 giugno 2019, con orario prolungato fino a mezzanotte e ingresso gratuito. L’area ristorazione è lungo il viale di corso Marconi. Online (www.parcovalentino.com) un form permette di avere il biglietto elettronico gratuito, utile anche per gli eventi speciali all’interno del Cortile del Castello e per le convenzioni: con Trenitalia sconto del 30% su tutte le Frecce. Ci sono poi ingressi ridotti per tutti i musei partner, tra cui il Museo dell’Automobile di Torino.

 

OMF

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento