Batterie per le auto elettriche coi granchi: meglio del litio [biodegradabili in 5 mesi]

Batterie per le auto elettriche coi granchi: meglio del litio [biodegradabili in 5 mesi]
Pubblicità
Incredibile scoperta di uno studio, che mostra la fattibilità di una batteria sostenibile fatta sfruttando gli scarti dei crostacei
26 settembre 2022

L’auto elettrica salvata da quello che avanziamo mangiando crostacei? È una delle tante ipotesi che si possono fare, leggendo certi studi recentemente divulgati (dalla rivista Matter).

La scoperta sensazionale, che arriva dagli USA, è che si potrebbero avere batterie più sostenibili e biodegradabili (fino a due terzi) grazie a elettroliti originati da…. Gusci di crostaceo invece che i soliti materiali onerosi e inquinanti.

Sì, granchi, ma anche scampi, aragoste e gamberi. I moltissimi scarti dei crostacei, riuscirebbero a essere convertiti in un elettrolita per le batterie, a quanto pare dalle dimostrazioni dei bio-ricercatori americani. Le batterie in oggetto sono allo zinco e sfruttano, in estrema sintesi, una particolare proteina detta chitina. Da questa il Chitosano, un polisaccaride utile per sintetizzare il gel alla base dell’elettrolita combinato allo zinco.

Se la biodegradazione è garantita, addirittura in cinque mesi, l’efficienza non sembra da meno: 99,7% dopo 1.000 cicli di ricarica.

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...