concept car

BMW 3.0 CSL Hommage R: abito da corsa per Pebble Beach

-

Dopo una caldissima accoglienza di pubblico nel Concorso d'Eleganza a Villa d'Este, BMW veste da corsa la 3.0 CSL Hommage

BMW 3.0 CSL Hommage R: abito da corsa per Pebble Beach

Dopo un ottimo debutto al Concorso d’Eleganza di Villa d’este, la BMW ha deciso di portare a Pebble Beach la 3.0 CSL Hommage R. Si tratta, come fa intuire l’ultima lettera, della versione Racing della sportiva di Monaco. Ciò è stato fatto per celebrare i quarant’anni dall’ingresso di BMW Motorsport in Nord America.


La livrea è quella canonica del marchio bavarese, che esalta ancor di più le linee estreme di questa concept. La caratteristica griglia a doppio rene fa bella mostra di sé all’anteriore, ed è incorniciata da una fanaleria a Led ancor più estrema – se possibile – rispetto alla Hommage vista in Lombardia. Lo spoiler anteriore, oltre ad una trascurabile funzione estetica – dal momento in cui si parla di una vettura pensata per le competizioni – ha una ragguardevole utilità aerodinamica.


Ai lati, possiamo notare imponenti pneumatici con cerchi da 21” in matt gold, con intarsi neri, oltre ai tuni di scarico posti in prossimità della parte finale dell’abitacolo. Il retrotreno, invece, è dominato dall’alettone e dal doppio diffusore in fibra di carbonio. Interessante la striscia di led luminosi per la fanaleria, che conferisce ancor più aggressività ed appeal all’auto.


Il propulsore dovrebbe essere lo stesso 6 cilindri in linea del prototipo di Villa d’Este, al quale si affianca il modulo elettrico eBoost. Ma è negli interni che la 3.0 CSL Hommage R compie davvero un balzo nel futuro. Il casco, oltre ad essere elemento di protezione passiva, ora diventa parte integrante del cockpit, dato che sulla visiera vengono proiettati i dati dell’auto, dalla velocità al numero di giri/motore, sino alla marcia in uso. Ci paiono davvero avvolgenti i sedili in fibra di carbonio, sui quali spiccano ancora una volta i colori BMW Motorsport.


C’è, tuttavia, spazio per un richiamo ai tempi che furono, con parte della plancia in materiale ligneo, ispirato direttamente dalla 3.0 originale. Oltre a ciò, tuttavia, spiccano il volante della Hommage già ammirato sulle rive del Lago di Como, uno schermo che rivela informazioni quali tempo sul giro e carica dell’eBoost ed un doveroso sistema antincendio.


Adrian van Hooydonk, Senior Vice President di BMW Group Design, ha di che dirsi soddisfatto. «Nel 1975, come oggi, vincere era una questione di collaborazione tra uomo e macchina. Con la BMW 3.0 CSL Hommage R vogliamo dimostrare come questo rapporto potrà crescere in futuro.»

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento