test gomme

Continental WinterContact TS-870 | Nuovo disegno, nuova mescola, più durata, più guidabilità

-

Continental lancia il nuovo pneumatico invernale M+S TS-870 che succede al precedente TS-870 offrendo vantaggi in termini di precisione di guida e di performance

E' arrivato il momento di aggiungere un tassello alla dinastia Continental WinterContact M+S con l'arrivo della nuova gamma TS-870. Uno pneumatico che si rifà alla grande esperienza del costruttore tedesco sul tema delle gomme invernali andando a migliorare molti aspetti delle TS-860, tra cui il battistrada e la mescola.

Ma andiamo con ordine e partiamo dai numeri: Continental dichiara che il nuovo invernale è in grado di migliorare lo spazio di frenata del 5% migliorando dello stesso valore anche la tenuta sulla neve. Migliorano, grazie alla nuova tecnologia applicata, anche il comportamento in caso di fondo bagnato e asciutto: insomma, una coperta di per sé già abbastanza lunga - come tutte le gomme invernali di nuova generazione - che ha saputo allungarsi dove serve di più.

Le gomme, quindi, non sono tutte tonde e nere, anzi...ora le lamelle hanno non solo una maggior presenza nel battistrada (+10%) ma sono anche pensate per essere "collaboranti" tra loro attraverso una sofisticata costruzione tridimensionale delle scalanature che permettono ai vari tasselli di muoversi con più elasticità ma anche di farsi forza l'uno con l'altro nelle fasi di massima pressione andando ad avvicinare la precisione di guida e la performance di una gomma estiva. 

Non solo: questa tecnologia offre nuove lamelle 3D ad incastro posizionate con angolazione specifica per accumulare neve al loro interno in fase di accelerazione andando a compattare lo strato conferendo aderenza alla gomma: un effetto "ingranaggio" che si era già visto con le TS-860 ma che nelle TS-870 viene ulteriormente evoluto.

Il nuovo battistrata, direzionale, presenta una speciale scanalatura centrale che lavora in caso di pioggia per ridurre il fenomeno del "aquaplaning". A lavorare "sodo" c'è, come dicevamo, anche la mescola: la nuova Cool Chili Compound evolve la matrice polimerica del modello precedente andando ad offrire un reticolo a densità ottimizzata in funzione del contatto tra strada e pneumatico riducendo gli inutili effetti d'abrasione e migliorando il chilometraggio: a detta dei tecnici Continental le nuove TS-870 possono arrivare anche a 50.000 km se ben utilizzate.

A livello di etichetta europea il WinterContact TS-870 è classe C per consumo carburante, B per la tenuta sul bagnato mentre a livello di sonorità "viagga" a 70 dB.

Come si guida
Abbiamo guidato il nuovo TS-870 su una Volkswagen Golf GTI 7.5 al freddo della Lapponia. Abbiamo anche avuto l'occasione di confrontarlo con il TS-860 ed il TS-850 scoprendo da un lato come il costruttore tedesco fosse già di suo molto avanti nella efficacia delle sue gomme invernali nelle precedenti generazioni ma dall'altro come il TS-870 segni una vera e propria svolta nella capacità di assicurare performance: non c'è un solo punto in cui è migliorato ma tanti, a dimostrazione di come l'evoluzione tecnica dei materiali legati alle mescole e la progettazione del battistrada oltre che della carcassa abbiano fatto negli ultimi anni dei passi avanti davvero incredibili.

Il merito è da ricercare nell'ambiente della simulazione e nella sempre più profonda capacità di calcolo che permettono anche ad oggetti "banali" come delle gomme da auto di essere più sicure ma anche più armoniche in tutte le condizioni: Continental ha dichiarato di aver lavorato sodo anche su asfalto bagnato, spesso punto dolente delle gomme invernali, quello che possiamo dire certamente è che la differenza è tangibile su neve, su ghiaccio ma soprattutto nei passaggi tra le varie condizioni dove il TS-870 ha mostrato gli artigli. Più grip, più direzionalità, maggior confidenza. Insomma un passo avanti notevole nella sicurezza senza togliere nulla sotto il profilo della durata.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento