Decreto Sostegni: dal Governo neppure un cent per il settore

Decreto Sostegni: dal Governo neppure un cent per il settore
Alfonso Rago
  • di Alfonso Rago
Approvate dal Consiglio dei Ministri misure a favore di molti settori colpiti dalla pandemia, ma tra questi l'automotive non compare
  • Alfonso Rago
  • di Alfonso Rago
22 gennaio 2022

Semaforo verde da parte del Consiglio dei Ministri al decreto legge per i nuovi sostegni alle attività messe in ginocchio dalla crisi pandemica e per intervenire sui prezzi delle bollette. 

Un pacchetto di interventi per complessivi circa 1,6 miliardi di euro, ripartiti in misure differenziate in particolare per i settori del turismo, cultura, sport, tessile e moda, catering, eventi e wedding.

Così, malgrado qualche forse troppo ottimistica previsione avanzata alla viglia del Consiglio che annunciava un pacchetto di quasi mezzo miliardo di euro anche per il comparto automotive, per l'ennesima volta non si registrano provvedimenti specifici di sostegno alla domanda di nuove vetture, neppure per le elettriche.

Il nuovo decreto interviene a sostegno dei settori chiusi a seguito della pandemia o che ne sono stati fortemente danneggiati. 

Tra essi, i parchi tematici (acquari, parchi geologici e giardini zoologici), le attività di organizzazione di feste e cerimonie (wedding, hotellerie, ristorazione, catering, bar-caffè e gestione di piscine), il commercio dei prodotti tessili (moda, calzaturiero, pelletteria, articoli di abbigliamento, calzature e articoli in pelle), il turismo (alloggi turistici, agenzie e tour operator, parchi divertimenti e parchi tematici, stabilimenti termali, discoteche, sale giochi e biliardi, sale Bingo, musei e gestioni di stazioni per autobus, funicolari e seggiovie), lo spettacolo (cinema e audiovisivo) e lo sport.

Argomenti

Caricamento commenti...