attualità

Ferrari scrive ai dipendenti: «Dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri»

-

La fabbrica rimane aperta ma va al minimo. Camilleri incoraggia i suoi uomini

Ferrari scrive ai dipendenti: «Dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri»

E’ un appello accorato all’unità e alla solidarietà quello che ha inviato Ferrari ai propri dipendenti in questi giorni difficili in cui la vita di tutti noi è stata stravolta dallo scoppio del Coronavirus.

Louis Camilleri, l’amministratore delegato della Casa del Cavallino che in questo momento continua le attività ma a ritmo ridotto in osservanza delle norme di sicurezza, ha scritto a tutti i suoi uomini un messaggio di incoraggiamento, ricordando loro che «Questa emergenza ci sta ricordando qualcosa che forse avevamo dimenticato nel mondo frenetico in cui viviamo: che dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri. Dei nostri genitori, dei nostri figli, dei nostri amici, di chiunque ci sia vicino».

Per l’ad di Maranello, «Un virus invisibile agli occhi, sta imponendo un cambiamento alle famiglie, alle comunità, a un Paese e probabilmente al mondo intero e naturalmente alla Ferrari».

«Ma voglio rassicurarvi - continua - se sarà necessario fare di più, lo faremo perché la Ferrari, come sempre, si prenderà cura delle proprie persone. Ce la faremo a vincere anche questa sfida. Abbiamo detto che la salute e il benessere delle nostre persone viene al primo posto nei nostri pensieri e non voglio che nessuno di voi possa pensare che queste siano solo parole».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Ferrari