Formula E

Formula E, ePrix di Punta del Este: vince Vergne

-

Jean-Eric Vergne vince l'ePrix di Punta del Este; completano il podio Lucas di Grassi e Sam Bird

Jean-Eric Vergne sugli scudi in Uruguay: è stato il pilota della Techeetah ad aggiudicarsi l'ePrix di Punta del Este, sesto appuntamento del mondiale 2017/2018 di Formula E. Vergne ha preceduto il brasiliano della Audi Sport ABT Schaeffler, Lucas di Grassi, e Sam Bird, in forza alla DS Virgin Racing.

A scattare dalla pole position non è stato di Grassi, autore del miglior tempo, ma Vergne: di Grassi, Lynn e Turvey sono stati retrocessi di una posizione ciascuno per non avere rispettato i limiti della pista, mentre Evans è stato retrocesso in fondo alla griglia per un'irregolarità nel peso della vettura. Tutte queste sanzioni hanno consentito a Vergne, attuale leader del mondiale, di partire davanti a tutti.

Vergne ha preso il via molto bene: il francese ha conquistato la testa della corsa davanti a di Grassi e Lynn. Nella parte centrale della gara, prima del cambio macchina, Vergne si è dovuto vedere dal pressing esercitato da di Grassi, rimasto alla finestra senza cercare l'attacco. Vergne ha mantenuto la testa della corsa dopo la sosta, ma di Grassi ha cercato subito il sorpasso, senza successo. Il brasiliano ci ha provato in tutti i modi nell'ultima fase di gara, consentendo anche a Bird di avvicinarsi al duo di testa. ma non è riuscito nel suo intento.

Più indietro, Buemi è riuscito a sopravanzare Bird nel corso del quarto giro. L'inglese della DS Virgin Racing, dal canto suo, non si è perso d'animo, e ha sopravanzato di forza Lotterer per la settima posizione durante la tornata numero sette. Lotterer, apparso in grande crisi in questa fase di gara, è scivolato ulteriormente subendo i sorpassi, tra gli altri, di Engel e Da Costa.

Bird ha poi restituito il favore a Buemi, messo nei guai da una foratura. Lo svizzero si è visto costretto ad un cambio macchina anticipato, che ha di fatto compromesso la sua corsa. Salito in quarta posizione dopo il cambio macchina, Bird è salito sul gradino più basso del podio dopo il rientro ai box di Abt. Al tedesco della Audi non erano state allacciate correttamente le cinture durante la sosta: un errore, questo, che gli ha rovinato la gara.  

Quarta posizione per Mitch Evans, in forza alla Jaguar, autore di una grande rimonta dalla sedicesima piazzola in griglia; seguono il britannico della DS Virgin Racing, Alex Lynn, e Felix Rosenqvist, della Mahindra. Settimo è Oliver Turvey, della NIO; completano la top ten Maro Engel, della Venturi; l'argentino della Dragon Racing, José Maria Lopez; e il suo compagno di squadra, Jerome d'Ambrosio.

Undicesimo è Antonio Felix Da Costa, in forza alla Andretti; seguono André Lotterer, della Techeetah, e il nostro Luca Filippi, della NIO. Quattordicesima posizione per Daniel Abt, davanti al francese della Renault e.dams, Nico Prost, a Tom Blomqvist, rookie della Andretti e a Edoardo Mortara, della Venturi.

Ritiro per Nick Heidfeld, della Mahindra. Nel corso del terzo giro, la monoposto di Heidfeld si è fermata improvvisamente; il reset operato dal tedesco non ha sortito alcun effetto, e Heidfeld è stato costretto ad abbandonare anzitempo la gara. Out anche Sébastien Buemi e Nelson Piquet Junior, della Jaguar.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento