Aziende

Garage Italia, Lapo Elkann cede il controllo alla svizzera Youngtimers

-

Lapo Elkann cede il controllo di Garage Italia alla holding svizzera Youngtimers nel contesto di una complessa operazione finanziaria

Garage Italia, Lapo Elkann cede il controllo alla svizzera Youngtimers

Lapo Elkann cede il controllo di Garage Italia: l'atelier milanese passa sotto l'egida della holding svizzera Youngtimers, di cui Elkann diventa uno dei principali azionisti. La complessa operazione finanziaria è partita da un aumento di capitale da 35 milioni di franchi per consentire alla holding operante nel settore del commercio di auto da collezione di perfezionare acquisizioni strategiche. La ricapitalizzazione è stata guidata dalla L. Holding Srl di Lapo Elkann, che diventa azionista con il 23,04% del capitale.

Garage Italia Customs, invece, è stata acquisita dalla Youngtimers Asset Company, un'azienda controllata dalla holding svizzera e a sua volta controllante della Youngtimers Classics di New York. La holding intende completare entro il 1° settembre, un rafforzamento patrimoniale da 33 milioni di franchi svizzeri per la Youngtimers Asset Company. La sede della società resterà in Svizzera, mentre le attività di personalizzazione, di produzione dei contenuti e le attività di sviluppo del mercato saranno condotte presso gli uffici di Garage Italia a Milano. Lapo Elkann rimarrà presidente non esecutivo di Garage Italia. 

«Gli investimenti di Youngtimers contribuiranno a portare le nostre competenze e la conoscenza del settore automobilistico da collezione sul mercato globale - spiega Elkann -. Abbiamo una grande visione e un forte team internazionale in Youngtimers AG, con Garage Italia che è una componente essenziale nella 'equity story' della società e la parte centrale del team, dimostrando la perdurante rilevanza di Milano come hub globale per l'innovazione e la leadership trasversale nel campo automobilistico, della moda, dello stile e del lusso di oggi».

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento