Genesis G90: l'ammiraglia asiatica in competizione con i marchi europei

  • di Automoto.it
Sfida le vetture europee cambiando radicalmente
  • di Automoto.it
30 novembre 2021

La risposta sudcoreana alle ammiraglie tedesche è la Genesis G90. Il brand premium di Hyundai ha svelato la sua nuova berlina di lusso che purtroppo non sarà presente nel mercato europeo.

La prima versione è stata introdotta nel 2016 e rinnovata nel 2018 ed è riconosciuta soprattutto in Oriente come una delle ammiraglie più lussuose del mercato.

La nuova Genesis, ovvero la seconda generazione, riprende i principali tratti estetici degli altri modelli della famiglia. Il look si caratterizza per linee semplici affilate, con la grande calandra anteriore con una grande mascherina esagonale e le due linee di LED che proseguono nella fiancata. Le cornici cromate dei finestrini e le modanature nelle portiere aggiungono eleganza alla fiancata, mentre il posteriore ha proporzioni robuste, non troppo elaborate, fanali sagomati e il montante posteriore che si raccorda al baule in modo morbido, con il lunotto visivamente inclinato.

All’interno della Genesis G90, molta attenzione ai particolari e allo sfruttamento dello spazio, che si preannuncia abbondante per chi viaggia dietro: i pellami dei sedili sono di provenienza italiana, le poltrone posteriori sono ortopediche (e regolabili su 14 posizioni: per il guidatore si arriva a quota 22); non mancano certo un sistema multimediale avanzato (con schermo di ben 12,3” e due display per chi occupa i posti posteriori da 9,2”) accoppiato a un impianto audio con 17 altoparlanti. 

Genesis non ha rivelato nessuna specifica tecnica della nuova G90. La precedente generazione è stata offerta in tre potenti varianti a benzina: il 3.3 V6 turbo da 370 CV, il 3.8 V6 aspirato da 315 CV e il 5.0 V8 aspirato da 425 CV.

Gli aiuti alla guida della Genesis G90 fanno capo al pacchetto Genesis Smart Sense: prevede la frenata d’emergenza, il cruise control adattativo, il rilevamento dei pedoni, l’avviso della presenza di ostacoli nella zona retrostante l’auto, il mantenimento della carreggiata, il dispositivo per ovviare all’angolo cieco, il controllo automatico dei fari abbaglianti, le telecamere perimetrali, un ampio head-up display per proiettare sul parabrezza le informazioni salienti e il sistema per prevenire colpi di sonno.

Dopo i SUV GV70 e GV80 e le berline G70 e G80, negli scorsi mesi si sono aggiunte la famigliare G70 Shooting Brake e le elettriche GV60 e G80. Per il momento, Genesis è arrivata nei mercati di Germania, Svizzera e Regno Unito, ma l’espansione potrebbe proseguire nei prossimi mesi e anni e toccare eventualmente anche l’Italia.

Ultime da News