novità

Incidente tra macchina a guida autonoma e moto. Incolpato il motociclista

-

Può questa essere un'anticipazione di cosa ci aspetta per il futuro del trasporto 'driverless'

Incidente tra macchina a guida autonoma e moto. Incolpato il motociclista

È successo in California, dove un motociclista è stato incolpato per la collisione con un veicolo autonomo, quando questo si è spostato contemporaneamente da una corsia del traffico a un'altra. 

L'episodio è stato reso noto dal produttore del veicolo stesso, la Cruise Automation, con base a San Francisco. A quanto pare la Chevrolet Bolt  a guida autonoma stava viaggiando al centro di una strada a tre corsie, quando dopo aver rilevato dello spazio alla sua sinistra a cominciato a muoversi verso quella corsia. A causa dell'accelerazione di un altro veicolo lo spazio si è ridotto e l'auto è tornata al centro della sede stradale, proprio quando un motociclista stava facendo la stessa manovra dalla parte opposta. 

Come conseugenza dell'urto, avvenuto a circa 50-60 Km/h, c'è stato solo un leggero dolore alla spalla per il centauro, che è riuscito a rialzarsi con le sue gambe senza troppi problemi. Ma a seguito delle analisi di tecnici e forze dell'ordine è apparso chiaro che il motociclista stesse tendando un sorpasso sulla destra in condizioni non idonee e per questo è stato ritenuto colpevole.

General Motors, la propietaria di CA, ha dichiarato che i test delle vetture vengono svolti in ambienti simili per avere dati più concreti e reali su cui basare lo sviluppo delle auto di domani. 

 

  • burro01, firenze (FI)

    comunque in aMMerica si può sorpassare da destra (su strade a due corsie o +)
  • Eraldo Carlo

    Bisogna premettere che quelli che stava effettuando l'auto con guida autonoma erano dei test. Perché sulle strade aperte al traffico credo che attualmente da nessuna parte nel mondo sia concesso ad una auto di circolare senza un conducente in controllo a bordo. E' evidente che se la responsabilitò fosse stata dell'auto la colpa sarebbe stata del conducente che non ha ripreso il controllo in caso di un errore del sistema di guida autonoma.
    In questo caso però il software non ha fatto nessun errore, indipendentemente dal fatto che abbia rilevato o meno il motociclista sulla destra, perché credo che neanche sulle highway americane sia consentito il sorpasso a destra in condizioni di traffico normale, esattamente come da noi. Anche perché una manovra per evitare l'incidente sarebbe stata comunque pericolosa, visto che la corsia di sinistra era occupata da altre auto probabilmente più veloci.
    Aggiungiamoci poi che il paragone con l'incidente mortsle dells Tesla dell'anno scorso penso che sia improprio. Il sistema che questa Chevrolet stava testando penso che sia molto più sofisticato e "attento" di quello attualmente implementato sulle elettriche di Musk.
Inserisci il tuo commento