normative

Light tuning: cerchi maggiorati, come essere in regola?

-

Dall'1 ottobre 2015 si possono montare cerchi aftermarket senza il nullaosta del costruttore. Ecco come fare per evitare multe e per essere sicuri di acquistare un cerchio di qualità

Light tuning: cerchi maggiorati, come essere in regola?

A partire dall'1 ottobre 2015 si potranno montare sull'auto cerchi e gomme di dimensioni maggiori di quelle previste dalla carta di circolazione senza dover richiedere il nullaosta della Casa costruttrice. La novità è introdotta dal disposto dal Decreto Ministeriale n. 20 del gennaio 2013 che prevede l'omologazione obbligatoria delle ruote e regolamenta il cosiddetto "light tuning". Dal 1° ottobre 2015 possono infatti essere venduti in Italia solo cerchi omologati secondo il DM 20 (omologazione NAD) o secondo il Regolamento europeo UN/ECE 124. 

 

Il Decreto si applica alle ruote destinate alle auto (veicoli rientranti nella categoria M1) e ai fuoristrada (M1G) destinati al trasporto persone, che abbiano almeno almeno 4 ruote e che possono ospitare un massimo di 8 posti a sedere oltre al sedile del conducente. 

Cerchi maggiorati: come essere in regola

Innanzitutto bisogna sottolineare che si potranno montare solo cerchi aftermarket omologati secondo regolamento NAD e non ECE. La normativa prevede che si possano montare cerchi e pneumatici di misura non previsti nella carta di circolazione della vettura nelle dimensioni comunque previste per un differente modello all'interno della medesima gamma

omologazione cerchi lega
Sul cerchio deve essere riportato il codice di omologazione. Per misure maggiori da quella riportata sul libretto l'omologazione richiesta è la NAD

 

Occorre rivolgersi ad un gommista che verificherà quali cerchi sono adatti all’auto, le possibili combinazioni cerchio/pneumatico e farsi rilasciare dall’installatore il certificato di conformità dei cerchi e la dichiarazione di corretto montaggio (allegato E del Decreto 20/2013). 

 

Ai sensi dell'articolo 77 del Codice della Strada è disposto il sequestro e la confisca del componente anche se installato in caso di cerchio non omologato. 

Carta di circolazione: aggiornarla o no? 

Se le misure di pneumatici che è possibile montare sono già indicate nella carta di circolazione, la carta di circolazione non deve essere aggiornata, ma è sufficiente tenere a bordo del veicolo la dichiarazione dell’installatore sul corretto montaggio e il certificato di conformità del cerchio. L’assenza a bordo di tali documenti comporta una sanzione amministrativa in base all'art. 180 comma 7 e comma 8 del Codice della Strada. 

 

Invece, l’installazione di ruote che prevedono misure di pneumatici diverse da quelle previste  originariamente dal costruttore comporta l’obbligo di aggiornare la carta di circolazione presentando domanda presso la Motorizzazione Civile (art. 78 Codice della Strada). L’aggiornamento è subordinato al collaudo presso l’Ufficio Motorizzazione Civile della provincia dove ha sede l’officina che ha eseguito l’installazione. Alla domanda devono essere allegati il certificato di conformità e la dichiarazione di installazione. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento