Veicoli commerciali

Mercedes-Benz nuovo Sprinter: connesso, interattivo e anche elettrico

-

Anche nel mondo dei veicoli commerciali cambia la mobilità, con digitalizzazione e urbanizzazione parole chiave delle imprese artigiane italiane cui il nuovo Sprinter si propone. Dotato di MBUX e a breve anche elettrico, eSprinter, parte a listino da 20.360 € puntando al 4.0

Poco da fare, gli Enti ce ne parlano, le Case spingono e per le strade si vede. Cosa? Il cambiamento della mobilità, soprattutto nelle maggiori città. Eppure il lavoro, talvolta frenetico, quello è sempre analogo per non dire crescente nelle grandi metropoli e i veicoli commerciali marciano a pieno ritmo, soprattutto per le consegne delle merci ordinate online. Uno dei leader storici di segmento, il Mercedes Sprinter, si rinnova e con la sua terza generazione, quella 2018 che strizza l’occhio alle PMI nazionali, il classico elemento tipico dell’economia italiana. Grazie a soluzioni di connettività e di gestione avanzate, il nuovo Sprinter si presenta in Italia a braccetto di Confartigianato, la più grande rete di rappresentanza ed erogazione di servizi alle piccole imprese. Il nuovo Mercedes-Benz Sprinter, grazie a un’evoluta infrastruttura IT, il collegamento in rete e un mix di tecnologie in grado di offrire una soluzione integrale, entra da protagonista nell’era dell’Impresa 4.0 con prezzi a partire da 20.360 euro.

Approccio integrale

Mercedes-Benz Vans si trasforma da costruttore a fornitore di soluzioni di trasporto e mobilità integrali. Il nuovo Sprinter è il primo risultato della filosofia adVANce. Forte delle più moderne possibilità di collegamento in rete e dei servizi di Mercedes PRO connect, il nuovo Sprinter diventa parte integrante dell’Internet delle cose. Controlling della flotta ulteriormente semplificato e comunicazione ottimizzata tra gestore e autisti sono solo due delle numerose innovazioni per rendere più facile ed efficiente il lavoro quotidiano. In questo modo le flotte raggiungono un nuovo livello nella gestione dei veicoli. Per il lancio sul mercato di Mercedes PRO connect come dotazione di fabbrica, in 19 Paesi europei vengono introdotti otto pacchetti con servizi centralizzati basati sulla flotta, sul veicolo, sul conducente e sulla posizione. Tra i principali servizi figurano, ad esempio, Stato del veicolo, Logistica del veicolo, Gestione della manutenzione e delle riparazioni ed un Registro di viaggio digitale. I nuovi servizi vengono utilizzati tra l’altro con il sistema multimediale completamente nuovo MBUX, un display HD con dimensioni fino a 10,25 pollici, un comando touchscreen ed un sistema di comando vocale intuitivo.

Interni nuovo Sprinter
Interni nuovo Sprinter

 

Le collaudate soluzioni con trazione posteriore o trazione integrale vengono integrate dalla trazione anteriore, come modello d’accesso. Per ragioni tecniche su questa versione il carico utile aumenta di circa 50 kg rispetto al modello precedente, mentre un bordo di carico più basso di 80 mm rende nettamente più confortevoli le operazioni di carico e scarico o salita e discesa. Tra gli highlight tecnici del nuovo Sprinter figurano due cambi per trazione anteriore di nuovo sviluppo: un automatico con convertitore di coppia a 9 marce (novità nel segmento Large Van) e un cambio manuale a 6 marce.

Ottimizzata nell’ergonomia e nel comfort, la cabina presenta qualità superiore, degne di Mercedes. Tra le ottimizzazioni meritano una menzione i sedili dalla conformazione ergonomica, la funzione di avviamento keyless e il climatizzatore migliorato. Il concept di soluzioni portaoggetti variabile consente di mantenere l’abitacolo sempre in ordine. In combinazione con la trazione anteriore, i passaruota caricabili e maggiori altezze del vano di carico arricchiscono le possibilità d’impiego del vano stesso. La capacità di carico massima misura 17 m3, il tonnellaggio raggiunge 5,5 tonnellate. I listelli di luci a LED assicurano condizioni di visibilità ottimali nel vano, mentre le porte posteriori possono essere aperte fino alle fiancate con facilità ancora maggiore. Tra i sistemi d’assistenza e regolazione del nuovo Sprinter, figurano una telecamera per la retromarcia con immagine nello specchietto retrovisore interno, un moderno pacchetto per il parcheggio con visuale a 360 gradi ed un sensore pioggia con sistema Wet Wiper integrato. Il liquido lavacristalli, guidato dai bracci del tergicristallo, viene spruzzato direttamente davanti alle spazzole e immediatamente deterso. Con questa terza generazione, Sprinter inaugura anche una nuova era per il design degli esterni, più curati, pensando che anche il veicolo commerciale svolge una funzione di rappresentanza e vanta un proprio linguaggio stilistico: sempre essenziale, con medesime proporzioni, ma relativamente attrattivo rispetto al passato.

Tantissime le varianti con tutti i tipi di trazione
Tantissime le varianti con tutti i tipi di trazione

1700 varianti

Furgone, Tourer, Telaio cabinato cassonato, Autotelaio o Testata motrice (passo compreso tra 3.250 e 4.325 millimetri) tre concept di trazione (per la prima volta è possibile optare per la trazione anteriore) configurazione della cabina, lunghezze della sovrastruttura, tonnellaggio (da 2,5 a 8,75  compreso rimorchio) e altezze del vano di carico: solo sulla base di questi parametri risulta una molteplicità di varianti dello Sprinter ulteriormente accresciuta. In questo modo è possibile realizzare oltre 1.700 differenti versioni, molte di più rispetto al modello precedente. Il ventaglio spazia dal semplice veicolo da cantiere fino allo shuttle dotato degli equipaggiamenti più pregiati. Pensando al target è interessante il prezzo di partenza, ovvero gli € 23.344 per i Furgoni e € 20.360 per i Telai (IVA esclusa) ovviamente si tratta delle più semplici versioni d’accesso con trazione anteriore. Il nuovo Sprinter sarà disponibile a durante il mese giugno, ma ordinabile da subito.

Diesel ma non solo

Il cavallo di battaglia per le maggiori percorrenze e carichi rimane sempre il motore diesel da 3 litri, potente e sofisticato, che con i suoi 190CV rimane l’unico sei cilindri nel segmento dei grandi van. In gamma anche un più piccolo diesel a quattro cilindri: con la trazione posteriore il propulsore da 2,1 litri genera a scelta tre diversi livelli di potenza (114CV, 143CV o 163 CV) con quella anteriore si spazia sugli stessi livelli ma con il maggiore che arriva fino a 177CV. Dal 2019 ci sarà anche la versione elettrificata, o meglio EV, parente stretta di eVito, che si chiamerà eSprinter. La promessa è quella di entrare più facilmente nelle aree a traffico limitato registrando costi di esercizio sul livello di quelli di modelli simili con motore diesel. Il nuovo eSprinter sarà offerto come versione Furgone con tetto alto. Con una capacità della batteria di 55 kWh, l’autonomia raggiunge 150 chilometri circa. Le batterie possono essere ricaricate completamente in otto ore. In questa configurazione il carico utile è circa 900 kg. Una seconda opzione è pensata soprattutto per impieghi in ambito urbano, per i quali l’autonomia assume un’importanza subordinata. In questo caso la batteria ha capacità di 41 kWh e l’autonomia può raggiungere 115 km circa. Il carico massimo cresce raggiungendo circa 1040 kg. Il tempo di carica è di sei ore.

Il classico Shuttle di alto livello è uno degli impieghi di Sprinter, presto anche elettrico
Il classico Shuttle di alto livello è uno degli impieghi di Sprinter, presto anche elettrico

 

“Nel settore della logistica e del trasporto, la variabilità e l’offerta di soluzioni idonee alle specifiche esigenze del Cliente rappresentano il principale fattore di successo – spiega Volker Mornhinweg, Responsabile Mercedes-Benz Vans - oggi non è più sufficiente disporre di un buon veicolo. Con una molteplicità di versioni mai raggiunta prima d’ora, nuovi servizi di connettività e una nuova generazione telematica, il veicolo si presenta come soluzione di sistema complessiva, perfettamente idonea alle differenti esigenze di trasporto e mobilità nell’impiego commerciale. In questo modo anche il nuovo Sprinter riesce nell’impresa che è già stata affrontata e vinta dai suoi predecessori: ridefinire ex novo il segmento dei van. La quintessenza dell’hardware compatto e intelligente e porterà al prossimo livello evolutivo il segmento, il lavoro dei nostri Clienti e il nostro business.”

“Più di 3,4 milioni di veicoli in 130 Paesi con le prime due generazioni dello Sprinter – dichiara Ulf Zillig, Overall Project Manager - ciò testimonia in modo inequivocabile che lo Sprinter è a suo agio in qualunque parte del mondo e deve poter soddisfare una gamma incredibilmente ampia di esigenze specifiche, in funzione di ciascun Paese e ciascun settore d’impiego. Con il nuovo Sprinter abbiamo ulteriormente arricchito la già ampia gamma dell’offerta. In virtù della connettività, il nuovo Sprinter apre nuove possibilità sul fronte dell’ottimizzazione dell’efficienza e dei processi, come nessun altro veicolo Mercedes-Benz Vans prima d’ora.”

 

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz Sprinter
Modelli top Mercedes-Benz
Maggiori info
Mercedes-Benz