anteprime

Nuova Kia ProCeed: ecco la shooting-brake “europea” della gamma [Video]

-

Abbiamo toccato con mano la nuova generazione ProCeed cinque porte che sarà al Salone di Parigi 2018. In strada nel 2019, con motori endotermici e una GT da oltre 200CV

Si legge e si scrive per intero, senza apostrofo: ProCeed, by Kia ovviamente. È l’ultima nata nella gamma che il costruttore coreano dedica in particolare all’Europa. Questa shooting brake dall’impronta sportiva è infatti figlia di studi e anche strutture del vecchio continente, uscendo dagli stabilimenti slovacchi su piattaforma K2. Una cinque porte che in versione GT si propone davvero fedele all’impronta estetica, con ben 204 CV.

Come è fatta

Connotata dal montante posteriore molto inclinato e un nuovo paraurti, con cerchi fino a 18’’ la ProCeed ha 4,6 metri di ingombro longitudinale ma è più bassa della wagon, ha però un passo di 2,65 analogo alle sorelle. È anche maggiore il vano bagagli sulla ProCeed, rispetto alla normale 5 porte: 594 litri fruibili anche aprendolo a distanza.

Tecnica & Motori

La nuova ProCeed sarà endotermica, benzina o gasolio, sempre turbo, come norma oggi. Le potenze vanno dai 120 (1.0 GDi) ai 204 CV (1.6 GDi) per i benzina mentre il diesel sta nel mezzo, con i 136CV del CRDi. Il cambio è, volendo, anche automatico doppia frizione con sette rapporti. Una serie di dettagli più pregiati della media di segmento generalista caratterizzano la ProCeed sotto il vestito, insieme all’assetto dedicato, ribassato, ci possono essere Torque Vectoring by Braking e gommatura Michelin Pilot Sport.

 

Dotazioni

Non sappiamo ancora i prezzi di listino ma in quanto a dotazioni in abitacolo ProCeed si trova un Infotainment su schermi 7” oppure 8”, ovviamente con Android Auto e Apple CarPlay. Di serie ci sono un po’ tutte le tipiche dotazioni di aiuto alla guida oggi in voga (per frenata, angolo cieco, parcheggio ecc.) con il cambio automatico che quando scelto si abbina ai Drive Mode Select e a uno Smart Cruise Control evoluto, con funzione Stop & Go. Interessante e comune ad altri nuovi modelli coreani in arrivo, il sistema che raggiunge così un Livello 2: nel traffico, permette di accordarsi mantenendo distanze e corsia.

  • FrankX

    Il gruppo Kia/Hyundai orami copre tutti i segmenti, fa macchine di sostanza, e nei paesi in cui questa conta più dei marchi "premium" specie per i costi sono ai vertici per affidabilità. Io guardo sempre le classifiche Canadesi, dove percorrenze giornaliere e clima sono davvero probanti. Io ci ho vissuto...
    Questo modello ha una sua personalità, anche se con molti richiami. Meglio cosi che buone macchine ma molto brutte, come alcuni marchi giapponesi. Peccato non sia prevista da subito una versione almeno mild hybrid per ogni potenza, con le evoluzioni delle restrizioni in molte grandi città diventa una necessità per chi ci abita, o si sarà costretti a cambiare auto fra pochi mesi: non tutti possiamo permetterci di cambiare auto in continuazione e perdere tanti soldi in svalutazione del mezzo. Io proprio no, ad esempio.
Inserisci il tuo commento