partnership

Opel: siglato accordo con Enel per la fornitura energetica

-

Il costruttore tedesco ha siglato un accordo con la principale società energetica italiana per sviluppare un’offerta commerciale dedicata ai possessori di Ampera

Opel: siglato accordo con Enel per la fornitura energetica

In occasione della decima edizione di H2Roma Energy&mobility show 2011, Opel e Enel hanno annunciato un’intesa per consentire ai futuri possessori di Ampera di ottenere una ricarica elettrica semplice, sicura e rispettosa dell’ambiente.

Come stabilito dall’accordo, tutti coloro che acquisteranno la nuova Opel Ampera potranno scegliere il pacchetto di ricarica “Enel Drive” con energia verde e in linea con le più stringenti normative di sicurezza.

L’intesa, infatti, comprende, oltre alla fornitura di energia prodotta da fonti rinnovabili, anche servizi ad hoc, come le verifiche tecniche per la valutazione della fattibilità tecnica dei lavori d’installazione del punto di ricarica privato del proprietario del veicolo, e l’attivazione di una fornitura dedicata.

L’obiettivo di Opel è rendere le soluzioni Enel parte integrante dell’offerta di Ampera, prossima al lancio sul mercato, e rendere la ricarica semplice, accessibile ed economica.

«Siamo molto soddisfatti di poter avviare questa collaborazione con Enel, collaborazione che si aggiunge a quella già siglata con Endesa in Spagna, volta a rendere ancora più semplice la ricarica per il cliente Ampera e effettivamente sostenibile dal punto di vista ambientale - ha dichiarato Roberto Matteucci, Amministratore Delegato General Motors Italia - l’accordo contribuisce a sostenere ancor più quella che è l’essenza di Ampera, una vettura elettrica ad autonomia estesa che cancella ogni compromesso di autonomia, prestazioni, design, spazio e, chiaramente, facilità di ricarica.»

«La collaborazione con Opel Italia rappresenta una preziosa opportunità per Enel - ha dichiarato Gianfilippo Mancini, Direttore della Divisione Mercato di Enel - la propulsione elettrica ad autonomia estesa costituisce infatti una soluzione tecnologica di grande interesse, capace di accrescere significativamente le potenzialità di sviluppo dell’auto elettrica nel prossimo futuro. Enel Energia è pienamente impegnata insieme a General Motors Italia nello sviluppo delle soluzioni di ricarica capaci di soddisfare tutte le esigenze di mobilità dei clienti della Ampera, grazie alla sua consolidata leadership nel mercato libero dell’energia e in quello nascente della mobilità elettrica.»

Capace di erogare una potenza massima di 160 CV, che si traducono in una velocità massima di 161 km/h per uno scatto verso i 100 km/h con partenza da fermo in 9 secondi, l'Ampera, ha già raccolto 7,000 prenotazioni a livello Europeo e arriverà in Italia a partire dall'inizio del 2012, promettendo un'autonomia di 80 km nella sola modalità elettrica, che può essere estesa fino a 500 km utilizzando il motore generatore.

Quattro le funzioni disponibili: Normal, Mountain, Sport e Hold Charge, quest'ultima in grado di avviare il motore generatore anche quando le batterie sono cariche, in modo da mantenere la carica
delle stesse, per poi utilizzarla nelle zone a traffico limitato, oppure nei centri abitati.

Spostandosi per esempio fra Roma e Bologna, è possibile partire dalla capitale in modalità completamente elettrica e attivare la modalità Hold Charge appena fuori città per viaggiare in autostrada ad autonomia estesa, mantenendo così cariche le batterie. Appena arrivati alle porte di Bologna sarebbe quindi possibile disinserire la funzione sopracitata per ritornare in modalità completamente elettrica, annullando quindi le emissioni in città.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Opel