Attualità

Seggiolini antiabbandono: obbligo dal 7 novembre

-

Pochi giorni per mettersi in regola con le nuove disposizioni

Seggiolini antiabbandono: obbligo dal 7 novembre

Dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti arriva il chiarimento che mette fine alle ipotesi sulla nuova normativa in fatto di sicurezza per i bambini in auto: come si apprende da una nota ufficiale, “Il regolamento di attuazione dell'articolo 172 del nuovo Codice della Strada in materia di dispositivi antiabbandono, pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale, entrerà in vigore 15 giorni dopo, il 7 novembre del 2019, ai sensi dell'art. 10 delle preleggi“.

Restano una manciata di giorni, quindi, per mettersi in regola e per sfuggire ad eventuali sanzioni per chi fosse trovato in auto con bimbi a bordo senza dispositivi d’allarme, la cui funzione è prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni, che si attivano nel caso di allontanamento del conducente, integrati nel seggiolino o anche indipendenti dal sistema di ritenuta del bambino.

Per agevolare l'acquisto di tali dispositivi, ricordiamo, è stato istituito nel Decreto Fiscale un fondo, attivo per due anni ed utile al riconoscimento di un contributo di 30 euro per ciascun dispositivo acquistato, le cui modalità attuative saranno disciplinate da un prossimo decreto congiunto del MIT e del Ministero delle Finanze, che verrà stilato entro massimo 15 giorni dall’entrata in vigore del provvedimento sui seggiolini antiabbandono.

I soldi stanziati (15 milioni di euro) si prevede possano soddisfare poco più di mezzo milione di utenti nel 2019 e solo solo 33.300 il prossimo anno, vale a dire circa il 30% dei potenziali interessati al provvedimento

Come dire… fate presto, se volete l’incentivo!

  • Egocentrifugato, Bologna (BO)

    pochi genitori hanno un problema di memoria, per il quale si obbligano milioni di genitori a spendere soldi per un sistema che dopo quattro anni, diverrà obsoleto.
    Demenza pura.
Inserisci il tuo commento