Loading
attualità
13 dic 2018

Targa straniera: trucco su Whatsapp, nuova legge aggirata

Su Whatsapp si offre a cittadini rumeni un contratto di comodato d'uso, che permette di aggirare la nuova norma che impone l'immatricolazione con targa italiana a stranieri residenti in Italia da più di 60 giorni

Fatta la legge, trovato l'inganno: il vecchio adagio vale anche per la nuova norma contenuta nel decreto sicurezza che vieta agli stranieri residenti in Italia da più di 60 giorni di circolare con una targa straniera.

Qualcuno ha però già trovato un escamotage: gira su Whatsapp una proposta, come riporta Il Sole 24 Ore, diretta a cittadini rumeni. Chi offre la scappatoia promette un contratto di comodato d'uso di un anno, presumibilmente con un'azienda. 

La legge, infatti, permette di utilizzare una targa estera senza limiti di tempo ai dipendenti di società con sede all'estero in Italia per ragioni di lavoro. «Ti offriamo un contratto di comodato per poter circolare senza problemi sul territorio dello stato italiano. Entro una settimana dalla firma del contratto circoli legalmente in ogni stato della UE», recita l'offerta.

Intanto la stretta sull'abuso delle targhe straniere, che permetteva di aggirare oneri e sanzioni, ha fatto le prime vittime. A una settimana dall'entrata in vigore i Carabinieri della Stazione di Martellago hanno multato e confiscato il veicolo a un cittadino di origine rumena e ad una moldava.

Qualche giorno fa era incappato nelle nuove regole un altro rumeno residente a Ravenna, che ha saldato immediatamente in contanti la multa da 712 euro. A questa si aggiunge il fermo amministrativo del veicolo e l'obbligo di reimmatricolazione in Italia entro 180 giorni.

 

Leggi anche
Primo test  

Skoda Kodiaq RS, 240 CV diesel firmati Rally Sport [Video]

di Emiliano Perucca Orfei  
News 

Audi A4 2020, le prime foto spia

di Automoto.it  
News 

Audi RS Q3, ecco le foto spia del SUV

di Automoto.it