Tesla Cybertruck: arrivano nuove informazioni in vista del 30 novembre

Tesla Cybertruck: arrivano nuove informazioni in vista del 30 novembre
Pubblicità
Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
A pochi giorni dal debutto ufficiale a Austin (Texas) il Cybertruck è paparazzato quasi ovunque in livrea inox e wrap nero. E le schede tecniche fioccano...
  • Carlo Bellati
  • di Carlo Bellati
11 novembre 2023

Cinque metri e 67 cm di lunghezza: per essere un "light truck" non è nemmeno il più grande, ma è chiaro a tutti che il Cybertruck ha il suo terreno ideale negli Stati Uniti, dove nei prossimi giorni (il 30 novembre) farà il suo debutto nel lineup dei veicoli Tesla, dopo quattro anni dalla prima comparsa in pubblico. Anche il metro e 80 di altezza fa una certa impressione, ma alcune off-roader di casa nostra sono confrontabili. Le altre dimensioni sono degne di nota ma già meno sensazionali: 185 cm di piano di carico, 130 di larghezza (quelli europei però arrivano solo a 1 metro) e molto spazio interno.  

Le prime immagini del Cybertruck nel 2019
Le prime immagini del Cybertruck nel 2019

Il passo è di 363 cm e l'abitacolo può ospitare comodamente quattro persone con oltre 160 cm di larghezza a livello delle spalle davanti e 157 dietro. Quanto alla capacità di traino, uno dei dati che più contano per il mercato americano, siamo a quota 5 tonnellate, e in molti ricordano la sfida fra il prototipo Tesla e il Ford F-150 Lightning che venne vinta da Elon Musk benché i numeri del Ford siano migliori (oltre 6.300 kg) e il cimento sia stato contestato. Per quanto riguarda la massa i numeri sono anch'essi da capogiro: la versione a 2 motori pesa 3.025 kg, quella tri motor 3.125. 

Una vista da sotto del Tesla Cybertruck a tre motori; l'asse posteriore è sterzante
Una vista da sotto del Tesla Cybertruck a tre motori; l'asse posteriore è sterzante

Se arrivasse da noi... Patente B

Per il momento il Cybertruck non lascerà gli Stati Uniti; in Europa non lo vedremo, anche se si è parlato a lungo di una versione più piccola per il Vecchio Continente. Ad ogni modo qualcuno potrebbe anche importarlo e immatricolarlo privatamente e in questo caso - viste le masse in gioco - quale tipo di patente sarebbe necessaria? Il peso in condizioni d'uso farebbe pensare alla patente C, ma il Ministero dei Trasporti ha chiarito con una circolare dello scorso dicembre che per i veicoli N2 con propulsione alternativa (elettrica in questo caso) venga annotata sul libretto la cosiddetta "massa supplementare" (in pratica la batteria) e che questa venga sottratta dalla massa a pieno carico, riportando il veicolo nella categoria inferiore alle 3,5 tonnellate, per i quali basta appunto la patente B conseguita da almeno due anni.

Pubblicità