sicurezza

Volvo: stop agli incidenti con i ciclisti, l’auto comunicherà con il casco

-

In anteprima al CES 2015 di Las Vegas Volvo presenterà una tecnologia per mettere in comunicazione i ciclisti con le auto. Obiettivo: azzerare gli incidenti

Volvo: stop agli incidenti con i ciclisti, l’auto comunicherà con il casco

Sarà svelata in anteprima mondiale al prossimo CES 2015 di Las Vegas, la fiera dell’elettronica di consumo, una tecnologia che permetterà di mettere in comunicazione i caschi dei ciclisti con le automobili.


Già a partire dalla primavera del 2013 tutte le nuove Volvo sono dotate del sistema di Frenata Automatica City Safety. Il dispositivo realizzato da Volvo Cars utilizza un radar e una telecamera per rilevare la presenza di ciclisti e, basandosi su sensori a tecnologia avanzata, è in grado di applicare automaticamente l’intera forza frenante nel caso in cui l’automobile sia in procinto di entrare in collisione con il ciclista.


Ora però Volvo va oltre con una nuova tecnologia. Sviluppato in collaborazione con POC (produttore svedese di attrezzature sportive protettive) ed Ericsson (fornitore svedese di apparati per telecomunicazioni), il sistema consiste in un dispositivo capace di stabilire una comunicazione tra auto e ciclista e di emettere avvisi di prossimità ai conducenti di una Volvo e ai ciclisti stessi, evitando così gli incidenti.

volvo CES2015 (3)
Un segnale emesso dal casco avvisa il ciclista della potenziale situazione di pericolo


Utilizzando una comune app per smartphone dedicata a chi va in bicicletta (Strava ad esempio), la posizione del ciclista può essere condivisa con l’automobile - e viceversa - tramite il cloud Volvo. Se viene calcolata la possibilità di una collisione imminente, entrambi gli utenti della strada verranno avvertiti, così da essere messi in condizione di compiere le azioni necessarie per evitare un potenziale incidente.

 

Il conducente di una Volvo verrà avvisato della presenza di un ciclista nei pressi dell’auto tramite un segnale visualizzato sul display ad altezza occhi – persino se il ciclista si trova in un punto cieco, ad esempio dietro una curva o dietro un altro veicolo, o se è scarsamente visibile, quando è buio. Il ciclista verrà a sua volta avvisato per mezzo dell’accensione di una spia luminosa montata sul casco.


 Secondo quanto rivelano i dati sugli incidenti stradali, il 50% di tutte le morti dei ciclisti è stata causata dalla collisione con un’automobile. La maggior parte degli scontri mortali per i ciclisti verificatisi in un punto di raccordo stradale è avvenuto in prossimità di incroci.


L’ambizioso obiettivo di questa collaborazione fra Volvo Cars, POC e Ericsson è quello di azzerare gli incidenti fra auto e biciclette.

 

Volvo mostra il funzionamento del nuovo sistema per mettere in comunicazione auto e bici

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento