6 ore Spa

WEC, 6 ore di Spa: vince Toyota

-

Toyota vince la 6 ore di Spa 2021, sul gradino più alto del podio la GR010 n.8 di Sebastian Buemi, Kazuki Nakajima e Brendon Hartley

WEC, 6 ore di Spa: vince Toyota

Nella prima gara stagionale del mondiale Endurance, ad imporsi nella 6 ore di Spa è stata come l'anno scorso la Toyota: l'equipaggio vincente è stata  la GR010  n.8 formato da Sebastien Buemi, Kazuki Nakaijima e Brendon Hartley. Il trio ha preceduto di un minuto e sette secondi l'Alpine guidata da Andrè Negrao, Nicolas Lapierre e Matthieu Vaxivière. Invece la Toyota n.7 affidata a Mike Conway, Kamui Kobayashi e Josè Maria Lopez, che ieri aveva conquistato la pol, si è dovuta accontentare del gradino più basso del podio.

Gara molta incerta fino alla fine, infatti Sebastien Buemi, Kazuki Nakaijima e Brendon Hartley sono riusciti a vincere la prima gara delle Hypecar nonostante una penalità di cinque secondi per un uscita pericolosa dai box dopo un pit stop, facendo una sosta in meno dell'Alpine di Andrè Negrao, Nicolas Lapierre e Matthieu Vaxivière, e sfruttando gli errori dell'altra Toyota di Mike Conway, Kamui Kobayashi e Josè Maria Lopez.

Infatti il momento decisivo della 6 ore di Spa è stato a tre ore dalla bandiera a scacchi, quando Josè Maria Lopez ha tamponato la Porsche di Richard Lietz nell'ultima chicane, che ha danneggiato la macchina e causato anche la foratura della posteriore destra. Successivamente Kobayashi nel tentativo di rimontare è finito nella ghiaia è stato doppiato, e la Toyota n.7 si è dovuta accontentare della terza posizione. 

Nella classe LMGTE Pro dominio della Porsche n.92 affidata a Kevin Estre e Neel Jani che hanno conquistato la sedicesima posizione nella classifica generale, ed inflitto un distacco di trentaquattro secondi alla Ferrari di Alessandro Guidi e e James Calado. Completano il podio l'altro equipaggio della Scuderia di Maranello composto da Daniel Serra e Miguel Molina.

In LMGTE AM vittoria della Ferrari preparata dal Team AF Corse  condivisa da Francois Porrodo, Nicklas Nielsen e Alessio Rovera, che ha preceduto di quarantaquattro secondi l'Aston Martin guidata da Ben Keating, Dylan Perreira e Felipe Fraga. Anche in questa classe la Ferrari porta due macchine sul podio, con il trio formato da Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Antonio Fuoco terzi, alle loro spalle la seconda Ferrari della AF Corse di Giancarlo Fisichella, Thomas Flohr e Francesco Castellacci.

 

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento