WRX

WRX 2019. Canada 3-Rivieres. Il RallyCross del Canada è di Andreas Bakkerud (Audi)

-

In difficoltà i fratelli Hansen con le Peugeot, è via libera per Gronholm, che si impone all’intermedio, e per Bakkerud che non sbaglia la domenica. Bakkerud vince semifinale e finale ed è ora secondo nella graduatoria del Mondiale

WRX 2019. Canada 3-Rivieres. Il RallyCross del Canada è di Andreas Bakkerud (Audi)

Trois-Rivières, Canada , 4 Agosto. Ci si aspettava, a dire il vero, la passerella “offshore” delle Peugeot dei Fratelli Hansen, e si era piuttosto interessati a capire chi dei due finirà per avere la meglio nella guerra fratricida che anima il Mondiale Rallycross 2019. Così ci abbiamo messo un po’ a capire che, oltre Oceano, il Team  Hansen JPM ha incontrato le più grandi difficoltà dall’inizio della stagione.

Invece ha finito per essere il Gran Premio perfetto per Andreas Bakkerud, non… perfetto nelle fasi di qualifica ma infallibile nel turni cruciali della Domenica.

A dire il vero Bakkerud aveva vinto la prima “heat” davanti allo spettacolare Liam Doran, autore di un paio di “numeri” da leggenda del Rallycross, ma aveva sbagliato nella seconda manche che aveva decretato il via libera a Niclas Gronholm, Hyundai, apparso più preciso e di gran lunga più determinato a portare finalmente l’attacco risolutore. Bakkerud aveva chiuso all’ottavo posto in un’atmosfera densa di anomalie. La prima di queste era la latitanza delle Supercar Peugeot, che come massima espressione del proprio potenziale potevano registrare solo il quinto posto di Timmy Hansen nella sfida inaugurale, peraltro globalmente vanificato dall’incidente dello stesso Timmy nella manche successiva.

La formula del Mondiale Rallycross è indovinata anche per il fatto che, con due sole manche di qualificazione il sabato, i tecnici dei team hanno il tempo sufficiente per mettere a punto le regolazioni ideali per la Gara, o per lo meno per risolvere i problemi macroscopici che possono essersi presentati.

I più in forma nelle due manche di qualifica di domenica risultano, così, essere oltre a Gronholm, che si conferma con un secondo e un primo posto, Timerzyanov, Hyundai, Chicherit, Renault, e Baumanis, Ford. Di Bakkerud è ancora difficile “fidarsi”, perché al terzo posto ottenuto nella terza manche aggiunge l’opaco undicesimo della quarta. Il norvegese accede comunque alle semifinali dalla porta principali e si pone al secondo posto del conteggio provvisorio al termine delle manche di qualifica. Primo è ancora Niclas Gronholm. Le Peugeot non hanno risolto e vanno al riposo con il solo nono posto ottenuto da Kevin Hansen. Per la prima volta Timmi Hansen è fuori dalle griglie di semifinale e chiude una difficile trasferta con il tredicesimo posto, prima “riserva”.

Kevin Hansen, tuttavia, vendica il “torto” subito dalla famiglia escludendo dalla finale Gronholm (in realtà è Gronhoilm che sbaglia strategia al Joker Lap), e la prima semifinale è vinta da Timerzyanov davanti a Baumanis e, appunto Kevin Hansen.

La seconda semifinale rettifica definitivamente l’assetto del Rallycross del Canada con l’exploit di Bakkerud che, rotti gli indugi dalla partenza, non ha difficoltà a regolare Chicherit e Marklund. Liam Doran è il primo degli esclusi.

Finale da manuale. Bakkerud mette il “muso” della Peugeot davanti a tutti, registra il giro più veloce e conduce l’intera finale al comando. Niente da fare per il pur bravo Baumanis, autore del migliore scatto alla partenza, ma secondo all’arrivo, e per Timerzyanov che comunque conclude al terzo posto registrando un altro risultato di rilievo pur con una sospensione rotta. Non è giornata Hansen, e lo si vede anche nell’epilogo quando Kevin viene squalificato dopo il contatto che ha messo KO Marklund.

Bakkerud non vinceva da quasi 1.000 giorni, ovvero dalla vittoria del Rallycross di Argentina del 2016, e improvvisamente è anche il Pilota che riapre il Mondiale conquistando il secondo posto che, alla vigilia, era di Timmy Hansen. In testa resta Kevin con 143 punti, ma Bakkerud è ormai a 5 punti dal leader.

Tre gare alla fine del Mondiale. Ora si torna in Europa per il Rallycross di Francia. Bretagna, Loehac, fine agosto.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento