Prova su strada

Bentley Continental GT Speed Convertible

British power
-

Le nuova Bentley GT Speed Convertible è una supercar dalle prestazioni sensazionali, capace di regalare un'esperienza di guida indimenticabile. Puro stile British, non sacrifica il confort sull'altare delle performance. Peso importante

Bentley Continental GT Speed Convertible

Siamo nel bel mezzo di una bellissima giornata invernale sul lago di Como. Con quale macchina potremmo andare a trovare George Clooney? Ci vorrebbe di certo qualcosa di esclusivo, esteticamente intrigante, con un motore “prepotente” e, vista la presenza del lago, non ci dispiacerebbe una cabriolet. Che cosa ne dite di scegliere una 12 cilindri, con 625 CV e 325 km/h di velocità massima?

 

Sicuramente state pensando alla solita supersportiva dalle prestazioni mozzafiato ma scomoda nella vita di tutti i giorni. E invece no, perché l'auto che abbiamo scelto oltre ad essere incredibilmente comoda (l'abitacolo ha ben 4 posti) è anche una davvero raffinata, in puro stile British.

 

Stiamo parlando della nuova Bentley Continental GT Speed Convertible, che, abbiamo provato in una colorazione giallo Cytric (una tinta voluta, si dice, dallo stesso “patron del Gruppo Volkswagen Fernand Piech). Con la Continental GT Speed Convertible passare inosservati è davvero impossibile. Il merito è non solo degli esclusivi cerchi in lega da 21 pollici ma anche del sound rauco e inconfondibile del 12 cilindri.

Prestazioni incredibili e comodità, immersi nel lusso

Ci mettiamo al volante di un'auto eccezionale, con un peso di certo non indifferente, che sfiora i 2.500 kg, ma con prestazioni da vera supersportiva a 2 posti secchi. La Bentley Continentanl GT Speed invece può essere guidata in assoluto relax, con le sospensioni impostate su “soft” ed il cambio in D. Se se vogliono prestazioni mozzafiato in ogni caso è possibile scegliere una taratura delle sospensioni più dura e impostare la modalità di guida su “Sport”, che cambia la risposta di cambio, sterzo e acceleratore. In quest'ultimo caso abbiamo tra le mani una supersportiva capace di scattare da 0 a 100 km/h in 4,4 sec e di raggiungere una velocità massima incredibile per una cabriolet, pari a 325km/h. Un risultato che mette quest'auto in diretta competizione con vetture del calibro di Lamborghini, McLaren, Ferrari ecc.

bentley continental gt speed convertible (25)
La Bentley Continental GT Speed Convertible offre prestazioni sopra alle righe, ma anche un un comfort ad altissimo livello

 

La nuova GT Speed Convertible cela dietro i piaceri sensoriali di una lussuosa Gran Turismo decappottabile le sconvolgenti prestazioni di un W12 biturbo da 625 CV e 6.000 cc. La trasmissione a otto rapporti ravvicinati, le sospensioni potenziate e ribassate e lo sterzo con nuova messa a punto assicurano un’accelerazione dirompente rispetto al modello precedente, con un contemporaneo miglioramento fino al 15% nei consumi. La precisione di guida e la reattività è degna di una supersportiva ma questo non compromette il rinomato comfort di guida tipico di ogni Bentley. In più la trazione integrale permanente, di origine “Audi quattro”, garantisce un’aderenza e un’erogazione di potenza ottimali in qualsiasi condizione stradale.

La nuova GT Speed Convertible cela dietro i piaceri sensoriali di una lussuosa Gran Turismo decappottabile le sconvolgenti prestazioni di un W12 biturbo da 625 CV e 6.000 cc

Le Bentley “Speed”

Benché il nome Speed sia ritornato sulle scene ad agosto 2007 con la prima generazione di Continental GT , le sue origini risalgono all’epoca di W.O. Bentley, con il modello Speed “3 Litre” del 1925 e in seguito con il modello vincitore a Le Mans, ovvero la leggendaria Speed Six. Anche la prima Bentley Speed era una Gran Turismo decappottabile: offriva ai pionieri dell’automobilismo l’opportunità di apprezzare una guida all’aria aperta con incredibili, almeno per l’epoca, prestazioni capaci di portare la vettura a toccare i 160 Km/h. A confronto, la moderna GT Speed Convertible da 325 Km/h è oltre due volte più veloce della sua progenitrice ma è anche nettamente più comoda.

bentley continental gt speed convertible (19)
Gli interni della Continental GT Speed Convertible sono realizzati a mano

Esterni: design British Style

La Cabrio britannica è lunga 4,80 metri e larga 1,95, le linee sono possenti e dinamiche ma ricalcano i “classici” Bentley con il risultato di avere un'auto molto fascinosa e sexy. La Continental GT Speed Convertible si distingue per la griglia del radiatore a nido d’ape brunita, i cerchioni in lega “Speed” da 21 pollici, esclusivi per questo modello, ed  i tubi di scarico ellittici a sezione larga, che  hanno una finitura interna rigata. Un ulteriore e raffinato tocco di design si svela non appena si apre il cofano: il collettore di aspirazione nero in esclusiva per i modelli Continental “Speed” e lo stemma della “B” alata che incorona la calandra del radiatore spiccano su uno sfondo in smalto nero.

bentley continental gt speed convertible (46)
Gli scarichi ellittici tradiscono la presenza del W12 biturbo da 6.0 litri in grado di produrre 625 CV

 

Sulle fiancate si notano i parafanghi anteriori e posteriori maggiorati, che conferiscono alla vettura una sensazione di movimento e potenza. Le sospensioni ribassate di 10 mm (rispetto alla versione da 575 CV) ed i cerchi da 21 pollici a 10 razze, moderni e classici insieme, esaltano ulteriormente l’aspetto, mantenendo sempre intatta l’eleganza Bentley. Pur con prestazioni da supercar, alla GT Speed Convertible non servono spoiler aggiuntivi: il discreto bordo sullo sportello del bagaglio a doppio ferro di cavallo è già sufficiente per creare tutta la deportanza necessaria, persino a 325 Km/h. Se il cofano è, come vuole la tradizione, lungo ed imponente anche il bagagliaio non è da meno. Sulla versione Convertible naturalmente spicca la bella capote nera in tela, che caratterizza molto quest'auto, soprattutto grazie al contrasto giallo/nero dell'esemplare in prova.

La nuova Continental GT Speed Convertible offre il lusso e l’eleganza di una coupé, ovvero della sorella GT Speed,  ma basta premere un pulsante per trasformarla in pochi secondi in una Gran Turismo Cabrio che non passa inosservata

Cabrio: l’emozione della strada aperta, 365 giorni l’anno

La nuova Continental GT Speed Convertible offre il lusso e l’eleganza di una coupé, ovvero della sorella GT Speed,  ma basta premere un pulsante per trasformarla in pochi secondi in una Gran Turismo Cabrio che non passa inosservata. La capote a quattro strati assicura livelli ottimali di raffinatezza e isolamento acustico. Sottoposta a test esaustivi in ogni sorta di condizione climatica, da - 30°C a 50°C e oltre, resiste persino alle piogge “monsoniche” e mantiene un ambiente caldo, confortevole e privo di correnti d’aria anche nelle giornate più fredde. Ovviamente il bagagliaio, che deve contenere la capotte, soffre un po’, offrendo 261 litri di capienza, e quindi una spazio sufficiente per un viaggio lungo un week-end.

bentley continental gt speed convertible (37)
Il poderoso W12 da 6.0 litri biturbo eroga 625 CV e 800 Nm

Interni: il lusso elegante e raffinato si sposa con la più moderna tecnologia

Gli interni partono dagli esclusivi battitacco con il logo Speed in alluminio. Poi tutto l’abitacolo viene caratterizzato dal design moderno e sportivo, con richiami alle classiche Bentley con cromature e tocchi di stile. Nell’abitacolo realizzato a mano, la GTC  mette a disposizione quattro posti caratterizzati da meravigliosi rivestimenti in pelle trapuntata. La Bentley protagonista della nostra prova offre una caratteristica finitura in fibra di carbonio satinata per il cruscotto e la console centrale che contrasta elegantemente con le cromature.

bentley continental gt speed convertible (41)
La versione Convertible è dotata di una classica capote in tela, che garantisce un comfort acustivo di altissimo livello agli occupanti

 

La seduta è comoda, ma con impostazione sportiva e quindi piuttosto in basso. Infatti la linea di cintura è alta, quindi ci si ritrova letteralmente immersi nel lusso. Avremmo preferito una regolazione del volante un po’ più ampia, soprattutto in lunghezza, e abbiamo trovato i paddles del cambio, troppo alti e distanti dal volante per la guida sportiva. In più le leve di selezione del cambio rischiano di causare un po’ di confusione con il deviatore frecce.

Sistema multimediale: completo ma non velocissimo

Il sistema di infotainment include tutte le funzioni oramai standard negli alti di gamma, dal navigatore, al settaggio delle sospensioni, fino alle informazioni sul traffico in tempo reale e la radio e alla TV digitale, visibile solo quando si è fermi ovviamente. Abbiamo trovato un po’ lenta la reazione del software ai comandi del touchscreen. Il sistema non è velocissimo nell'esecuzione e questo può risultare un po’ fastidioso mentre si guida. Il sistema offre 15 GB di spazio disponibile per la musica oltre alla possibilità di riprodurre i brani tramite iPhone, MP3, caricatore CD da sei dischi o SD card. E non manca un vero tocco di classe: le impostazioni del bilanciamento audio si regolano automaticamente quando si apre la capote, per compensare il cambiamento nell’ambiente di ascolto.

La Bentley ha veramente un motore unico, derivato dall’incredibile 12 cilindri a W Audi, ovvero con 3 bancate da 4 cilindri, 2 turbocompressori, 48 valvole e 6.000 cc che danno un potenza di 625 CV a 6.000 giri ed una coppia “monstre” di 800 Nm

Il 12 cilindri: potenza pura, British Power

La Bentley ha veramente un motore unico, derivato dall’incredibile 12 cilindri a W Audi, ovvero con 3 bancate da 4 cilindri, con 2 turbocompressori, 48 valvole e 6.000 cc che danno un potenza di 625 CV a 6.000 giri ed una coppia “monstre” di 800 Nm costante tra i 2.000  e i 5.000 giri/min, per garantire in ogni momento una ripresa esaltante.  Solo a leggere i dati già ci si emoziona. Come tutti gli altri modelli che montano il motore W12, la GT Speed Convertible ha un sistema di recupero dell’energia. Il motore riesce ad erogare in maniera morbida o rabbiosa grazie al cambio automatico a 8 marce con “paddles” al volante . Insieme alla trasmissione Quickshift a otto rapporti ravvicinati, questo sistema permette di ottenere un miglioramento pari al 15% del risparmio di carburante e delle emissioni di CO2 rispetto alla Speed di prima generazione, con un proporzionale aumento dell’autonomia.

bentley continental gt speed convertible (50)
La griglia della calandra nera permette di riconoscere la più prestazionale versione Speed

Telaio: ribassato, dalle linee più decise e coinvolgenti

Con un’eccellente rigidità torsionale il telaio della Continental GT Speed Convertible è ideale per un’esperienza di guida dinamica, precisa nelle traiettorie, anche in piena accelerazione. Le sospensioni anteriori a doppi bracci trasversali in alluminio e l’assetto posteriore multi-link trapezoidale presentano molle pneumatiche e ammortizzatori riprogettati per un’agilità e un controllo superiori, senza compromettere il comfort di guida. Il sistema auto-livellante è impostato 10 mm più in basso rispetto alla Continental GT Convertible da 575 CV. Il risultato è un maggiore controllo nelle curve più impegnative e un’agilità superiore; inoltre, poiché lo sterzo svolge un ruolo fondamentale nel fornire un feedback preciso e reattivo al guidatore, è stato ricalibrato anche il sistema Servotronic per la specifica Speed.

bentley continental gt speed convertible (44)
Con una velocità massima di 325 km/h la Continental GT Speed Convertible è la carbio 4 posti più veloce del mondo

625 CV, trazione integrale e 8 marce

Come ogni modello Bentley Continental, anche la GT Speed Convertible offre la stabilità della trazione integrale permanente, con un rapporto 40:60 a favore del retrotreno che permette ai conducenti più esperti di controllare l’allineamento della vettura tramite l’acceleratore. La ripartizione di coppia a favore del retrotreno riduce a sua volta il sottosterzo nelle curve più impegnative mentre il sistema ripartisce la coppia tra gli assali anteriore e posteriore per una tenuta ottimale in ogni condizione climatica e stradale. Ne deriva un connubio esaltante di prestazioni e praticità, una Bentley in grado di affrontare un viale assolato o un passo alpino innevato con lo stesso, imperturbabile aplomb.

La Bentley ruggisce aggredendo la strada, compiendo sorpassi fulminei e poi magari curva e contro curva con un'ottima precisione nonostante il peso di 2.500 kg

 

Per avere una supercar basta spostare il selettore del cambio sulla modalità Sport per scoprire la duplice personalità della nuova GT Speed Convertible, capace di offrire una risposta dell’acceleratore ancor più marcata, di cambiare marcia a regimi più alti e di scalare più velocemente tramite il sistema Block Shifting (per esempio passando dall’8a alla 4a marcia) per un’accelerazione subito accessibile. Avremmo comunque preferito un sistema di “settaggio” tipo quello delle Audi più sportive, con la possibilità di scegliere diverse modalità di guida, da Eco a Sport, potendo scegliere ogni parametro, ad esempio sterzo, cambio, apertura scarico in maniera individuale. Infatti se ad esempio si viaggia in “manuale” lo scarico resta aperto, ed un autostrada alla fine rimane un po’ fastidioso.

bentley continental gt speed convertible (7)
La versione Speed si identifica grazie ad una serie di dettagli esclusivi, a partire dai battitacco con logo dedicato

 

Su strada statale la GT Speed Convertible sembra un ghepardo sornione che aspetta la preda. Attorno agli 80-90 all’ora si muove con un minimo di rumore di scarico e il motore che viaggia a 1000 giri scarsi. Appena c’è bisogno di potenza per un sorpasso però si scalano 2 marce (7 e 8 sono overdrive e un po’ lente a prendere i giri sottocoppia) e la Bentley ruggisce aggredendo la strada, compiendo sorpassi fulminei e poi magari curva e contro curva con un'ottima precisione nonostante il peso di 2.500 kg, soprattutto se si è in modalità Sport con le sospensioni più rigide (livello 1°).

In autostrada: souplesse e accelerazioni brucianti

L'autostrada è il campo perfetto per la “Speed”. Si esce dai caselli in accelerazione con il muso “Bentley” imponente che si alza,  si sente la trazione lavorare al meglio per dare massima trazione ai 625 CV. È impressionante, in 5 secondi si è già a 130 all’ora. A questo punto si innesta l’ottava, si resta poco sotto i 2.000 giri e si fila via tranquilli. Si avverte solo un po’ troppo rumore di scarico, come dicevamo prima, se si usa il manuale. Entrata ed uscita sui curvoni autostradali precisi, anche se si sente il peso, ma  se si mette le sospensioni su sport 2°, il massimo della rigidezza, l’auto diventa molto precisa, anche se fin troppo rigida per la marcia normale. La nostra posizione di sospensioni preferita è la sport 1. La confort 2 la lasciamo alla regina d’Inghilterra, appassionata del marchio.

bentley continental gt speed convertible (48)
L'assetto può contare su esclusivi cerchi in lega da 21 pollici 

Ed in citta?

Bisogna essere onesti e dire che la GTC è molto maneggevole, con uno raggio di sterzo molto ampio. Nonostante 4,80 metri di linghezza ci si destreggia bene. Il parcheggio è invece piè impegnativo in quanto la Convertible è piuttosto larga. Per fortuna aiutano la telecamera ed i sensori. Con la capote chiusa, la visibilità dietro è abbastanza limitata.

Consumi, tasto dolente

I consumi, ovviamente , sono alti, ovvero si resta quasi sempre poco sopra i 5 km/litro usando molta potenza. Invece con andature più tranquille o in autostrada si viaggia sui 7-8 con un litro. D’altronde non ci si compra un auto da 625 CV per fare economy run. Indubbiamente sarebbe utile applicare al motore, le tecnologie Audi come il Cylinder on Demand o lo start & stop, che possono avere benefici fino anche al 10%. Ed ovviamente un tasto “eco” che magari taglia un po’ coppia e potenza.

Più che raccontarla la Bentley Continental GT è un'auto tutta da guidare, emozionandosi

Conclusioni

Più che raccontarla la Bentley Continental GT è un'auto tutta da guidare, emozionandosi. Le sensazioni di guida esclusiva sono forti e del resto non potrebbe essere diversamente visto che stiamo guidando la mitica “Speed”, la “High-performance” di casa Bentley.

 

Prestazioni, suono sportivo, imponenza ed eleganza sono i suoi punti di forza. Il tutto corroborato da interni quasi perfetti, dove si assapora il vero lusso. Un'auto per pochi ovviamente: il prezzo parte da 244.000 euro, a cui bisogna aggiungere un superbollo salato visto i tanti cavalli e la manutenzione. Sono auto da tenere sempre perfette. Super personalizzabile, sia nei colori della carrozzeria e nei pellami, ma anche negli accessori, la Convertible può arrivare a sfiorare cifre ancora più elvate, come nel caso dell'esemplare in prova che costa  287.000. Un'auto da sogno, certo, ma capace di ripagarvi fino in fondo grazie ad un piacere di guida esaltante ed unico.

Pregi

- Prestazioni

- Confort abitacolo

- Finiture eccellenti

Difetti

- Scarsa visibilità in manovra

- Sistema di infotainment non velocissimo

- Se si viaggia in manuale lo scarico resta aperto anche nei lunghi trasferimenti autostradali

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Bentley Continental GTC
Maggiori info
Bentley