Lancia Voyager 2.8 L diesel 177 CV

Lancia Voyager 2.8 L diesel 177 CV
  • di Matteo Valenti

La Lancia Voyager è una monovolume a 7 posti (veri) all'americana. Dimensioni extra-large, spazio in abbondanza e tanto, tantissimo comfort. Peccato per il motore diesel un po' troppo rumoroso

  • di Matteo Valenti
4 dicembre 2013

Un lungo viaggio in auto, specialmente quando si è numerosi e con tanti bagagli, può trasformarsi rapidamente in un incubo. Poco spazio per le gambe, gomito a gomito con il vicino di posto sulla panchetta posteriore (specialmente quando si è in tre) e bagagliaio pronto ad esplodere sotto la pressione di borse, valige, trolley, beauty-case, zaini e zainetti che quando si parte sembrano non bastare mai.

Lancia Voyager: c'è tutta l'esperinza di Chrysler

Niente di più lontano da quanto possa accadere su una Lancia Voyager, un'auto nata, progettata e studiata in ogni dettaglio per trasformare un viaggio da un semplice trasferimento dal punto A al punto B in un'esperienza più che piacevole. Del resto dietro lo scudetto Lancia si nasconde la Chrysler Voyager, la regina del monovolume a sette posti, con 27 anni di esperienza alle spalle e 13 milioni di unità vendute in 120 Paesi del mondo.

lancia voyager (25)
La Lancia Voyager si distingue dalla sorella gemella Chrysler solo per alcuni dettagli, come i fari a led posteriori

 

Lancia Voyager infatti è stato uno dei primi modelli a nascere da quell'operazione di re-branding che ha trasformato alcuni modelli Chrysler venduti in America in automobili a marchio Lancia (pensiamo alla Flavia/Chrysler 200 o alla Thema/Chrysler 300), destinati ai principali mercati europei.

 

Offerta in Italia esclusivamente nella versione turbo diesel da 177 CV (la motorizzazione V6 Pentastar a benzina non è più disponibile sul nostro mercato), Voyager si colloca al vertice del segmento di riferimento grazie a dotazioni di prim'ordine, con un prezzo che parte da 37.809 euro, ma che può crescere fino a raggiungere i 45.572 della versione top di gamma Platinum. Le principali concorrenti diventano quindi tutte le monovolume full-size a sette posti, a partire da Ford Galaxy, Renault Espace, Volkswagen Sharan, Seat Alhambra, Citroen C8 e SsangYong Rodius.

Fuori: pochi dettagli la distinguono dalla Chrysler

La "ribrandizzata" Lancia Voyager si distingue dalla gemella Chrysler solo per alcuni lievi dettagli estetici, tra cui spiccano la diversa griglia anteriore cromata con logo Lancia e i gruppi ottici posteriori a LED.

 

Le proporzioni esterne tradiscono il cuore americano della Voyager, una monovolume imponente, dove le grandi superfici di carrozzeria mettono in mostra un design tutto sommato semplice e lineare, secondo i gusti d'Oltreoceano, senza lasciare spazio a guizzi di originalità o stravaganza. Tutto è al proprio posto, proprio dove te lo aspetteresti.

Dentro: open space modulare

Lo spazio all'interno di Voyager è veramente sconfinato e l'abitacolo regala un'ariosità difficile da riscontrare su altri modelli della concorrenza. Il punto di forza della Voyager del resto è proprio l'interno che mette a disposizione dei passeggeri sette posti, o, per meglio dire, sette vere e proprie poltrone, capaci di garantire a tutti lo stello livello di comfort, anche a chi trova posto nella terza fila. Inoltre, grazie al sistema brevettato “Stow 'n Go” i sedili possono essere ripiegati e fatti scomparire secondo necessità sotto al pavimento, creando in ogni condizione lo spazio ideale alle necessità dei passeggeri e dei loro bagagli.

Il punto di forza della Voyager è proprio l'interno, che mette a disposizione dei passeggeri sette posti, o, per meglio dire, sette vere e proprie poltrone, capaci di garantire a tutti lo stello livello di comfort, anche a chi trova posto nella terza fila

 

Questo sistema permette per esempio di nascondere i cinque posti a sedere della seconda e terza fila sotto al pianale, così da disporre di una superficie di carico davvero sconfinata. Al contrario, mantenendo i sedili in posizione eretta, gli scomparti nel pianale possono essere utilizzati come vani portaoggetti. Completano il quadro di un abitacolo studiato per offrire grande praticità è comfort le porte laterali e il portellone posteriore a comando elettrico, con sistema di sicurezza per il rilevamento di eventuali ostacoli che venissero a trovarsi durante la chiusura, ma anche il tetto panoramico in vetro che regala ulteriore luminosità.

lancia voyager (2)
All'interno spicca il tunnel "extra-large" con portaoggetti enormi, portabibite e prese a 12 volt

Abitacolo: gusto Yankee

Anche all'interno si continua a respirare l'atmosfera delle grandi auto americane. La plancia orizzontale, lo stile dei due strumenti circolari all'interno del cruscotto separati dal computer di bordo, ma soprattutto la leva di selezione del cambio automatico posizionata dietro al volante, sono tutti elementi che rivelano il cuore a stelle e strisce della monovolume Lancia. Stesso discorso per l'enorme tunnel posto tra i sedili dei due passeggeri anteriori, veramente extra-large, dove si trovano grandi vani portaoggetti, prese da 12 Volt e gli immancabili porta-bibite, irrinunciabili per qualsiasi automobilista statunitense.

Tecnologia: grande attenzione all'entertainment

Lo schermo touch-screen del sistema multimediale UConncet svetta in cima alla console, offrendo ai passeggeri collegamenti Usb, Aux e lettore Cd, Dvd, Mp3. A richiesta può essere integrato con tecnologia Uconnect GPS che aggiunge le mappe per la navigazione satellitare, ma anche il sistema di intrattenimento per i passeggeri posteriori della seconda e della terza fila con lettore DVD a doppio schermo LCD.

lancia voyager (43)
Voyager dispone di portellone posteriore e porte laterali scorrevoli a comando elettrico

 

Questo sistema consente la riproduzione di due diversi supporti multimediali contemporaneamente - a scelta tra molteplici sorgenti (radio, hard disk, ingresso AUX, porta USB, due ingressi RGB e due lettori DVD) – sui due schermi LCD da 9” dotati di telecomando e di cuffie wireless a due canali. Questi sistemi sono piuttosto completi anche dal punto di vista dell'interazione con i moderni smartphone, ma a livello grafico e soprattutto nella velocità di risposta ai comandi, lasciano intravedere un po' il peso degli anni. Del resto la Chrysler Voyager di quinta generazione, su cui è basato il modello Lancia, è un progetto che risale al 2008.

Climtatizzazione: 10 e lode

La climatizzazione merita un capitolo a parte. In un'auto così grande infatti è facile che i passeggeri posteriori, specialmente quelli della terza fila, non riescano a godere della stessa temperatura e quindi dello stesso livello di comfort di chi siede davanti. Non è certo il caso della Voyager, che può contare su un efficace sistema tri-zona in grado di produrre contemporaneamente tre diverse temperature e distribuzione dell'aria: nella parte destra dell'abitacolo, in quella sinistra e nella zona posteriore. Le numerose bocchette di ventilazione sono collocate lungo il tetto, ma anche sotto ai sedili, fino a raggiungere i passeggeri della terza fila.

La plancia orizzontale, lo stile dei due strumenti circolari all'interno del cruscotto separati dal computer di bordo, ma soprattutto la leva di selezione del cambio automatico posizionata dietro al volante, sono tutti elementi che rivelano il cuore a stelle e strisce della monovolume Lancia

È lunga, alta e larga. Bagagliaio senza fondo

Grande abitabilità e confort ai massimi livelli anche per i viaggi più lunghi si pagano in termini di dimensioni esterne. Voyager non è di certo l'auto con cui muoversi agilmente in città, con una lunghezza di 5,21 metri, una larghezza di 1,99 ed un'altezza di 1,75, a cui si aggiunge un passo extra-large da 3,1 metri.

 

Numeri da capogiro quelli relativi alla capacità del bagagliaio che in configurazione a sette posti offre già 934 litri, ma abbattendo la terza mette a disposizione 2.394 litri. Facendo scomparire anche i sedili della fila centrale poi si arrivano a toccare addirittura i 3.912 litri. Difficile trovare qualcosa di meglio nel mondo auto. Se anche in quest'ultimo caso non vi dovesse ancora bastare lo spazio a disposizione allora significa che state davvero sbagliando la vostra ricerca. Quello che vi serve è un furgone non un'automobile!

lancia voyager (12)
Ciascuno dei 7 passeggeri ha a disposizione una vera e propria poltrona

Peso: bisogna farci i conti

Tanto spazio e comfort a bordo si traducono da un lato in dimensioni over-size, dall'altro in un peso di certo non trascurabile, che arriva a sfiorare i 2.330 kg (a secco). All'anteriore Voyager può vantare sospensioni indipendenti di tipo McPherson, mentre all'anteriore viene utilizzato un più classico assale torcente. L'assetto può contare anche su cerchi in lega da 17 pollici abbinati a pneumatici con bassa resistenza al rotolamento 225/65, mentre l'impianto frenante sfrutta quattro freni a disco (330 mm davanti, 328 mm dietro).

Sicurezza: c'è (quasi) tutto

Alla voce sistemi di sicurezza Voyager può vantare più di 40 dispositivi offerti di serie, tra cui spiccano airbag multistadio per sedili anteriori, nuovi airbag laterali montati sul sedile anteriore, airbag laterali a tendina per le tre file di sedili, controllo elettronico della stabilità comprensivo di assistenza alla frenata e controllo della trazione a tutte le velocità, proiettori automatici e protezione attiva pedoni (il cofano si alza automaticamente in caso di urto), sistema di rilevamento degli angoli ciechi Blind Spot Monitor, appoggiatesta attivi, tergicristalli con sensori pioggia, sistema di assistenza al parcheggio ParkSense con telecamera posteriore ParkView. Su un'auto pensata per i lunghi viaggi autostradali si sente solo la mancanza di un comodo cruise control attivo.

lancia voyager (52)
L'autostrada è l'habitat naturale della Voyager

 

La monovolume italo-americana inoltre è dotata di una serie di accorgimenti tecnici studiati in fase di progettazione per contribuire a mantenere intatto l'abitacolo e a gestire al meglio l'energia prodotta in caso di incidente, a partire dalla traversa a metà cruscotto fino all’acciaio Dual Phase nella barra anteriore ottagonale interna ed esterna a cui si aggiungono le punte diritte della barra anteriore ai montanti di ancoraggio del telaio di supporto del motore ad assorbimento d'energia.

Motorizzazioni: non si può sbagliare

Dopo un primo momento in cui figurava a listino anche il 3.6 litri V6 Pentastar a benzina, per ovvi motivi in Italia oggi Lancia Voyager viene offerta esclusivamente in abbinamento al collaudato quattro cilindri 2.8 litri turbo diesel (unità realizzata dall'Italiana VM) in una variante da 177 CV a 3.800 giri/min e 360 Nm disponibili a soli 1.400 giri/min. Questa unità Euro 5+, abbinata di serie ad un cambio automatico a sei rapporti con convertitore di coppia, promette un consumo medio dichiarato di 7,9 l/100 km, con le emissioni di CO2 che non superano i 207 g/km. Voyager scatta da o a 100 km/h in 11,5 secondi e può raggiungere una velocità massima di 193 km/h.

Per ovvi motivi in Italia oggi Lancia Voyager viene offerta esclusivamente in abbinamento al collaudato quattro cilindri 2.8 litri turbo diesel (unità realizzata dall'Italiana VM) in una variante da 177 CV e 360 Nm

Le nostre impressioni di guida

Saliamo a bordo della Voyager protagonista della nostra prova in allestimento top di gamma Platinum senza bisogno di tirare fuori la chiave dalla tasca grazie al pratico sistema “keyless entry/go”. Avviamo il quattro cilindri dal cuore italiano, che rivela senza troppi complimenti la sua anima a gasolio. Spostiamo la leva  in D e partiamo. La prima sensazione è quella di trovarsi al volante di un'auto di grandi dimensioni, con un peso di certo non indifferente. Il  motore però spinge bene, grazie alla generosa coppia offerta già in basso. Lo spunto nelle partenze quindi non manca, anche se naturalmente non si possono pretendere partenze fulminee.

lancia voyager (9)
La leva di selezione del cambio automatico a sei marce con convertitore di coppia è in puro stile USA

 

Del resto l'habitat naturale della Voyager non è il traffico cittadino, dove le dimensioni e il peso si fanno sentire, quanto piuttosto le strade extraurbane e soprattutto le autostrade. Qui la sette posti Lancia rivela tutte le sue qualità di grande viaggiatrice. Il suono del motore diesel, che in città si fa sentire (un po' troppo per la verità), scompare quasi del tutto a velocità autostradali costanti, coperto dai fruscii aerodinamici e dal rumore provocato dal rotolamento degli pneumatici.

Viaggio in prima classe. Per 7

Il cambio automatico non è un fulmine, ma si adegua perfettamente all'indole di questa grande chilometrista, studiata per offrire il massimo comfort nei lunghi viaggi. Nel nostro caso abbiamo viaggiato in sette con bagagli, affrontando un viaggio di oltre 1.000 km per raggiungere la Germania e tutti gli occupanti è come se avvessero viaggiato in prima classe. Ognuno aveva a disposizione il proprio singolo sedile, mentre il sofisticato impianto di infotainment con schermi LCD ha reso il lungo viaggio sicuramente meno pesante del previsto.

lancia voyager (13)
I due schermi LCD permettono di trasformare il viaggio dei passeggeri in un'esperienza ancora più piacevole

 

La posizione di guida per chi si mette dietro al volante è assolutamente turistica, con il volante inclinato e le gambe molto piegate. Una posizione che quindi garantisce un affaticamento molto limitato anche per il guidatore, che ha tutti i comandi a portata di mano, circondato da un'infinità di vani portaoggetti. Anche le sospensioni non potevano venir meno alla filosofia di un'auto nata per i lunghi viaggi. La taratura è votata a garantire la massima comodità a tutti, anche a chi si trova in terza fila. Sconnessioni e asperità della strada vengono ben filtrate e si trasmettono in maniera molto limitata all'intero abitacolo, merito anche del passo extra-large.

 

Lo sterzo è morbido, leggerissimo in città dove agevola non poco in manovra, ma alle alte velocità rimane un po' troppo soft, quando avremmo preferito un feeling meno acquoso. L'inserimento in curva è quindi preciso e rigoroso a velocità moderata, mentre forzando il ritmo e spingendo la Voyager oltre la sua natura, si avverte la mole del mezzo, con fenomeni di rollio e beccheggio avvertibili, ma mai pericolosi per la sicurezza degli occupanti. L'intervento dell'Esp infatti è puntuale e sufficientemente invasivo per mettere al riparo da eventuali perdite di controllo in curva.

La Lancia Voyager si è dimostrata l'auto perfetta per chi deve macinare tanti chilometri, con molti passeggeri e numerosi bagagli a bordo

Consumi

Alla fine del nostro lungo viaggio, affrontato a pieno carico, senza badare troppo all'indicatore del livello carburante e attraversando in più occasioni il traffico cittadino, abbiamo rilevato un consumo medio pari a 10,8 l/km. Un risultato perfettamente nella media se si considera di aver viaggiato su una monovolume che sfiora le 2,5 tonnellate e supera i 5 metri di lunghezza, che peraltro scende intorno ai 9 l/100 km durante le lunghe percorrenze autostradali a velocità costante.

Conclusioni

La Lancia Voyager si è dimostrata l'auto perfetta per chi deve macinare tanti chilometri, con molti passeggeri e numerosi bagagli a bordo. Nei lunghi viaggi tira fuori il meglio di sé, garantendo a tutti i passeggeri lo stesso livello di confort (una caratteristica sempre più rara nelle auto a sette posti), grazie a sette vere e proprie poltrone singole e a dotazioni di bordo al top.  La città non è di certo il suo terreno ideale, perché fa venire a galla il peso elevato e le dimensioni extra-large, mentre il motore spinge bene anche se alle basse andature si fa sentire.

Pregi

- Abitacolo extra-large

- 7 poltrone vere
- Dotazioni di bordo (climatizzazione, entertainment)

Difetti

- Sistema di infotainment e computer di bordo fanno sentire il peso degli anni

- Motore rumoroso alle basse andature
- Troppo simile al modello Chrysler, poco identificabile come una Lancia


 

Ultime da Prove

Da Moto.it

Lancia Voyager
Tutto su

Lancia Voyager

Lancia

Lancia
Corso Giovani Agnelli, 200
Torino (TO) - Italia
800 526 242 00
https://www.lancia.it/

  • Prezzo
  • Numero posti
  • Lunghezza
  • Larghezza
  • Altezza
  • Bagagliaio
  • Peso
  • Segmento
Lancia

Lancia
Corso Giovani Agnelli, 200
Torino (TO) - Italia
800 526 242 00
https://www.lancia.it/