Prime impressioni

Skoda Kamiq: spaziosa e tecnologicamente OK da 18.000 euro [Video]

-

Abbiamo provato la nuova Skoda Kamiq, il SUV compatto della Casa ceca. Ecco come va su strada e quali sono le prime impressioni

Anche per Skoda è arrivato il momento di addentrarsi nel segmento B-SUV, quello di maggior successo ed in maggior crescita in Europa, con un prodotto inedito come la Kamiq. Più piccola di una Karoq, la nuova "compatta" ceca è in realtà la più generosa di questo segmento con una dimensione esterna che la porta a ridosso del segmento superiore e contenuti tecnologici estremamente interessanti, tutti derivati dall'uso della piattaforma MQB A0 sulla quale sono state sviluppate anche Seat Arona, Volkswagen T-Cross, ma anche Audi A1, Volkswagen Polo e Seat Ibiza.
Una piattaforma modulare per motori trasversarli che porta con sé anche un approccio legato alla sicurezza - con tutti i sistemi ADAS di livello 2 - e di intrattenimento di bordo, con il sistema multimediale che può contare su uno schermo da 9,2" in alternativa a quello da 8" impreziosito dalla chicca della funzionalità "Apple Carplay" in grado di dialogare con l'iPhone (a richiesta) anche senza filo.
Un sistema che vanta anche connettività integrata, pensata per sfruttare al massimo gli input dall'esterno - traffico, prezzo carburanti, parcheggi etc - ma anche accedere ad uno specifico market con app dedicate all'uso quotidiano della vettura e non solo.

La nuova Skoda Kamiq
La nuova Skoda Kamiq

Dal vivo: com'è fatta

424 cm di lunghezza (+2 rispetto a Renault Captur II), 265 cm di passo la nuova Kamiq scende in campo con 400 litri di bagagliaio (fino a 1.395 abbattendo gli schienali) ed una altezza minima da terra di 18,8 cm: elementi pensati per migliorare la vita a bordo e facilitare l'accessibilità all'abitacolo, anche posteriore. Il passo lungo, infatti, ha permesso di ricavare molto spazio per le gambe pur senza sacrificare il vano bagagli.
Nella dotazione di serie sono presenti il cruise control adattivo (fino a 210 km/h) la frenata automatica, il lane assist, il rilevamento di stanchezza ed i fari a led.
La gamma motori proposta è molto ampia: due mille, turbo benzina tre cilindri, da 95 e 115 CV con cambio manuale (6 marce per il più potente) con l'alternativa del cambio DSG a 7 rapporti per il 115. Disponibile, tra i benzina, anche la 1.5 TSI da 150 CV con abbinamento al solo DSG 7, mentre per quanto concerne le motorizzazioni "alternative" si parte dal diesel 1.6 TDI da 115 CV (man. 6 o DSG 7) o il metano con la variante 1.0 G-TEC da 90 CV e cambio manuale a sei marce.
Come da protocollo della piattaforma MQB A0 non saranno disponibili varianti a trazione integrale in alternativa alla trazione anteriore.
Gli allestimenti previsti sono l'Ambition (già con 8", apple carplay e sistemi ADAS) e lo Style che aggiunge i cerchi da 17", la strumentazione digitale, lo schermo da 9,2" ed il fari anteriori con funzione AFS (Adaptive Frontlight System) e indicatori di direzioni dinamici. A questo si possono aggiungere il City Pack, l'Ambition Pack, lo Style Pack, il Connectivity Pack, la protezione bordo portiere ed altri pacchetti più "mirati" come il Comfort Leather Pack, il Family Pack, il Park Assistant, il Simply Clever Pack con il piano di carico del bagagliaio variabile, il Winter Pack, il Safety Plus Pack ed il Side Assistant e Rear Traffic Alert.
 

Come va

La nuova Skoda Kamiq, come Scala, è stata sviluppata attorno ad una piattaforma già molto utilizzata dal Gruppo Volkswagen e molte delle tecnologie che troviamo anche su vetture come Audi A1 o Volkswagen T-Cross trovano posto anche all'interno della Kamiq, che di suo offre uno stile piacevole e dimensioni da riferimento all'interno del segmento.
Non è una macchina pensata per essere sportiva, anzi, è un prodotto voluto da Skoda per dare una risposta a tutti quei clienti che oggi in prodotti come Renault Captur o Peugeot 2008 hanno trovato una risposta alla necessità di spazio, di sensazione di sicurezza e confort - dato dalla seduta rialzata - e di design...visto che il SUV è oggettivamente di moda in qualsiasi segmento.
Equilibrata nella guida, nonostante un assetto più alto di 39 mm rispetto alla berlina Scala, la Kamiq si guida bene, vanta una posizione di guida interessante ed offre un buon livello di confort grazie alla buona triangolazione pedaliera/sedile/volante e sistemi come il cruise control adattivo che sono estremamente utili in autostrada.
Il diesel è un motore perfetto per questa Kamiq ma è più rumoroso rispetto al 1.0 benzina da 115 CV, che consuma più del quattro cilindri a gasolio pur dimostrando una elasticità inaspettata: i consumi vanno dai 5,9 l/100 km del diesel fino ai 6,6 l/100 km del benzina.

Alla guida della nuova Skoda Kamiq
Alla guida della nuova Skoda Kamiq

In conclusione

18.000 euro, la nuova Skoda Kamiq completa la proposta della casa ceca offrendo tecnologia, spazio e confort. Una proposta interessante che si spinge ai limiti dimensionali del segmento per offrire una proposta "diversa" dalle altre di questo segmento.

Pregi e difetti

  • Tecnologia sicurezza e confort | Motorizzazioni disponibili | Spazio a bordo
  • Assenza trazione integrale | Sul metano non c'è il DSG
  • kevin666, Stazzano (AL)

    il mercato non le premia,ma perche' fare linee alte (suv) a 2 ruote motrici,o senza trazione integrale!siamo proprio strani...
  • Giuseppe.Gibellini, Modena (MO)

    Concordo nel fare notare, in questa occasione alla Skoda, ma anche a tutto il Gruppo Volkswagen che la motorizzazione a metano meriterebbe la possibilità di poter portare in dote il cambio DSG come optional. Sulla Kamiq in particolare, date le dimensioni, perchè non offrire anche il 1500 sempre a metano?
    Per il resto tanto di cappello alla Skoda e ai suoi ingenieri.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Skoda