test

Skoda Roomster

Skoda Roomster
-

Spazio “facile” in ogni situazione.

Skoda Roomster

Verona - Per skoda la Roomster riveste un’importanza particolare: non è “solo” il quarto modello della gamma, ma è anche quello che segna un nuovo corso per il marchio ceco. Un nuovo corso caratterizzato ancora una volta da un rapporto prezzo\contenuti molto allettante, ma anche da finiture di qualità superiore e soprattutto da un design più moderno e gradevole. Se a tutto questo si aggiunge il fatto che va a posizionarsi in un segmento di mercato – quello delle monovolumi compatte – che negli ultimi anni ha visto crescere in modo esponenziale le vendite e dal quale il Gruppo VW era fino ieri stranamente assente, si capisce il notevole interesse che ruota attorno alla Roomster.
Un interesse meritato, possiamo dire dopo avere provato la vettura in percorso quanto mai vario, tra città, tangenziali e strade in collina.

Evoluzione di stile
Le cose si mettono al meglio comunque già a vettura ferma. Come sempre lasciamo ai nostri lettori ogni giudizio di tipo estetico, ma dobbiamo comunque rilevare che il design della Roomster segna un bel progresso su questo fronte, con un frontale caratterizzato da un riuscito compromesso tra la solidità (che talvolta sconfina in severità) tipiche del Marchio e tratti arrotondati che suscitano subito una bella dose di simpatia. Del resto la Roomster si discosta piuttosto nettamente, in termini di immagine, anche dalla maggior parte delle concorrenti dirette, con una carrozzeria che propone due volumi ben differenziati e un andamento che a qualcuno potrebbero ricordare più quello di un veicolo commerciale leggero piuttosto che di una monovolume per famiglia. Anche per scongiurare questa sensazione, particolare attenzione è stata posta al disegno delle fiancate, dove troviamo un gioco piuttosto complesso, ma gradevole, tra le altezze delle superfici vetrate e altre finezze, come la maniglia “annegata” nel montante posteriore.

 

Fatevi spazio
Se all’esterno la Roomster convince, all’interno conquista, grazie all’adozione di materiali di buona qualità per la categoria e soprattutto ad una disponibilità di spazio davvero sorprendente.
In 4.2005 mm di lunghezza (le altre misure salienti sono 1.680 mm di larghezza e 1.607 mm di altezza) la Roomster offre un abitacolo realmente accogliente per cinque persone e un vano bagagli ampio e sfruttabile al meglio, grazie alla sua modularità. Tanto per cominciare, con cinque sedili il bagagliaio ha una capacità che varia da 450 a 530 litri, e già questo è un record per il segmento; se poi si ribaltano i sedili posteriori, si ottiene un piano di carico completamente piatto lungo fino a 1595 mm, e il volume sale a 1555 litri. Il divanetto posteriore è divisibile in tre frazioni (40:20:40) ribaltabili, così da permettere di adattare le dimensioni del vano di carico alle esigenze più diverse. Inoltre sia i due sedili posteriori esterni (che pesano 16 kg) che quello centrale si smontano in modo semplice e rapido. Così la Roomster si trasforma in una biposto, ma con un bagagliaio di ben 1780 litri. Inoltre la copertura del bagagliaio, robusta e rigida, può essere fissata a due altezze differenti, dividendo lo spazio di carico in orizzontale e permettendo di accedere ai bagagli anche durante la marcia, se collocati sopra la copertura abbassata. Gli oggetti più pesanti invece possono essere fissati ad appositi occhielli.

Piccolo diesel
In occasione del nostro test drive abbiamo avuto l’opportunità di provare una delle motorizzazioni più interessanti per il mercato italiano: il tre cilindri turbodiesel di 1.4 litri da 80 CV a 4.000 giri e 195 Nm a 2.200 giri (ma è disponibile anche una versione da 70 CV). Le prestazioni dichiarate parlano di 165 km/h di velocità massima e 14,7 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo. Vista la tipologia di vettura, comunque, la voce più importante per una volta sono i consumi e su questo fronte la Roomster 1.4 TDI ha solidi argomenti a proprio favore, con una percorrenza dichiarata di 6,6 l/100 km in città, 4,5 fuori città e 5,3 nel ciclo combinato.

 

Pratica ed economica quindi, ma anche gradevole e soprattutto facile da guidare in ogni situazione: durante la nostra prova la Roomster si è disimpegnata con grande agilità nel traffico cittadino, grazie anche all’ottima visibilità di cui gode il guidatore in tutte le direzioni, favorita dalla posizione di guida rialzata e dai montanti piuttosto sottili. In città inoltre la buona disponibilità di coppia consente di non ricorrere costantemente al cambio, che per altro ha mostrato una buona manovrabilità; note positive anche per lo sterzo, leggero quanto basta per non affaticare ma comunque con una sensibilità buona per la categoria.

Perfettamente a suo agio in città, la Roomster ha dimostrato di sapersela cavare anche nei percorsi extraurbani, dove ha confermato la facilità di guida che la contraddistingue fornendo risposte rassicuranti in ogni condizione. Certo il rollio elevato non invita ad affondare il piede sul gas, ma avverte il guidatore che si sta avvicinando ai limiti della vettura.
Solo nelle curve strette in salita il propulsore ha dimostrato qualche limite, costringendoci ad un po’ di lavoro extra con il cambio, ma sarebbe ingeneroso pretendere di più da un 1.4 turbodiesel.

Sul fronte del comfort, invece, la Roomster convince pienamente per la qualità di vita a bordo, grazie all’ampio spazio e all’abitacolo molto luminoso, ma inevitabilmente paga in qualche misura alcune scelte tecniche. Così ad esempio il tre cilindri TDI in fase di accelerazione fa sentire in modo abbastanza deciso la propria voce, mentre le sospensioni lasciano filtrare un po’ troppo le asperità dell’asfalto, forse anche a causa dei cerchi da 16 pollici con pneumatici a spalla bassa adottati sull’esemplare in prova.

Gamma ampia
Ora che ci siamo fatti un’idea un po’ più chiara di come va su strada la vettura ceca è venuto il momento di riprendere in mano la cartella stampa, per scoprire che la Roomster si presenta con una gamma particolarmente ampia, con quattro allestimenti e ben sei motorizzazioni equamente distribuite tra “verde” e gasolio. Più in dettaglio, sul fronte dei benzina sono disponibili il tre cilindri di 1.2 litri da 64 CV, un quattro cilindri di 1.4 da 86 CV e un quattro cilindri di 1.6 da 105 CV, per il quale in alternativa al cambio manuale è disponibile anche l’automatico Tiptronic a sei rapporti. Tra i diesel, invece, troviamo il tre cilindri di 1.4 disponibile in due livelli di potenza, da 70 oppure da 80 CV, e il quattro cilindri 1.9 TDI da 105 CV con filtro antiparticolato.

Rapporto prezzo-contenuti vantaggioso
Dove la Roomster non presta il fianco a nessuna critica è sul fronte del rapporto prezzo-contenuti. La dotazione di serie comprende ABS con MSR (sistema antibloccaggio delle ruote in fase di scalata), doppio airbag frontrali e airbag laterali anteriori, servosterzo, sistema VarioFlex per i sedili posteriori, alzacristalli elettrici anteriori (anche posteriori sulla Comfort), chiusura centralizzata con telecomando. A partire dall’allestimento Style sono compresi anche il climatizzatore semiautomatico, i fari alogeni ellissoidali e il computer di bordo. Per le versioni Comfort e Sport, infine, si aggiungono i cerchi in lega (da 15’’ per la Comfort, da 16’’ per la Sport), i sensori di parcheggio posteriori e i fendinebbia.
Il tutto ad un prezzo che parte da 12.590 euro per il 1.2 benzina da 64 CV, mentre per il 1.4 TDI da 80 CV protagonista della nostra prova occorro almeno 16.990 euro. Per il 1.4 e 1.6 a benzina da 86 e 105 CV invece servono rispettivamente 14.890 e 15.490 euro.  Sul fronte del diesel si parte dai 14.890 euro per il 1.4 TDI da 70 CV, mentre per il 1.9 TDI da 105 CV servono almeno 17.890 euro.

Pregi:
- abitabilità interna e capacità di carico molto generose
- prezzo competitivo in rapporto ai contenuti
- design accattivante

Da rivedere:
- il 1.4 TDI si fa sentire un po’ troppo
- nell’allestimento Sport l’assetto lascia avvertire un po’ troppo le sconnessioni

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Skoda Roomster
Modelli top Skoda
Maggiori info
Skoda