Cir

WRC19 Italia Sardegna. CIR, Crugnola, Skoda. CIRT, Consani, Skoda

-

In cinque fanno un macello e la prima Gara su terra, quella da 0.75 che è la metà del RIS19, è appannaggio di Andrea Crugnola. Stephane Consani è, invece e in via definitiva vincitore della relativa Prova unica del Terra.

WRC19 Italia Sardegna. CIR, Crugnola, Skoda. CIRT, Consani, Skoda

Alghero, Sardegna, 14 Giugno 2019. Rally Sardegna Italia. Mondiale, è la prima Tappa. Italiano Rally, è la prima di due Gare. Campionato Terra, è finita qui, nove speciali dell’Italia Sardegna Global.

Mi arriva un messaggio dall’altra Isola. È del Mago di Partinico: “Sai se quel coglione di Campedelli riparte in Gara 2?”

A parte il tono affettuoso mi stupisco. Che ne so io che non possa sapere un mago? Forse ci sono eventi opachi anche ai superpoteri.

Questo comunque è l’andazzo del black Friday dell’Italia Sardegna… italiano. A onor del vero il primo a farsi notare è l’”indipendente” Fabio Andolfi, che cappotta la sua Hyundai sulla prima Tula. Bene, era la più difficile. E prima ancora il povero Mauro Grassi, navigatore di Luca Hoelbling, ci aveva rimesso una vertebra nello shakedown.

Terreni difficilissimi, regolamenti impossibili. A un certo punto si inizia a temere che nessuno dei cinque iscritti all’Italiano riesca a essere nei 10 e ad andare a punti. Profeta è il primo a sparire dalla zona valore. A un certo altro punto Scandola, che corre per il Campionato Italiano Terra, è davanti a Basso, terzo nel CIR, e gli toglie punti. Poi Scandola si becca un minuto e il signore rimette le cose a posto.

Campedelli è stato il più veloce, inutilmente, così Andrea Crugnola, Skoda, Luca Rossetti, Citroen, e Giandomenico Basso, Skoda, hanno capito che la Gara è molto lunga… anche se divisa in due.

A parte il periodo Campedelli, Crugnola è sempre stato davanti e per il secondo posto se la sono giocata Rossetti e Basso. Alla fine di Sardegna 1 ha prevalso Rossetti che aggiunge un altro podio al suo ruolino. L’aspetto più interessante di Gara 1 del CIR, tuttavia, potrebbe essere il fatto che pur partiti dopo al banda su strade ridotte che non ve lo sto a dire, i tre ambasciatori del CIR hanno chiuso compatti all’altezza della ventesima posizione assoluta. È un risultato, ottimo, che ci fa rimpiangere ancora di più il mancato confronto effettivamente diretto con il gotha del Mondiale.

Nella classifica provvisoria di Campionato, Basso torna in testa e Rossetti raggiunge Campedelli al secondo posto, un punto e mezzo più sotto.

Il CIR prosegue ora il Rally Italia Sardegna 2, in calendario… domani… oggi.

Fine dei giochi, invece, per quanto riguarda la sfida sarda del Campionato Italiano Terra, vinta dall’Equipaggio Consani-De la Haye con una Skoda, che si impone su Scandola-D’Amore, Hyundai. Fatte le dovute proporzioni, si deve parimenti rilevare che l’equipaggio francese ha chiuso al 18° posto assoluto.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento