Saloni

Parco Valentino a Milano? Appendino: «Incontrerò gli organizzatori»

-

Il Sindaco di Torino, Chiara Appendino, risponde alle indiscrezioni che vogliono il Salone dell'Auto di Parco Valentino costretto a trasferirsi a Milano

Parco Valentino a Milano? Appendino: «Incontrerò gli organizzatori»

Il Salone dell'Auto di Torino potrebbe traslocare al di fuori del capoluogo piemontese: voci insistenti vogliono che la kermesse faccia armi e bagagli e si trasferisca a Milano. L'allarme è scattato dopo l'incontro dell'organizzatore del Salone dell'Auto di Torino, Andrea Levy, con il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e il suo assessore al Bilancio, Andrea Tronzano. 

Ad opporsi alla permanenza del Salone del Parco Valentino a Torino ci sarebbero diversi esponenti della giunta dei Cinque Stelle nel capoluogo piemontese, che da diverso tempo, di concerto con alcune associazioni ambientaliste, chiedono la fine della kermesse, arrivata alla quinta edizione. Se il Salone si spostasse a Milano, dovrebbe con tutta probabilità cambiare nome, anche se gli organizzatori detengono il copyright del nome Parco Valentino.

Dal canto suo, il Sindaco di Torino, Chiara Appendino, al Corriere della Sera mostra la sua disponibilità a dialogare sul futuro del Parco Valentino. «È una manifestazione che ha portato 700 mila persone nell’ultima edizione. C’e massima disponibilità rispetto agli organizzatori di fare un piano triennale di comunicazione», spiega Appendino. 

La mozione riguardo al Parco Valentino potrebbe essere discussa prima dell'estate. Il Sindaco Appendino ha fatto sapere la sua posizione: «Voterò contro». Dello stesso avviso è anche l'assessore al Bilancio del Comune di Torino, Alberto Sacco, che sta mediando le discussioni con Levy.  «Sappiamo che alcuni consiglieri della maggioranza sono contrari ma per noi è un evento importante e pensiamo che anche la maggioranza del Consiglio comunale abbia la nostra posizione», ha spiegato Sacco al Corriere.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento