Formula 1

F1, ecco perché il giro di Bottas nelle FP2 in Russia può risultare cruciale

-

Il miglior tempo colto da Valtteri Bottas nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Russia 2021 di Formula 1 potrebbe rivelarsi molto importante per il prosieguo del weekend di gara

F1, ecco perché il giro di Bottas nelle FP2 in Russia può risultare cruciale

La sessione di prove libere del pomeriggio di venerdì solitamente offre dati interessanti sul passo gara e sulle simulazioni di qualifica. Ma il miglior tempo colto da Valtteri Bottas nelle FP2 del Gran Premio di Russia 2021 di Formula 1 potrebbe avere molta più importanza del solito. Il motivo è da ricercare nel meteo di domani. Per sabato non solo è prevista pioggia per l’intera giornata, ma il menù prevede pure raffiche di vento potenzialmente assai fastidiose per le monoposto attuali di F1. 

Il rischio concreto è che domani non si riesca nemmeno a scendere in pista. Che le previsioni siano apocalittiche lo dimostra il fatto che la prima delle tre gare della Formula 3 in programma a Sochi sia stata anticipata da sabato alle 8.35 ore locali alle 17.25 di oggi. Questa modifica all’agenda potrebbe essere il prodromo di ulteriori cambiamenti. Lo spettro del sabato del GP del Giappone 2019, con la cancellazione totale delle attività in pista causa tifone, si fa così più grande. 

A peggiorare la situazione pensano anche le caratteristiche della pista di Sochi. A differenza di Spa, non sono presenti saliscendi che limitano fortemente la visibilità già in condizioni normali, ma sussiste un altro problema. Come ha spiegato Fernando Alonso ieri in conferenza stampa, sul tracciato russo in caso di forte pioggia si formano pozze d’acqua che la rendono impraticabile. Alonso sperimentò queste condizioni nel 2015, quando, peraltro, le gomme erano meno larghe rispetto ad oggi, e le monoposto erano meno soggette al rischio di aquaplaning. 

Ma cosa succederebbe, da regolamento, se le qualifiche venissero cancellate? Le normative sportive della F1 stabiliscono che, qualora la lotta per la pole position non venga disputata, varrebbe la classifica delle FP3. Visto che, però, la terza sessione potrebbe non aver luogo, le modalità per stabilire la griglia del GP di domenica sarebbero a discrezione dei commissari. Via radio, il direttore di gara Michael Masi ha confermato che nel caso di cancellazione delle qualifiche sarebbe proprio la classifica delle FP2 a risultare decisiva.

Non è da escludere, però, che le qualifiche siano spostate a domenica mattina. A Suzuka, nel 2019, si risolse in questo modo. A complicare le cose pensa, tuttavia, la presenza delle categorie di contorno. In Giappone c’era la sola Porsche Supercup, a Sochi corrono sia la Formula 2 che la Formula 3, con quest’ultima al finale stagionale. Domani dovrebbero essere disputate gara 2 della F3 e le prime due corse della F2, domenica la terza gara di entrambe le categorie. Non sarà facile dipanare la matassa dell’agenda, per la Federazione. Anche perché il meteo suggerisce la potenziale presenza della pioggia anche domenica.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento