Formula 1

F1, Ferrari rosso opaco e il pranzo dei 12 apostoli

-

In attesa del debutto della monoposto della Ferrari per la stagione 2019 di Formula 1, ecco alcune indiscrezioni

F1, Ferrari rosso opaco e il pranzo dei 12 apostoli

Ore di fermento a Maranello in vista della presentazione della nuova monoposto di F.1. Da quel poco che è trapelato si sa che ha un colore rosso scuro (per via dello sponsor Winnow), ma anche che è opaca, ovvero segue la tendenza cominciata l'anno scorso dalla Red Bull. Il problema, per ora, è decidere se mettere adesivi sulla carrozzeria (cosa che di solito si evita per risparmiare qualcosa nel peso) o verniciarli sopra, cosa non facile con le tonalità di opaco (che hanno una funzione aerodinamica molto importante per via della conformazione della superficie a contatto con l'aria). Come dire che si vince anche nei piccoli particolari, curati nel dettaglio come sanno fare a Maranello e questo fa ben sperare.

Intanto si è anche saputo che il capo macchina di Sebastian Vettel si è dimesso per affrontare nuove sfide. Strano che sia accaduto a pochi giorni dal completamento della vettura, comunque trovare un sostituto non sarà difficile visto l'alto livello di professionisti presenti alla Ferrari. Qualcuno vocifera che l'episodio del cacciavite lasciato per sbaglio nell'abitacolo di Sebastian l'anno scorso, sul fine stagione, possa aver influito nei rapporti di fiducia, ma si tratta solo di illazioni.

Intanto la Ferrari, venerdì scorso, ha organizzato un pranzo con un ristretto gruppo di giornalisti amici. Erano 12, fra cui Umberto Zapelloni, (Il Foglio), Andrea Cordovani (Autosprint), Roberto Chinchero (Motorsport.com), Leo Turrini (QN), Luigi Perna (Gazzetta), Giorgio Terruzzi, Fulvio Solms (Corriere dello Sport), Ottavio Daviddi (Tuttosport) e altri ancora. E' stata una chiacchierata informale e amichevole sulle aspettative della stampa dalla Ferrari e un modo per il nuovo AD, Louis Camilleri, e Mattia Binotto, di fare conoscenza con coloro che seguiranno la stagione della rossa. Naturalmente embargo totale sulla chiacchierata a ruota libera, svoltasi in un clima disteso e cordiale.

Nel contempo è stata presentata anche la nuova struttura della comunicazione, col nuovo responsabile in pista Bernd Fisa (che torna a Maranello dopo anni) Silvia Hofer (provenienza McLaren) e Davide Marchi, Ferrari, che seguiva già da tempo il web e il mondiale endurance. In quanto ad Alberto Antonini, in uscita dallo scorso gennaio, a breve sarà svelato il suo futuro professionale. Che sarà ancora in F.1 ad alto livello.

E a questo punto, tutti in attesa del 15 febbraio, giorno del debutto della rossa 2019 con l'augurio che sia quella vincente! Infatti al banco prova sono stati ottenuti buoni risultati in fatto di potenza e durata mentre i numeri in galleria del vento dicono che la nuova aerodinamica non ha patito affatto il cambio regolamentare. Anzi, ci sarebbero cose interessanti sotto questo aspetto. E allora, incrociamo le dita!

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento