GP Austria 2018

F1, GP Austria 2018: pole per Bottas

-

Pole position per Valtteri Bottas nel Gran Premio d'Austria. Seguono Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, poi penalizzato. Quarto Kimi Raikkonen

Nelle qualifiche del Red Bull Ring ad imporsi è stato Valtteri Bottas: sarà il pilota della Mercedes a scattare dalla pole position nel Gran Premio d’Austria, nono appuntamento del mondiale 2018 di Formula 1. 1’03”130 è il crono colto dal finlandese, al quinto acuto al sabato in carriera e al primo stagionale. Bottas, già vincitore lo scorso anno a Spielberg, ha bissato il risultato del 2017 nella Q3. Bottas ha preceduto il compagno di squadra, Lewis Hamilton, e Sebastian Vettel, della Ferrari. Il risultato del tedesco, però, è stato vanificato da una penalità di tre posizioni in griglia per aver ostacolato Sainz nella Q2.

Nella Q1, Vettel e Raikkonen sono scesi in pista con le supersoft; ultrasoft, invece, per Hamilton e Bottas. Nel primo tentativo lanciato, Hamilton ha battuto Vettel per 53 millesimi; alle loro spalle si sono inseriti Bottas e Raikkonen. Bottas ha poi preso la testa della classifica, staccando Hamilton di un decimo, ma l’inglese si è ulteriormente migliorato. Nella Q2, Ferrari e Mercedes hanno scelto strategie diverse: Vettel e Raikkonen hanno optato per le ultrasoft, mentre Hamilton e Bottas con le supersoft.

Si scoprono così le carte per il primo stint della corsa, che verrà disputato con le gomme del miglior tempo della Q2. La Mercedes si è mostrata molto competitiva con la mescola contrassegnata dal colore rosso: Hamilton ha ottenuto il primo tempo davanti a Bottas, Vettel e Raikkonen. Anche la Red Bull ha optato per la strategia della Mercedes, con le supersoft. Verstappen ha subito ottenuto un tempo sufficiente a qualificarsi, Ricciardo no. Nella Q3, Bottas ha suonato subito la carica, bastonando la concorrenza.

Quarta posizione per Kimi Raikkonen, della Ferrari, che ha preceduto l’olandese della Red Bull, Max Verstappen. Sesto Romain Grosjean, della Haas, davanti a Daniel Ricciardo, della Red Bull, e Kevin Magnussen, della Haas. Completano la top ten Carlos Sainz e Nico Hulkenberg, della Renault.

Il primo degli esclusi dalla Q2 in Austria è Esteban Ocon, della Force India
Il primo degli esclusi dalla Q2 in Austria è Esteban Ocon, della Force India

Esteban Ocon, della Force India, si è fermato a poco meno di due decimi dalla Q3, cogliendo l’undicesimo tempo, davanti a Pierre Gasly, in forza alla Toro Rosso. Dopo l’approdo alla Q3 di settimana scorsa in Francia, il monegasco della Sauber, Charles Leclerc, si deve accontentare del tredicesimo posto, davanti a Fernando Alonso, della McLaren. Leclerc, però, retrocederà di cinque posizioni per la sostituzione del cambio sulla sua C36.

Sorride Lance Stroll: il pilota della Williams, dopo tante prestazioni incolori in qualifica, è riuscito a passare il taglio della Q1. Una magra consolazione, visto che qui in Austria quattro anni fa colse l’ultima pole della sua storia, con Felipe Massa. Altri tempi, altri piloti, ma soprattutto un’altra macchina. Stroll ha ottenuto il quindicesimo tempo nella Q2.

Dopo molte qualifiche finite alla Q1, Lance Stroll è riuscito a passare il taglio in Austria
Dopo molte qualifiche finite alla Q1, Lance Stroll è riuscito a passare il taglio in Austria

Il primo degli esclusi dalla Q2 è Stoffel Vandoorne, della McLaren, fuori a differenza del suo compagno di squadra, Alonso. Difficoltà anche in casa Force India, con Sergio Perez solo diciassettesimo e uscito sconfitto dalla lotta interna al team con Ocon.

Stesso destino anche per il russo Sergey Sirotkin, della Williams, battuto da Lance Stroll. Male Brendon Hartley, della Toro Rosso, che ha rimediato un distacco di tre decimi dal vicino di box, Gasly. Ultimo tempo per lo svedese della Sauber, Marcus Ericsson, lontano anni luce da Leclerc.

Le qualifiche minuto per minuto

16.01 Pole position per Valtteri Bottas!

15.59 Iniziano i giri lanciati.

15.57 I piloti scendono in pista per l'ultimo tentativo.

15.57 Ricciardo è sesto, dietro a Verstappen.

15.55 Ricciardo si migliora.

15.53 Raikkonen è secondo, a 465 millesimi.

15.52 Questi i primi cinque al momento: Bottas, Hamilton, Raikkonen, Verstappen, Ricciardo.

15.51 Bottas in pole provvisoria davanti ad Hamilton. Vettel sesto.

15.50 1'04"252 è il tempo di Ricciardo. Verstappen lo batte.

15.49 Tutti in pista con le ultrasoft.

15.48 Ci siamo: comincia la Q3.

15.43 Sebastian Vettel è sotto investigazione per aver ostacolato Sainz. 

15.40 Questi gli eliminati alla Q2: Ocon, Gasly, Leclerc, Alonso e Stroll.

15.40 Vettel balza al comando. Le Mercedes, con le ultrasoft, scelgono di non migliorarsi. 

15.38 Alonso rimane in quattordicesima posizione. 

15.37 La temperatura della pista, nel frattempo, si è leggermente abbassata.

15.35 I piloti si preparano a scendere nuovamente in pista.

15.33 Ricciardo è solo nono.

15.32 Alonso è l'unico pilota in pista con le soft.

15.31 Quinto Verstappen, undicesimo Ricciardo.

15.30 Gomme rosse anche per la Red Bull.

15.29 Hamilton e Bottas davanti; Vettel e Raikkonen alle loro spalle. 

15.27 Hamilton e Bottas scendono in pista con le supersoft; ultrasoft per Vettel e Raikkonen.

15.26 Gasly e Leclerc sono i primi a scendere in pista.

15.25 Si ricomincia: inizia la Q2. 

15.18 Questi gli eliminati dalla Q2: Vandoorne, Perez, Sirotkin, Hartley ed Ericsson.

15.17 I piloti di testa restano tranquilli ai box. 

15.15 Da segnalare il quarto tempo di Grosjean.

15.14 Ericsson e gli altri a rischio tornano in pista a pochi minuti dalla fine della Q1.

15.12 Al top della classifica ci sono Hamilton, Bottas, Raikkonen, Verstappen e Vettel.

15.12 Questa la zona elminazione al momento: Vandoorne, Alonso, Perez, Stroll, Sirotkin.

15.10 Quarto Verstappen. 

15.09 Hamilton balza al comando, davanti a Bottas e Raikkonen.

15.08 Settimo Ricciardo. 

15.07 Bottas balza al comando. 

15.06 Verstappen e Ricciardo non hanno ancora colto un tempo. 

15.04 Hamilton è primo davanti a Vettel e Bottas. Raikkonen quarto.

15.03 Vettel scende in pista con le supersoft, così come Raikkonen. Ultrasoft per Hamilton e Bottas.

15.02 Il primo tempo è l'1'05"687 di Leclerc.

15.01 I piloti scendono in pista con le ultrasoft.

15.00 Semaforo verde: inizia la Q1.

Il Red Bull Ring, teatro del Gran Premio d'Austria, è il circuito di casa dell'omonimo team, ma nelle qualifiche di oggi a rubargli la scena potrebbe pensarci la Mercedes. Forte del motore 2.1 introdotto in Francia, ma anche di diversi aggiornamenti aerodinamici ispirati a soluzioni di altre scuderie, la Mercedes è sembrata la scuderia da battere nelle prove libere di ieri. Lewis Hamilton e Valtteri Bottas hanno totalizzato due doppiette, mostrando un buon passo sul giro secco soprattutto con le soft, il compound più duro tra quelli scelti da Pirelli per l'Austria.

Hamilton ha accusato invece qualche difficoltà con le ultrasoft, come già accaduto in altre occasioni; la sua classe sul giro secco, però, lo agevola sempre nella Q3. Visto il delta prestazionale contenuto tra le mescole, è possibile che i top team tentino di ottenere il miglior tempo nella Q2 con le supersoft. Questo consentirebbe di sfruttare la strategia più competitiva individuata da Pirelli, ad una sosta con le gomme rosse nel primo stint e le soft nel secondo. In ogni caso, la Mercedes sembra avere la trazione e la potenza necessarie a ben figurare sul breve e rapido Red Bull Ring. 

La Ferrari, naturalmente, non starà a guardare: Sebastian Vettel nelle prove libere del sabato è stato più veloce dei due piloti della Mercedes. Ieri, il comportamento in curva della SF71-H non è stato ineccepibile, ma Vettel, nelle FP3 di questa mattina, si è dimostrato assai competitivo. Sarà abbastanza o no? Molto dipenderà dal comportamento della Mercedes con le ultrasoft, con cui verrà affrontata la vera lotta per la pole, nella Q3. Vettel sembra in ogni caso accusare meno problemi di sottosterzo rispetto alla giornata di ieri, e il tempo colto stamani lo proietta tra i favoriti per la partenza al palo.

E i padroni di casa, invece? La Red Bull sembra un passo indietro rispetto a Mercedes e Ferrari, ma Max Verstappen e Daniel Ricciardo cercheranno sicuramente di ben figurare. Ricciardo, in particolare, ha dei motivi validi per mostrare la sua bravura, visto che si vocifera di un rinnovo con il team di Milton Keynes ormai imminente, una volta sfumata, almeno in apparenza, la pista Ferrari. Inutile parlare di mercato, però, quando i motori sono pronti ad accendersi per la lotta per la pole position.

Le qualifiche prenderanno il via alle 15.00 italiane. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento