GP Belgio 2020

F1, GP Belgio 2020: le pagelle

-

I voti ai protagonisti dell'ultimo GP corso dalla F1 2020

F1, GP Belgio 2020: le pagelle

Pagellone belga post GP, una gara in cui ha vinto la sonnolenza (voto 10) ma che ha avuto un sussulto grazie a Giovinazzi (voto 3) che si è stampato contro il rail coinvolgendo il povero Russel (10 per lo scampato pericolo).

Per il resto, tutto come da copione, con Hamilton (voto 11, prendi porta a casa e basta così) che non sbaglia una virgola e piazza un altro colpo sul cammino mondiale col 7 in bella vista pronto da lucidare a fine anno. Si sperava di più da Bottas (voto 7) ma il simpatico biondo soprannominato "la boscaiola" da un simpatico cronista TV (voto...fate voi) dopo aver chiesto al box Mercedes (anche loro voto 11, prendere e portare a casa) "posso dare più potenza? " gli hanno risposto in maniera netta: "Nun ce provà che poi ar simpatico là davanti ce stressa e ce la mena pure lui...".

Insomma, ha firmato il contratto, sei al top, prendi pure una cifra di stipendio, adesso vuoi anche vincere? Bravo Verstappen (voto 10) che con la Red Bull (voto 8) riesce a vedere gli scarichi di Bottas ma non è che il panorama faccia impazzire l'olandese volante, che da quando ha inquadrato il meccanismo, non sbaglia un colpo, dimostra di essere l'unico capace di lottare contro Hamilton. Col rammarico che gli anni passano e il mondiale è sempre da quelle parti.

E parlando di mondiale che resta un sogno, la Ferrari (voto 3 e mezzo) a Spa ha mostrato tutti i limiti di un progetto: lente in rettilineo lente in curva. Nervosismo ai box con Leclerc (voto 8 per la grinta, 2 per il lessico) che nel corso di italiano-francese sugli insulti via radio, ha istruito milioni di fans alle prese con traduzioni personali e soggettive; nervosismo con Vettel (voto 6, per la ruotata a Leclerc) che si lamenta perché non solo non riesce a superare nessuno, ma teme anche di essere superato a sua volta. La gestione del team appare difficoltosa, ma come dice Binotto (voto 10 di sopportazione ) non è in crisi.

Si parlerà di crisi dopo una mancata qualifica, una multa per divieto di sosta, e rimozione dei mezzi dalla corsia box, anche se in Belgio stava per segnare un nuovo record mondiale: Leclerc multato per essere andato troppo piano nel giro di ricognizione! Il resto della truppa merita una menzione speciale per Ricciardo (voto 9 per simpatia e grinta) Ocon (voto 7) Perez (voto 6, con la fotocopia si potrebbe fare meglio, dai Sergino...) e Norris (voto 8, ma svegliati prima).

Per Sainz (senza voto) il clima di Maranello si presenta già adesso che siamo nei paraggi di Monza: rompe uno scarico nel giro di ricognizione. La sua McLaren (voto 8) sembra avere una predilezione per i piloti inglesi. Il caso, ovviamente. Ma se il clima è questo, il prossimo anno il buon Carletto avrà una macchina più pesante del dovuto: per mettere a bordo i cornetti porta fortuna di cui sembra averne bisogno.

Infine, voto 10 con affetto e stima all'ignoto meccanico che si è visto sbattere la porta in faccia senza motivo. O motivi fittizi. Uno che ci ha messo cuore, anima e passione avrebbe meritato miglior trattamento. Ma da quelle parti si vede hanno altri problemi. Come? Il Karma? Beh...qualcosa lo stiamo vedendo...

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento