GP Giappone 2018

F1, GP Giappone 2018: vince Hamilton. Sesto Vettel

-

Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Giappone e incrementa il vantaggio in classifica piloti su Sebastian Vettel, solo sesto. Completano il podio Valtteri Bottas e Max Verstappen. Quinto Kimi Raikkonen

Suzuka sorride alla Mercedes: ad imporsi nel Gran Premio del Giappone, diciassettesima prova del mondiale 2018 di Formula 1, è stato Lewis Hamilton. Quella in terra nipponica è la settantunesima vittoria in carriera e la nona stagionale per il pilota inglese, che ha gestito senza alcun problema la corsa dall’inizio alla fine. Si tratta di un successo sicuramente pesante in ottica mondiale, visto che Sebastian Vettel, protagonista di un contatto di gara con Verstappen ad inizio corsa, ha concluso in sesta posizione: i punti di vantaggio di Hamilton salgono a quota 67. Con Hamilton sul podio sono saliti il suo compagno di squadra, Valtteri Bottas, e Max Verstappen, in forza alla Red Bull.

Buono spunto in partenza di Hamilton: scattato dalla pole position, l’inglese ha subito preso la testa davanti al compagno di squadra. Hamilton ha mantenuto agevolmente il comando nel primo stint della corsa, dopo la ripartenza al termine del regime di Safety Car. Hamilton ha effettuato la sosta per montare le medie al termine del giro numero 24, ed è rientrato tranquillamente al comando. Di lì in avanti, una passerella indisturbata verso il traguardo.

Bottas, scattato in prima fila accanto ad Hamilton, si è accodato alle spalle del compagno di squadra e ha mantenuto un ritmo sufficiente a non doversi preoccupare della concorrenza dietro di lui. Bottas ha effettuato la sosta per montare le medie al termine del giro numero 23: il finlandese è rientrato in seconda posizione, e lì è rimasto per il resto della gara, nonostante un pressing di Verstappen a fine corsa.

Solo un sesto posto per Sebastian Vettel a Suzuka
Solo un sesto posto per Sebastian Vettel a Suzuka

Vettel, partito dall’ottava posizione, si è sbarazzato allo start dei due piloti della Toro Rosso, e ha subito sopravanzato anche Grosjean. Il tedesco ha approfittato del contatto tra Raikkonen e Verstappen per agganciare la quarta piazza, alle spalle dell’olandese. Dopo la ripartenza alla fine del regime di Safety Car, Vettel ha cercato aggressivamente il sorpasso all’interno su Verstappen alla Spoon, pur non avendo spazio: i due sono venuti al contatto, e il tedesco è finito in testacoda, precipitando in fondo alla classifica.

Vettel ha cominciato la rimonta dal fondo della griglia, agganciando Alonso per la dodicesima posizione nel corso del giro numero 19. Rientrato in zona punti a metà corsa, Vettel ha effettuato la sua sosta al termine della tornata numero 26: dopo aver montato le soft, Vettel si è ritrovato in sedicesima posizione. Un doppio sorpasso su Ocon e Leclerc gli ha consentito dopo poco tempo di essere nono. Vettel ha successivamente guadagnato terreno, approdando in sesta posizione, a 40 secondi dal compagno di squadra.

Verstappen, terzo al via, è stato protagonista di un contatto con Raikkonen poco dopo: alla chicane l’olandese ha bloccato nel tentativo di difendersi, e ha impattato contro il finlandese, spedendolo fuori pista. Verstappen è finito sotto investigazione per questo incidente, e gli è stata comminata una penalità di cinque secondi. Verstappen ha scontato la sanzione nella sosta per montare le soft, avvenuta alla fine del giro numero 21; l’olandese è rientrato davanti a Raikkonen. Dopo il pit stop di Ricciardo, Verstappen si è installato stabilmente in terza posizione. Nonostante su Bottas a fine gara, Verstappen non è riuscito a sferrare un attacco.

Podio a Suzuka per Max Verstappen
Podio a Suzuka per Max Verstappen

Quarta posizione per Daniel Ricciardo, della Red Bull. Ricciardo, partito dalla quindicesima piazzola in griglia, ha recuperato rapidamente terreno, approdando in quinta posizione dopo soli quattordici giri. Dopo la sosta di Raikkonen, l’australiano si è ritrovato quarto. Ricciardo ha effettuato la sosta per montare le medie al termine del giro numero 23, ed è rientrato davanti a Raikkonen.

Segue il finlandese della Ferrari, Kimi Raikkonen. Raikkonen, scattato dalla quarta posizione, è stato quasi subito speronato da Verstappen, riportando danni alla fiancata della sua vettura. Raikkonen ha effettuato la sosta per montare le gomme medie al termine del giro numero 17: il finlandese è rientrato nel traffico, in decima posizione. Raikkonen si è ben presto sbarazzato dei piloti della Force India, tornando settimo. Lungaggini nel sorpasso su Gasly hanno fatto sì che Raikkonen si ritrovasse davanti Verstappen dopo la sosta di quest’ultimo. Stesso copione, poco più tardi, con Ricciardo.

Quinta posizione per Kimi Raikkonen a Suzuka
Quinta posizione per Kimi Raikkonen a Suzuka

Settima posizione per il pilota della Force India, Sergio Perez, davanti a Romain Grosjean, della Haas, e al suo compagno di squadra, Esteban Ocon; completa la top ten a punti Carlos Sainz, della Renault. Undicesima posizione per Pierre Gasly, della Toro Rosso, davanti a Marcus Ericsson, in forza alla Sauber, e Brendon Hartley, della Toro Rosso. Seguono i due piloti della McLaren, Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, e i due driver della Williams, Sergey Sirotkin e Lance Stroll.

Kevin Magnussen è stato protagonista di un contatto con Leclerc: davanti al monegasco, il danese ha cambiato direzione in fase di difesa e Leclerc lo ha tamponato. Magnussen ha rimediato una foratura allo pneumatico posteriore sinistro, e ha sparpagliato detriti per la pista, causando l’entrata in pista della Safety Car. Dopo pochi giri, il ritiro. Fuori anche il tedesco della Renault, Nico Hulkenberg, e il monegasco della Sauber, Charles Leclerc.

La corsa minuto per minuto

08.40 Lewis Hamilton vince il Gran Premio del Giappone!

08.38 Giro più veloce per Hamilton. 

08.36 Sainz su Gasly. 

08.36 Verstappen si lamenta delle mancanze del suo motore. 

08.34 Hamilton in fase di doppiaggio. 

08.32 Verstappen si avvcina ancora a Bottas.

08.30 Il vantaggio di Bottas su Verstappen sale a 1,8 secondi. 

08.28 Dopo un avvicinamento di Verstappen in fase di doppiaggio, Bottas allunga leggermente.

08.26 Giro più veloce per Hamilton. 

08.24 Bloccaggio per Bottas, Verstappen si avvicina leggermente. 

08.24 Perez su Grosjean per la settima posizione. 

08.23 Verstappen al momento si trova a 1,2 secondi da Bottas. 

08.21 Virtual Safety Car per consentire la rimozione della macchina di Leclerc. 

08.19 Leclerc finisce fuori pista. Ritiro per lui. 

08.17 Ritiro per Hulkenberg.

08.16 Verstappen si trova a 2,5 secondi da Bottas. 

08.15 Alonso su Stroll per la quindicesima posizione. 

08.13 Vettel si trova a 40 secondi dal compagno di squadra, Raikkonen. 

08.11 Vettel su Grosjean per la sesta posizione. 

08.10 Giro più veloce per Vettel. 

08.08 Vettel su Perez. 

08.06 Vettel su Ocon e Leclerc per la nona posizione. 

08.05 Vettel si sta riavvicinando in zona punti. 

08.04 Ocon su Hulkenberg.

08.02 Questi i primi dieci dopo 28 giri: Hamilton, Bottas, Verstappen, Ricciardo, Raikkonen, Grosjean, Gasly, Sainz, Leclerc e Perez. 

08.00 Ocon su Sirotkin.

07.59 Sosta per Vettel: gomme soft per il tedesco, rientrato in sedicesima posizione. 

07.58 Vettel, nel frattempo, è rientrato in zona punti. 

07.56 Ricciardo si porta in pressing su Verstappen. 

07.54 Sosta anche per Hamilton: gomme medie per l'inglese, rientrato al comando. 

07.53 Nessuna penalità per il contatto tra Vettel e Verstappen. Bottas e Ricciardo ai box: gomme medie per il finlandese e l'australiano. Rientrano in seconda e quinta posizione. 

07.52 Verstappen su Grosjean: è ora quarto. 

07.51 Verstappen ai box: gomme soft per l'olandese, rientrato davanti a Raikkonen. 

07.50 Arriva il sorpasso. 

07.49 Raikkonen in pressing su Perez.

07.47 Raikkonen su Ocon per l'ottava posizione. 

07.45 Vettel in pressing su Alonso: l'asturiano si difende, ma non basta. 

07.43 Raikkonen ai box: gomme medie per il finlandese, rientrato in decima posizione. 

07.42 Vettel su Hulkenberg.

07.40 Vettel su Leclerc. 

07.39 Vettel, nel frattempo, è quindicesimo, alle spalle di Leclerc. 

07.37 Ricciardo su Grosjean. 

07.36 Ricciardo su Gasly. 

07.34 Ricciardo su Perez. 

07.33 Più avanti, molto più avanti, Hamilton ha 2,4 secondi di vantaggio su Bottas. 

07.32 Vettel, nel frattempo, è diciottesimo. 

07.32 Ericsson ha tamponato Leclerc in regime di Safety Car. 

07.30 Vettel cerca di sopravanzare Verstappen e lo sperona, finendo fuori pista alla Spoon. 

07.29 Ricciardo, partito quindicesimo, è ora decimo. 

07.27 Hamilton riprende agevolmente la testa della corsa.

07.26 La Safety Car sta per rientrare ai box. 

07.24 Verstappen si lamenta via radio della penalità. 

07.22 Cinque posizioni di penalità per Verstappen. 

07.21 Leclerc ai box per cambiare l'ala. 

07.19 Sotto investigazione Magnussen e Leclerc. 

07.18 Safety car in pista: va tolta la gomma di Magnussen.

07.17 Raikkonen e Verstappen sotto investigazione. 

07.16 Magnussen è in pista con una gomma distrutta dopo un contatto con Leclerc. 

07.15 Verstappen finisce leggermente fuori, e accompagna anche Raikkonen. Vettel ne approfitta. 

07.14 Vettel sorpassa anche Grosjean. 

07.13 Hamilton prende la testa della corsa davanti a Bottas e Verstappen. Vettel sesto, superate le due Toro Rosso.

07.10 La tensione sale: al via il giro di formazione.

Lewis Hamilton si è ampiamente rifatto dell'errore in qualifica in Russia cogliendo l'ottantesima pole position della sua carriera nella Q3 del Gran Premio del Giappone. Dopo aver suonato la carica già nelle prove libere, ottenendo il miglior tempo in tutte e tre le sessioni in programma, l'inglese della Mercedes ha conquistato agevolmente una partenza al palo che su una pista come quella di Suzuka vale oro. Si tratta anche di un'occasione ghiotta per avvicinarsi ancora di più al quinto titolo mondiale della sua carriera: il suo rivale per il titolo, Sebastian Vettel, scatterà infatti molto più indietro. 

Per trovare Vettel sullo schieramento bisogna scorrere fino all'ottavo posto in qualifica: la sanzione di tre piazze comminata ad Ocon per non aver rallentato a sufficienza in regime di bandiera rossa gli consente di scattare più avanti di quanto il nono tempo colto nella Q3 gli avrebbe concesso. La scelta della Ferrari di montare le intermedie ad inizio Q3 in vista dell'arrivo della pioggia si è rivelata decisamente controproducente: le precipitazioni sono arrivate più tardi del previsto, quando i rivali della Rossa avevano già colto tempi competitivi, mentre i due piloti del Cavallino erano ai box per montare le slick. 

Nel post qualifica Vettel ha parlato di una scelta condivisa all'interno del team; il danno, a prescindere dal colpevole, è molto grave, specie per Vettel, autore di una sbavatura nel suo ultimo tentativo lanciato che gli ha impedito di fare meglio di molti rivali sulla carta meno competitivi. Non ci voleva certo questo contrattempo, visto che le speranze mondiali del tedesco sono già ridotte ad un lumicino. Sicuramente la voglia di rifarsi sarà molta, e in Ferrari non si getterà la spugna fino alla certezza matematica della sconfitta.

Sebastian Vettel a Suzuka scatterà dall'ottava posizione in griglia
Sebastian Vettel a Suzuka scatterà dall'ottava posizione in griglia

Il compagno di squadra di Vettel, Kimi Raikkonen, è stato penalizzato dalla strategia della Ferrari, ma è comunque riuscito a piazzarsi in seconda fila, accanto ad un cliente decisamente scomodo, Max Verstappen, decisamente in gran forma in questa parte di campionato. Raikkonen riuscirà in qualche modo ad agevolare Vettel, partendo davanti a lui? Molto dipenderà anche dal passo gara della Ferrari, apparso inferiore rispetto a quello della Mercedes nelle prove libere di venerdì.

Degna di nota è la prestazione della Toro Rosso: a casa della Honda, il team equipaggiato con i propulsori nipponici è riuscito a portare entrambi i suoi piloti nella Q3. Brendon Hartley ha ottenuto il suo miglior piazzamento in carriera in qualifica, un sesto posto; settima piazza, invece, per Pierre Gasly. Non si sorride invece a casa della McLaren ex motorizzata Honda, ora con power unit Renault: Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne, entrambi popolari in Giappone, scatteranno dal fondo dello schieramento.

La gara prenderà il via alle 07.10 italiane. 

  • tiziano.goldoni, Modena (MO)

    E con questa , buonanotte ai suonatori !!!!!!
Inserisci il tuo commento