GP Italia 2018

F1, GP Italia 2018: vince Hamilton. Secondo Raikkonen

-

Lewis Hamilton vince il Gran Premio d’Italia davanti a Kimi Raikkonen e a Valtteri Bottas. Quarta posizione per Sebastian Vettel

Monza - Monza sorride alla Mercedes: ad aggiudicarsi il Gran Premio d’Italia, quattordicesima prova del mondiale 2018 di Formula 1, è stato Lewis Hamilton. Quella nel Bel Paese è la sessantottesima vittoria in carriera e la quinta in Italia per il pilota inglese. Hamilton ha tagliato il traguardo davanti a Kimi Raikkonen, della Ferrari, e a Valtteri Bottas, della Mercedes. Con questo risultato, ottenuto a casa del nemico, Hamilton allunga ancora in classifica mondiale su Vettel, la cui gara è stata compromessa poco dopo la partenza da un contatto proprio con l’inglese.

Hamilton in partenza, decisamente arrembante, ha avuto ragione di forza su Vettel dopo poche curve prendendo la seconda posizione. Dopo il regime di Safety Car, Hamilton ha sopravanzato Raikkonen passando al comando: è durata poco, però, visto che Raikkonen gli ha restituito la pariglia subito. Hamilton non si è arreso, e gli è rimasto alle calcagna nel primo stint. Hamilton ha allungato lo stint rispetto a Raikkonen, fermandosi al giro numero 27.

Dopo la sua sosta, si è accodato alle spalle di Bottas e di Raikkonen, e ha presto raggiunto quest’ultimo, piazzandosi in zona DRS anche dopo la sosta del compagno di squadra. A dodici giri dal termine della corsa, Hamilton ha preso il comando della corsa sorpassando Raikkonen con decisione alla variante. Di lì, la passerella verso il traguardo.

Raikkonen ha preso la testa della corsa in partenza, ed è riuscito a rispondere ad un sorpasso di Hamilton dopo il regime di Safety Car causato dai contatti ad inizio corsa, mantenendo così il comando. Raikkonen non è riuscito a guadagnare margine su Hamilton nel primo stint con le rosse. Raikkonen ha effettuato la sosta per montare le gomme soft al termine del giro numero 20: il finlandese è rientrato in quarta posizione.

Seconda posizione per Raikkonen a Monza
Seconda posizione per Raikkonen a Monza

Ritrovatosi secondo dietro a Bottas dopo la sosta di Hamilton, rientrato alle sue spalle, Raikkonen si è portato in pressing sul connazionale. Alle sue spalle, si è avvicinato Hamilton. La sosta di Bottas, arrivata alla fine del giro numero 36, ha lasciato strada libera a Raikkonen; Hamilton, però, non ha mollato la presa. Al giro numero 45, il sorpasso di Hamilton ai suoi danni.

Bottas, quarto al via, si è portato in pressing su Verstappen intorno al giro numero 15. Trovatosi al comando dopo le soste dei piloti di testa, Bottas è rimasto saldo al comando, agevolando l’avvicinamento di Hamilton su Raikkonen, a sandwich tra le due Frecce d’Argento. Al termine del giro numero 36, la sosta per montare le soft; il finlandese è rientrato in quarta posizione. Bottas, in lotta con Verstappen, è finito lungo alla prima variante dopo un contatto con l’olandese. La conseguente penalità di Verstappen gli ha regalato il podio.

Quarto il grande sconfitto di giornata, Sebastian Vettel. Vettel, secondo al via, è stato toccato subito dopo lo start da Hamilton mentre l’inglese lo sorpassava all’esterno. Il tedesco è finito in testacoda ed è finito nelle retrovie. Dopo una sosta per cambiare l’ala anteriore e montare le soft, Vettel si è ritrovato ultimo, e ha cominciato una rimonta impegnativa. Vettel si è fatto strada a suon di sorpassi, uno dei quali sul suo vecchio compagno di squadra, Ricciardo.

Vettel si è portato in zona punti nel corso del giro numero 15, sorpassando Sirotkin. I successivi sorpassi su Stroll, Perez e Sainz lo hanno promosso in settima posizione. Dopo una manovra su Ocon e le soste altrui, Vettel si è ritrovato in quarta posizione. Dopo la sua seconda sosta, per montare le supersoft, Vettel è rientrato in decima piazza. Poi altri sorpassi, e la penalità di Verstappen, che lo promuove in quarta posizione.

Penalità per Verstappen a fine gara
Penalità per Verstappen a fine gara

Quinta posizione per Max Verstappen, della Red Bull. Verstappen, quinto al via, ha approfittato dei disastri di inizio corsa per salire in terza posizione, davanti ad un incolore Bottas. Verstappen ha effettuato la sosta per montare le soft alla fine del giro numero 26, ed è rientrato in sesta posizione. Dopo le soste altrui, Verstappen è tornato in zona podio. La lotta con Bottas per la terza posizione è finita con un contatto e un lungo del finlandese. Per questo incidente, Verstappen ha rimediato una penalità di cinque secondi, che gli è costata il podio.

Sesta posizione per Romain Grosjean, della Haas Racing, davanti ai due piloti della Force India, Esteban Ocon e Sergio Perez. Nella serata di domenica è arrivata la squalifica per il francese: il fondo piatto della sua vettura è risultato irregolare. Completano la top ten Carlos Sainz, della Renault, e Lance Stroll, della Williams. Undicesimo è il vicino di box di Stroll, Sergey Sirotkin, davanti a Charles Leclerc, della Sauber, e Stoffel Vandoorne, della McLaren. Chiudono la classifica Pierre Gasly, della Toro Rosso; Stoffel Vandoorne, della McLaren; Nico Hulkenberg, della Renault; e Marcus Ericsson, della Sauber.

Out Brendon Hartley, della Toro Rosso, per un contatto ad inizio corsa. L’ultimo GP di Italia della carriera di Fernando Alonso, della McLaren, si conclude con un ritiro per un problema tecnico. Ritiro anche per Daniel Ricciardo per la rottura del motore della sua RB14.

La corsa minuto per minuto

16.30 Lewis Hamilton vince il Gran Premio d'Italia!

16.29 Bottas vicinissimo a Verstappen. 

16.28 Due giri al termine della corsa. 

16.22 Bottas in pressing su Verstappen.

16.19 Cinque secondi di penalità per Verstappen. 

16.17 Hamilton di forza su Raikkonen per la prima posizione. 

16.15 Bottas dritto alla prima variante dopo un contatto con Verstappen.  

16.14 Bottas ci prova su Verstappen: non va. 

16.12 Vettel, invece, si trova a 14 secondi da Bottas.

16.11 Distacco sempre sotto il secondo tra Raikkonen e Hamilton. 

16.10 Vettel su Perez: ora è quinto. 

16.08 Hamilton si trova ad un secondo da Raikkonen. 

16.06 Bottas ai box: gomme soft per lui. Rientra in quarta posizione. 

16.04 I primi tre sono racchiusi in meno di due secondi. 

16.02 Bloccaggio per Hamilton.

16.01 Hamiton si avvicina a Raikkonen.

16.01 Vettel su Stroll per l'ottava posizione. 

15.59 Giro più veloce per Hamilton.

15.58 Raikkonen in zona DRS su Bottas.

15.57 Sosta per Vettel: gomme supersoft per il tedesco. Rientra in decima posizione. 

15.56 Al momento il leader del GP è Bottas.

15.55 Sosta per Hamilton: gomme soft per lui, rientra dietro Raikkonen.

15.53 Raikkonen si trova a 2,5 secondi da Bottas.

15.52 Sosta per Verstappen: gomme soft per lui; rientra in sesta posizione. 

15.51 Raikkonen al momento si trova a 19 secondi da Hamilton.

15.49 Ritiro per Ricciardo. 

15.47 Vettel vicino ad Ocon: lo sorpassa. 

15.46 Hamilton sta mostrando un ottimo passo con le supersoft a fine stint. 

15.45 Hamillton resta fuori; il gap da Raikkonen è di 21 secondi.

15.45 Sosta per Raikkonen: gomme soft per il finlandese, rientrato in quarta posizione. 

15.43 Vettel su Sainz per la settima posizione. 

15.42 I replay mostrano il lungo di Verstappen mentre Bottas era in pressing su lui.

15.42 Vettel su Perez per l'ottava posizione. 

15.40 Hamilton resta ancora in zona DRS.

15.39 Vettel cerca il sorpasso su Perez, senza riuscirvi.

15.38 Vettel si avvicina a Perez. 

15.37 Vettel sorpassa anche Stroll; è nono. Si lamenta di danni alla monoposto. 

15.36 Più avanti, Bottas si avvicina a Verstappen. 

15.35 Vettel su Sirotkin; entra in zona punti.

15.34 Ocon su Sainz per la sesta posizione. 

15.33 Hamilton a 8 decimi da Raikkonen.

15.32 Vettel in pressing su Perez. 

15.30 Contatto tra Ricciardo e Gasly.

15.29 Alonso ai box: ritiro per lui. 

15.28 Vettel su Lecleerc per la tredicesima posizione. 

15.26 Vettel su Ricciardo. 

15.25 Giro più veloce per Raikkonen. 

15.25 Hamilton si trova a nove decimi da Raikkonen.

15.23 Vettel in pressing su Hulkenberg.

15.21 Vettel al momento è sedicesimo con le gialle. 

15.19 Hamilton su Raikkonen per la testa della corsa alla ripartenza. Raikkonen gli restituisce il favore.

15.17 Safety Car in pista. 

15.15 Vettel relegato in fondo alla classifica. Rientra ai box, è unsafe release? 

15.13 Raikkonen mantiene la testa della corsa su Vettel e Hamilton, Hamilton di forza su Vettel, Vettel finisce in testacoda.

15.10 La tensione sale: al via il giro di formazione.

Monza - Il giorno più atteso dell'anno dai tifosi della Rossa è arrivato: il Gran Premio d'Italia si corre oggi nel tempio della velocità, l'Autodromo di Monza. Le qualifiche di ieri hanno regalato il miglior risultato possibile alla torcida ferrarista, una doppietta firmata dal poleman Kimi Raikkonen e dal secondo classificato, Sebastian Vettel. Raikkonen non si è solamente tolto la soddisfazione di fare meglio del compagno di squadra, ma anche colto il giro più veloce della storia della F1: con i suoi 263,587 km/h di media, il crono di Raikkonen ha battuto il record detenuto da Juan Pablo Montoya dal lontano 2004, con 262,242 km/h. 

Come ha ricordato ieri Raikkonen in conferenza stampa, però, la Ferrari è solo a metà dell'opera: la strada verso la vittoria è lunga. Molto importante sarà la gestione interna alla Rossa della lotta tra Vettel e Raikkonen, visto che Vettel ha bisogno di un successo per ridurre il gap in classifica da Hamilton. Sia Vettel che Raikkonen si sono mostrati tranquilli, sottolineando come questa corsa non sia diversa dalle altre per quanto riguarda il fair play. Idealmente, in ottica mondiale. Raikkonen dovrebbe fare da gregario in partenza su Vettel, marcando ad uomo Hamilton. Andrà così?

Proprio Lewis Hamilton non starà certo a guardare: l'inglese della Mercedes si è detto entusiasta della lotta serrata con i due piloti della Ferrari in qualifica, non senza un pizzico di rammarico. Oggi cercherà di rifarsi, sperando che il passo gara delle Frecce d'Argento sia abbastanza rapido da consentirgli di battagliare ad armi pari con la Rossa. Accanto a lui in seconda fila ci sarà Valtteri Bottas, sicuramente non in forma in questo weekend, in cui è parso sempre molto indietro rispetto al suo compagno di squadra. Riuscirà a fargli da gregario?

Lewis Hamilton scatterà dalla terza posizione a Monza
Lewis Hamilton scatterà dalla terza posizione a Monza

Molto staccata rispetto ai top team è sicuramente la Red Bull: Max Verstappen, quinto nelle qualifiche di ieri, ha accusato un ritardo di oltre un secondo. Sarà difficile che oggi Verstappen abbia il passo per insidiare Ferrari e Mercedes, ma certamente cercherà di dare spettacolo, specie in partenza. La domenica del suo compagno di squadra, Daniel Ricciardo, si preannuncia ancora più in salita, visto che l'australiano scatterà dal fondo dello schieramento per via della sostituzione della power unit sulla sua vettura. Ricciardo in passato ha dato spettacolo con rimonte appassionanti; farà altrettanto oggi?

Tra i piloti che si sono fatti vedere in qualifica c'è anche Romain Grosjean, ottimo sesto con la Haas mentre è in cerca di conferme per il prossimo anno. Bene anche Carlos Sainz: lo spagnolo ha festeggiato il compleanno - 24 anni ieri - con un settimo posto. L'attesa, però, è tutta per la Ferrari: la Rossa sarà in grado di regalare un successo ai tifosi presenti a Monza? La Ferrari non vince in casa da otto anni: l'ultimo successo risale al 2010, con Fernando Alonso, accolto stamattina dalla folla adorante in quella che sarà la sua ultima domenica di Monza da pilota di F1. Una nota breve, infine, riguardo al meteo: oggi è previsto cielo coperto, senza pioggia.

La gara prenderà il via alle 15.10.

  • dalu267

    Se è vero che Marchionne aveva già deciso per Leclerc alla Ferrari penso sia giusto si rispetti la sua volontà. Raikkonen-Leclerc mi sembra una squadra ottima. Vettel compie troppi errori. Questo campionato non lo vincerà Hamilton. Lo perderà la Ferrari...
  • FA73

    Rettifico parzialmente, avendo visto e rivisto i video della partenza, il mio giudizio su Vettel. Raikkonen chiude per due volte la strada a Seb e, la prima volta, lo mette in condizioni di subire il sorpasso. Prima della Roggia Seb e è più lento, Raikkonen occupa completamente la traiettoria e non lascia altra chance a Seb che andare sulla sx e poi Hamilton può frenare meglio e affiancarlo. A quel punto, errore pazzesco, Seb forza la frenata e si gira dimostrando che in questi momenti non è lucido!
    Raikkonen non dico che deve fare il Bottas della situazione ma nemmeno ostacolare il sorpasso del suo team mate quando è più veloce perché Seb era più veloce alla prima staccata e Raikkonen che fa a quel punto? Prima cambia traiettoria e poi tira la staccata a ruote fumanti.
    Che sbaglio tenerlo fino a tutto il 2018. Se lo riconfermano, cosa che non credo, giuro che straccio l’abbonamento a Sky!
Inserisci il tuo commento