GP Spagna 2019

F1, GP Spagna 2019: Max Verstappen, zero sbagli

-

Max Verstappen, terzo nel Gran Premio di Spagna, non sbaglia più: non commette errori da un anno

A Montecarlo sarà giusto un anno preciso dall'ultimo errore. Era la fine delle FP3 e Max Verstappen stampava la sua Red Bull alla seconda esse delle piscine. Auto sfasciata, qualifiche saltate e partenza dal fondo. E vittoria a Ricciardo, stessa macchina, stesso team... Fino a quel momento grandi cose, belle vittorie ma anche qualche errore di troppo. Arrogante, supponente. Incapace e via di questo passo. Gliene hanno detto di tutti i colori. Poi Max ha resettato qualcosa nella sua testa, Chris Horner ha cominciato a lavorarci da solo, tenendo lontano il padre Jos.

Adesso, 12 mesi dopo, Max non sbaglia un colpo, fra prove libere, gare e test privati. Ed è terzo in classifica con una macchina, la Red Bull Honda, che nell'insieme è inferiore alla Ferrari. Anzi, in Bahrain è stato anche protagonista di un bel gesto, quando ha evitato di sorpassare Leclerc in crisi con la macchina e gli ha lasciato il terzo posto. Un bel gesto passato sotto silenzio, ma che fa capire come la maturità sia giunta in uno che in quanto a velocità non doveva chiedere niente a nessuno.

In Spagna ha ottenuto un terzo posto dietro alle Mercedes, e in conferenza dopo la gara era pure seccato: "Vorrei poter competere con loro, ma mediamente hanno qualcosa in più di noi dappertutto, per cui in condizioni normali escludo di poterli battere, ci sono però delle eccezioni e fra queste, vista la nostra macchina, posso dire Montecarlo, Singapore e Messico. Poi non so se ce la faremo, di sicuro sono le nostre piste e non voglio lasciare nulla di intentato. Stiamo crescendo bene e abbiamo ampi margini di miglioramento, ma sono fiducioso di potercela fare!". Se lo dice lui ci sarà da crederci.

  • quagliodromo, Telgate (BG)

    Complimenti a Verstappen. Ha fatto tesoro delle esperienze passate e si sta comportando da gran professionista. Speriamo che arrivi presto il suo momento, perché merita di lottare per la vittoria.
Inserisci il tuo commento