Gp Stati Uniti 2015

F1, Gp Stati Uniti 2015: Hamilton vince ed è tre volte campione del mondo

-

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio degli USA e si è laureato campione del mondo per la terza volta. Secondo Rosberg, in volata su Vettel

F1, Gp Stati Uniti 2015: Hamilton vince ed è tre volte campione del mondo

Lewis Hamilton è campione del mondo per la terza volta: il pilota inglese ha vinto il Gran Premio degli Stati Uniti, ed il terzo posto di Vettel gli ha regalato la certezza matematica del successo mondiale, che lo porta ad eguagliare il suo idolo, Ayrton Senna, e una leggenda del motorsport britannico, lo scozzese Jackie Stewart.

 

A regalare il mondiale ad Hamilton è un clamoroso errore del suo compagno di squadra, Nico Rosberg. Il tedesco ha cominciato male la sua gara, perdendo la prima posizione in partenza e scivolando quarto, ma è riuscito successivamente a sopravanzare Ricciardo e Kvyat.  La bagarre tra Rosberg e Ricciardo non è finita in quell'occasione: il tedesco è poi stato protagonista di una battaglia serrata con l'australiano. Ricciardo lo ha superato mentre era in lotta con Kvyat, ma Rosberg ha di nuovo avuto la meglio su di lui successivamente,  guadagnando la testa della corsa.

 

Il tedesco ha continuato a tenere il comando fino a pochi giri dalla fine, nonostante le ripetute Safety Car e Virtual Safety Car, quando ha regalato la prima posizione ad Hamilton finendo lungo. Si tratta del quarantatreesimo successo in carriera per Hamilton, che conquista il mondiale negli Stati Uniti, proprio come fece il suo capo Niki Lauda nel 1977 a Waltkins Glen. Hamilton è il primo pilota britannico a vincere due titoli mondiali di fila. 

 

A completare il podio troviamo proprio Rosberg e Sebastian Vettel, autore di un'ottima rimonta: il tedesco scattava dalla tredicesima posizione. Vettel si è lanciato invano negli ultimi giri all'inseguimento di Rosberg, per alimentare le ultime speranze di tenere aperto il mondiale, ed ha tagliato il traguardo a soli 5 decimi da Rosberg.

F1 2015 Canada ven (31)
Max Verstappen ha tagliato il traguardo in quarta posizione

 

Molto bene Max Verstappen, quarto alla bandiera a scacchi; il pilota olandese è stato autore, come sempre, di una gara ricca di sorpassi e ha mostrato una certa maturità anche nel difendersi dagli attacchi altrui. Il rookie olandese della Toro Rosso ha preceduto Sergio Perez, quinto al volante della sua VJM08. 

 

Rimonta dall'ultimo al sesto posto, invece, per Carlos Sainz, autore di un'ottima prestazione al volante della sua STR10; unica sbavatura la penalità di cinque secondi per eccesso di velocità in pitlane. Sorride anche Jenson Button, settimo. Non è andata altrettanto bene a Fernando Alonso, vittima di un calo di potenza al termine della gara, mentre era in zona punti. L'asturiano è giunto undicesimo al traguardo.

 

Chiudono la top ten Pastor Maldonado, della Lotus; il pilota della Sauber, Felipe Nasr; e l'alfiere della Red Bull, Daniel Ricciardo, velocissimo nella prima fase di gara, con pista ancora bagnata, ma in crisi a tracciato asciutto. Ricciardo, che ha tenuto la testa della corsa per diversi giri, ha concluso la gara in decima posizione. Alexander Rossi, unico pilota statunitense al via, è giunto dodicesimo al traguardo. 

 

Out  Valtteri Bottas, coinvolto nel caos della partenza, occasione in cui ha rimediato la rottura dell’ala anteriore, che ha dovuto sostituire. Il finlandese è nuovamente rientrato ai box, per montare le intermedie: la scelta di optare per le P Zero Yellow Soft alla prima sosta è stata azzardata, e non ha pagato. Bottas si è poi arreso dopo pochi giri. Non è andata meglio a Felipe Massa, ritiratosi dopo 25 giri per lo stesso problema alle sospensioni del compagno di squadra.

F1 2015 Stati Uniti sab (6)
Kimi Raikkonen è stato costretto al ritiro nel Gp degli USA

 

Problemi anche per Romain Grosjean, costretto al ritiro dopo 12 giri. Il francese era stato protagonista del caos della partenza, per un inconveniente al freno posteriore. Out anche Marcus Ericsson, fermatosi in pista, causando l’entrata in scena della Safety Car.

 

Al giro 27, anche Kimi Raikkonen ha dovuto abbandonare la gara. Il finlandese è finito contro le barriere al ventesimo giro, riuscendo a ripartire, ma danneggiando l’ala anteriore. Raikkonen è rientrato ai box per sostituirla, ma un eccessivo surriscaldamento dei freni ha interrotto anzitempo la sua gara. Anche Daniil Kvyat è finito contro le barriere dopo l’ultima curva: il russo è finito sull'erba sintetica ed ha perso il controllo della sua monoposto.

 

Ritiro per Will Stevens nelle primissime fasi di gara, e per Nico Hulkenberg, protagonista di un contatto di gara con Ricciardo: ha avuto la peggio il tedesco, troppo ottimista nel tentare il sorpasso chiudendo verso l’australiano in curva 12. Gara finita per il vincitore della 24 ore di Le Mans 2015.

 

F1 - Gp Stati Uniti 2015 - Risultati - 25/10/15

1 Lewis Hamilton Mercedes F1 W06 Hybrid 1.50'52''703 56

2 Nico Rosberg Mercedes F1 W06 Hybrid 1.50'55''553 56

3 Sebastian Vettel Ferrari SF15-T 1.50'56''084 56

4 Max Verstappen Toro Rosso STR10 1.51'15''062 56

5 Sergio Pérez Force India VJM08 1.51'17''116 56

6 Carlos Sainz Jr. Toro Rosso STR10 1.51'18''322 56

7 Jenson Button McLaren MP4-30 1.51'20''761 56

8 Pastor Maldonado Lotus E23 Hybrid 1.51'24''976 56

9 Luiz Felipe Nasr Sauber C34 1.51'32''960 56

10 Daniel Ricciardo Red Bull RB11 1.51'46''074 56

11 Fernando Alonso McLaren MP4-30 1.51'47''519 56

12 Alexander Rossi Marussia MR03B 1.52'07''980 56

Daniil Kvyat Red Bull RB11 - 41

Nico Hülkenberg Force India VJM08 - 35

Kimi Räikkönen Ferrari SF15-T - 25

Marcus Ericsson Sauber C34 - 25

Felipe Massa Williams FW37 - 23

Romain Grosjean Lotus E23 Hybrid - 10

Valtteri Bottas Williams FW37 - 5

Will Stevens Marussia MR03B - 1

La corsa minuto per minuto

21.53

Lewis Hamilton vince ed è campione del mondo per la terza volta!

21.52

Vettel è in zona DRS.

21.51

Sainz su Button per la sesta posizione.

21.50

Vettel sta leggermente guadagnato su Rosberg.

21.49

Ricciardo ha superato Rossi.

21.48

Sainz è alle calcagna di Button.

21.46

Solita perdita di potenza per Alonso. 

21.45

Ricciardo in crisi: è uscito dalla zona punti a causa del sorpasso di Sainz ai suoi danni.

21.44

Button su Alonso!

21.43

Sainz ha sopravanzato Ricciardo, ma l'australiano non si è arreso. Ne ha però approfittato Button. 

21.42

Hamilton ha sorpassato Rosberg, finito lungo. 

21.41

Maldonado pare scatenato, e si lancia all'inseguimento di Sainz e Button. 

21.40

Vettel sorpassa Verstappen. 

21.39

Verstappen si difende da Vettel.

21.38

Rosberg mantiene la prima posizione.

21.37

Safety Car out in questo giro.

21.35

Verstappen, attualmente terzo, monta le sue P Zero Yellow Soft da diciassette giri. 

21.33

Button ai box. 

21.32

Questa la top ten dopo 44 giri: Rosberg, Hamilton, Verstappen, Vettel, Button, Alonso, Perez, Ricciardo, Maldonado e Sainz.

21.30

Hamilton e Vettel rientrano ai box per montare le P Zero Yellow Soft. 

21.29

Kvyat a muro! Nuovamente Safety Car. Il russo è finito sull'erba sintetica ed ha perso il controllo della sua monoposto. 

21.28

Duello in casa McLaren tr

21.27

Rosberg ha superato Vettel. 

21.26

Rosberg è vicinissimo a Vettel. 

21.25

Hamilton gode di un vantaggio di 5 secondi nei confronti di Vettel. 

21.24

Rosberg ha superato Verstappen.

21.23

Alonso ha superato Perez: l'asturiano è sesto.

21.22

Fine della Virtual Safety Car.

21.20

Rosberg ai box: approfitta della Safety Car per montare P Zero Yellow Soft. Il tedesco è rientrato dietro a Vettel. 

21.19

Virtual Safety Car per la rimozione della vettura di Hulkenberg.

21.19

5 secondi di penalità per Sainz per eccesso di velocità nei box. 

21.18

Kvyat ha sopravanzato Ricciardo.

21.17

Contatto tra Hulkenberg e Ricciardo!

21.16

Hulkenberg è alle calcagna di Ricciardo, mentre Hamilton si avvicina a Rosberg.

21.15

Verstppen ha sorpassato anche Ricciardo, in forte difficoltà.

21.14

Anche Hulkenberg ha superato Kvyat.

21.13

Verstappen di forza su Kvyat, e tenta di sopravanzare anche Ricciardo. 

21.12

Vettel ha di nuovo preso la posizione su Ricciardo, finito lungo.

21.11

Vettel ha superato Ricciardo, ma l'australiano non si è arreso, e ha ripreso la posizione. 

21.10

L'elastico di Rosberg è servito per mantenere la posizione su Hamilton. Vettel ha sopravanzato Kvyat. 

21.07

La Safety Car rientra in questo giro. 

21.05

Il vantaggio di Rosberg si è ovviamente azzerato in regime di Safety Car. 

21.03

I doppiati possono sdoppiarsi.

21.02

Vettel, con le P Zero White Medium, potrebbe arrivare fino alla fine.

21.00

Questi i primi dieci dopo 29 giri: Rosberg, Hamilton, Ricciardo, Kvyat, Vettel, Verstappen, Hulkenberg, Perez e Button. 

20.59

Verstappen ai box. 

20.57

Vettel ai box: P Zero White Medium per il tedesco. 

20.56

Ericsson è fermo ai bordi della pista. Entra la Safety Car, per la gioia di Hamilton.

20.55

Raikkonen ai box: ritiro per il finlandese.

20.55

Hamilton ha sopravanzato Ricciardo.

20.53

Hamilton è alle calcagna di Ricciardo.

20.52

Rosberg ha accumulato un vantaggio di 8 secondi a Ricciardo. 

20.51

Ecatombe Williams: anche Massa si ritira. 

20.50

Vettel ha sorpassato Kvyat per la quarta posizione.

20.49

Nel frattempo, Raikkonen è rientrato ai box per sostituire l'ala anteriore.

20.48

Rosberg ha guadagnato 1,7 secondi su Ricciardo.

20.47

Rosberg si riprende la prima posizione, ed Hamilton ha sorpassato Kvyat.

20.46

Rosberg  si trova a 6 decimi da Ricciardo. 

20.46

Kvyat ed Hamilton battagliano per la terza posizione.

20.44

Giro più veloce per Vettel, all'inseguimento di Hamilton.

20.44

Raikkonen contro le barriere in curva 7! Cerca di liberarsi, e ci riesce. 

20.43

Hamilton, nel tentativo di sopravanzare Kvyat, è andato lungo. I primi tre hanno mantenuto le loro posizioni. 

20.42

Pit stop per Ricciardo, Rosberg e Kvyat per montare P Zero Yellow Soft.

20.41

Sosta per Hamilton: P Zero Yellow Soft per l'inglese, rientrato in ottava posizione. 

20.40

Duello rusticano tra Rosberg e Hamilton: il tedesco attacca, e sorpassa l'inglese.

20.39

Sainz si aggiunge al trenino Ferrari-Verstappen.

20.39

Lungo di Verstappen! Raikkonen cerca di approfittarne. 

20.38

Ricciardo ha guadagnato 2,3 secondi su Hamilton, mentre Verstappen ha sorpassato con decisione Vettel. 

20.37

Raikkonen si lamenta via radio delle strenue difese di Verstappen. 

20.36

Duello tra Hamilton e Rosberg: il tedesco ci prova, ma l'inglese resiste. 

20.35

Sorpasso di Ricciardo all'interno su Hamilton!

20.34

Raikkonen cerca il sorpasso su Verstappen, e i due arrivano al contatto. 

20.33

Giro più veloce per Rosberg: 1'56"677 il crono del tedesco. Ricciardo prova invano il sorpasso su Hamilton. 

20.33

Sorpasso di Raikkonen su Sainz, DRS o meno. 

20.32

I primi tre sono racchiusi in 1,5 secondi. 

20.31

Ricciardo è a 4 decimi da Hamilton. 

20.30

Raikkonen, nono, si lamenta del malfunzionamento del suo DRS. 

20.29

Kvyat, all'attacco di Rosberg, finisce largo, e Ricciardo ne approfitta. Anche Rosberg finisce lungo, e Ricciardo guadagna la seconda posizione. Kvyat è rientrato in pista bruscamente, e Rosberg ha dovuto schivare il russo.

20.28

Problemi per Grosjean, costretto al ritiro. 

20.27

Nasr ha sopravanzato proprio Grosjean. 

20.26

I primi tre stanno per affrontare i primi doppiaggi. Grosjean, nel frattempo, fatica con le P Zero Yellow Soft.

20.25

Rosberg deve vedersi dagli attacchi di Kvyat. 

20.24

Ericsson ha superato Button, mentre Grosjean ha montato le P Zero Yellow Soft.

20.23

Vettel è alle calcagna di Perez, proprio quando l'uso del DRS è autorizzato.

20.22

Il Rosberg furioso è alle calcagna di Hamilton. Soli 7 decimi li separano.

20.21

Ricciardo via radio si chiede come Rosberg abbia fatto  a sorpassarlo.

20.20

L'indemoniato Rosberg tenta il sorpasso su Kvyat, e ci riesce. 

20.18

Virtual Safety Car. Rosberg ha sorpassato subito Ricciardo. 

20.16

Questi i primi dieci dopo sette giri: Hamilton, Kvyat, Ricciardo, Rosberg, Perez, Vettel, Verstappen, Raikkonen, Sainz e Hulkenberg.

20.14

Sorpasso di Sainz ai danni di Hulkenberg. Virtual Safety Car per ripulire dai detriti dei contatti del primo giro. I replay mostrano un attacco di Kvyat ai danni di Hamilton. 

20.13

Nasr è tornato ai box per rimontare le Cinturato Green Intermediate: troppo azzardato il passaggio alle slick in questa fase di gara. 

20.12

Sia Nasr che Bottas hanno montato gomme P Zero Yellow Soft. I replay mostrano il contatto in partenza tra Hamilton e Rosberg.

20.11

Kvyat è alle calcagna di Hamilton.

20.10

Ottima rimonta anche per Sainz: partito ultimo, è decimo. 

20.09

Stevens è fermo in pitlane.

20.08

Ottima rimonta per Vettel: il tedesco è ora settimo. Ottimo inizio anche per Raikkonen, attualmente decimo.

20.07

Contatto tra Grosjean e Bottas nelle retrovie. Il finlandese è rientrato ai box per sostituire l'ala. Anche Nasr ed Ericsson si sono toccati.

20.06

Kvyat aggressivo in queste prime fasi di gara: il russo è secondo.

20.05

Rosberg ha sopravanzato Perez.

20.04

Hamilton è riuscito a guadagnare la prima posizione su Rosberg, finito largo alla prima curva. il tedesco è ora quinto.

20.00

La tensione sale: al via il giro di formazione.

 

Dopo un sabato di attesa, la domenica ad Austin è ricca di impegni: a causa della pioggia, infatti, le qualifiche del Gran Premio degli Stati Uniti sono state disputate nella mattinata texana di oggi, mentre la gara è in programma alle 17.oo locali. 

 

Le precipitazioni torrenziali che stanno interessando il circuito texano hanno interessato Austin anche nella mattinata di oggi, e la Q3 è stata annullata perché le condizioni della pista non sono state giudicate sicure dalla direzione di gara. Si tratta di una decisione condivisa dai piloti. 

 

Molti degli alfieri in lizza dopo le qualifiche hanno anche avanzato dubbi sulla reale possibilità di disputare il Gran Premio oggi, visto che la pioggia continua a cadere in Texas. Segnali incoraggianti, però, sono arrivati dalla gara della Porsche Supercup, che ha preso il via regolarmente, seppur dietro la Safety Car, e la situazione sembra ulteriormente migliorata: il sole ha quasi fatto capolino sul Circuit of the Americas, e i piloti si sono schierati in griglia con le Cinturato Green Intermediate. 

 

A scattare dalla pole position sarà Nico Rosberg, il più veloce nel Q2. A causa dell'annullamento della Q3, i tempi della seconda tranche delle qualifiche hanno infatti determinato lo schieramento. Accanto a lui, il compagno di squadra, Lewis Hamilton, che oggi si gioca il primo match point per il titolo mondiale. Hamilton deve lasciare il Texas con 75 punti di vantaggio sul secondo classificato per avere la certezza matematica di essere campione del mondo. 

F1 2015 Stati Uniti dom. (5)
Sebastian Vettel partirà tredicesimo a causa della penalità per l'installazione sulla sua SF15-T della PU aggiornata

 

Un aiuto in questo senso viene dalla penalizzazione di dieci posizioni in griglia comminata a Sebastian Vettel - attualmente secondo in classifica piloti - per l'installazione sulla sua SF15-T della power unit aggiornata. Il tedesco partirà tredicesimo, e cercherà una rimonta sul bagnato, condizione in cui ha brillato tante volte in passato: basti pensare alla sua prima vittoria in carriera, nel 2008 a Monza sotto una pioggia torrenziale.

 

Anche Kimi Raikkonen è stato retrocesso di dieci posizioni in griglia per la stessa ragione di Vettel, e partirà ancora più indietro, dalla diciottesima piazzola. Chi invece potrà godere di una posizione al via decisamente più avanzata sono i due alfieri della Red Bull, Daniel Ricciardo e Daniil Kvyat, che occuperanno la seconda fila. La RB11 è decisamente competitiva sul bagnato, e Ricciardo e Kvyat andranno alla ricerca del podio.

 

Occhio anche a Nico Hulkenberg: il vincitore della 24 Ore di Le Mans è particolarmente a suo agio sul bagnato, come ha dimostrato sinora in questo weekend caratterizzato dal maltempo. Altrettanto bene ha fatto oggi il suo compagno di squadra, Sergio Perez, sicuramente galvanizzato dal podio di Russia e dall'avvicinarsi della sua gara di casa, settimana prossima in Messico.

 

Tornando al tema delle penalizzazioni, Valtteri Bottas dovrà retrocedere di cinque posizioni per la sostituzione del cambio. Il finlandese aveva dichiarato dopo le qualifiche di aver avuto problemi alle sospensioni; la risoluzione degli stessi ha reso necessaria l'installazione di un nuovo cambio.

 

Il via della gara è previsto per le 20.00 italiane. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento