Formula 1

F1, Vettel lascia la Ferrari. E ora che succede? Ne parliamo in diretta

-

Sebastian Vettel lascia ufficialmente la Ferrari a fine stagione. Quali sono le opzioni della Rossa per sostituirlo? Ne parliamo in diretta con il nostro inviato F1, Paolo Ciccarone

Il dato è tratto: questa mattina è arrivata l'ufficialità dell'addio di Sebastian Vettel alla Ferrari a fine stagione 2020. Una volta ufficializzato il divorzio dal quattro volte campione del mondo, l'opera della Rossa è solo a metà: ora bisogna sciogliere il nodo su chi affiancherà il confermatissimo Charles Leclerc a partire dal 2021. Stando alle indiscrezioni circolate negli ultimi tempi, i candidati principali per l'ambitissimo sedile della scuderia di Maranello sarebbero due: Carlos Sainz e Daniel Ricciardo.   

Sainz, 26 anni il prossimo 1° settembre, ha dalla sua l'età, con i suoi cinque anni in meno di Ricciardo: questo potrebbe fare di lui un'opzione più a lungo termine rispetto all'australiano. Pur essendo giovane, Sainz ha però una buona esperienza in Formula 1: il figlio d'arte - il papà Carlos Senior è stato due volte campione del mondo Rally - ha esordito in F1 nel 2015 con la Toro Rosso. Dopo tre stagioni con la scuderia di Faenza, Sainz è passato alla Renault, dove ha affiancato Hulkenberg nel 2018. L'anno successivo il passaggio alla McLaren, con cui è arrivato il primo podio, ad Interlagos a fine 2019. Sainz ha dimostrato di essere un pilota solido, costante, capace di portare punti preziosi. Che sia l'ideale per fare da gregario a Leclerc?

Quello di Ricciardo con la Ferrari sarebbe un ritorno di fiamma, visto che l'australiano è stato molto vicino ad approdare alla Rossa nel 2019: nella bollente estate 2018, che ha segnato il divorzio repentino dalla Red Bull, Ricciardo ha accarezzato il sogno della Ferrari, ma alla fine ha dovuto ripiegare sulla Renault. Una partnership, quella con la Losanga, che non ha dato i frutti sperati, e Ricciardo, con i suoi 30 anni, scalpita per un posto al sole in un top team. Dalla sua Ricciardo - sette vittorie e 29 podi in carriera - ha non solo il talento indubbio, ma anche il temperamento "latino", che tanto piace ai tifosi della Ferrari; simpaticissimo, parla anche italiano, un plus da non sottovalutare a livello di comunicazione e immagine. 

La terza opzione per la Ferrari è più remota, ma sicuramente assai affascinante: portare Lewis Hamilton in rosso. L'inglese ha giurato fedeltà alla Mercedes, e, determinato a battere il record di Schumacher con le Frecce d'Argento, avrebbe già rifiutato delle avance della Rossa la scorsa estate. L'addio di Vettel potrebbe però portare la Ferrari a fare un altro tentativo, pur con la consapevolezza che l'arrivo di Hamilton sarebbe un grattacapo nella gestione del pupillo Leclerc, blindato fino al 2024 e sicuramente poco incline a fare da seconda guida al sei volte campione del mondo. Una convivenza ad armi pari potrebbe rivelarsi ingestibile. 

Le opzioni della Ferrari per il dopo Vettel sono il fulcro della diretta Facebook e YouTube con Emiliano Perucca Orfei, Diletta Colombo e il nostro inviato F1, Paolo Ciccarone. Vi lasciamo al video in apertura per rivederla. 

  • Andrea_Cavalleri, Adro (BS)

    La live di oggi diventerà un podcast?
Inserisci il tuo commento