epoca

Formula 1: in vendita la prima Ferrari di Schumacher

-

La 412 T2 del 1995 utilizzata per i “battesimi” di Fiorano ed Estoril cerca un nuovo proprietario

Correva l’anno 1995 quando un giovane tedesco vinceva il suo secondo mondiale sulla Benetton. Era Michael Schumacher, che nel 1996 coronò il sogno di ogni pilota indossando la tuta rossa della Ferrari.

Il battesimo avvenne nel novembre del ‘95 a Fiorano, sul circuito privato della Casa italiana, dove “il Kaiser” per la prima volta si mise al volante di una Rossa: era una Ferrari 412 T2 telaio 157, vettura utilizzata nella precedente stagione da Jean Alesi.

17 giri che scatenarono un grande interesse dei media, oltre che di pubblico con oltre 2.000 persone a sbirciare il debutto del pilota che ancora non sapevano avrebbero amato come pochi.

La seconda uscita di Schumi sulla Ferrari 412 T2 #157 avvenne cinque giorni dopo all’Estoril, dove il tedesco fu più veloce di 0,7 secondi rispetto alla pole di Berger ottenuta a settembre.

Nel 1999 la Ferrari 412 T2 passò al collezionista tedesco Peter Fandel che trattò direttamente con Jean Todt, allora team manager della Scuderia Ferrari. Alla fine del 2000, questa vettura fu acquistata da un appassionato pilota e collezionista, Klaas Zwart. L'auto è stata utilizzata per diversi eventi, tra cui il Gran Premio storico di Monaco prima di approdare nel garage del suo attuale proprietario nel 2013.

Questa Ferrari 412 T2 ex Schumacher nel 2018 è stata ispezionata e certificata da Ferrari Classiche ed è tornata a Maranello dove è stata meticolosamente ricostruita e rimessa in condizioni perfette.

Adesso la monoposto, la prima Ferrari di Michael Schumacher, cerca un nuovo proprietario: la vendita è curata dalla britannica Girardo & Co., con cui va trattato il prezzo. Non è nota la quotazione, ma la prima monoposto Ferrari del leggendario Schumacher è senza dubbio un cimelio molto ma molto prezioso.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Modelli top Ferrari