Motorsport

Honda blocca Alonso e McLaren in Indy: ecco perché

-

McLaren ha rinunciato ad un programma completo in IndyCar con Fernando Alonso: Honda ha rifiutato la fornitura dei motori. Ecco perché

Honda blocca Alonso e McLaren in Indy: ecco perché

Sembrava fatta per Fernando Alonso e la McLaren per il campionato IndyCar del 2019 ma è successo qualcosa alla vigilia del GP Usa che ha fatto saltare tutti i piani. La squadra inglese, infatti, ha disdetto il programma in quanto non avrebbe avuto il supporto ufficiale per disputare la serie e quindi Alonso, che aveva in progetto la partecipazione al campionato, si è trovato a dover rivedere i propri piani: "Si trattava di un impegno pesante, fatto di tante gare e trasferte, serviva una dedizione tale che non ero in grado di dare, dopo la F1 volevo staccare un po' e guardarmi attorno, il mio futuro lo saprete a breve" ha detto lo spagnolo ad Austin.

In realtà c'è un clamoroso retroscena di qualche tempo prima, ovvero la filiale USA della Honda era disposta a dare il proprio supporto al programma Alonso McLaren e aveva dato il benestare ufficioso. Nel contempo aveva mandato una richiesta a Tokyo per avere le ultime conferme e decidere i piani di azione e qui è scattato il problema. "No grazie, non ci interessa avere nessuna collaborazione ufficiale con McLaren e Alonso" è stata la risposta per cui dagli USA hanno dovuto far presente che l'appoggio, nel caso, sarebbe stato concesso solo per la 500 Miglia di maggio.

Cosa è successo? Semplicemente che quella famosa frase di Alonso durante una gara: "Sono senza potenza, è un motore da GP2" in Giappone se la siano legata al dito. Farsi trattare così in mondovisione, anche sapendo di avere torto perché il motore fornito per tre anni alla McLaren non era competitivo, non è nella mentalità nipponica. Per cui, scuse ufficiali da un lato dei giapponesi, ma dall'altro l'amor proprio e la tradizione di lavorare in gruppo è stata violata dall'uscita di Alonso e dal suo famoso "GP2 engine" che adesso gli è stato presentato come un conto da pagare.

  • kevin666, Stazzano (AL)

    Speriamo si trovi una sistemazione degna del suo talento! e cmq peccato,i commenti di "FERNANDO" dalla macchina sono uno spasso....
  • madciccio, Palermo (PA)

    Mi dispiace per Alonso ma non avevo il minimo dubbio e mi sembrava strano il contrario così come erano strane alcune voci che volevano Chris Horner li a supplicare il pilota spagnolo per prendere il sedile della Red Bull l'anno prox.

    Honda è rancorosa, ci ricordiamo il trattamento riservato a Max Biaggi? GP2 Engine rimarrà nella storia della casa nipponica e questo non poteva essere dimenticato.

    Sia chiaro, il motore faceva schifo e si vedeva, quindi segreto di Pulcinella ma i panni sporchi si lavano in famiglia, testa bassa e lavorare.
    C'è da dire che con la nuova power unit non è cambiato nulla anzi il povero Fernando spesso prende paga dai piloti motorizzati Honda quindi anche la macchina in se è una ciofeca.
    Che sfiga, un pilota di cui qualsiasi gara di automobili non dovrebbe fare a meno ora non sa che fare... Speriamo si apra qualche spiraglio per la Indy 500 in modo da completare il suo palmares.

    Forza Fernando
Inserisci il tuo commento