ricette

Le ricette di Guerini: noodles

-

Le ricette di Gianfelice Guerini, chef nel mondo della F1: noodles per il Gran Premio della Cina

Le ricette di Guerini: noodles

La gastronomia della Cina é una delle piú particolari al mondo, ed è di gran lunga una tradizione culinaria millenaria
che oggi è diventata popolare in tutto il mondo. Nonostante tutto, la Cina é ancora adesso un paese quasi sconosciuto per gli occidentali, un luogo di magia e mistero ancora tutto da scoprire. La cucina cinese è una vera e propria arte, con scuole e correnti che offrono alternative differenti. Si contano otto scuole culinarie differenti, ovvero quelle di Shandong, Sichuan, Guangdong, Fujian, Jiangsu, Zhejiang, Hunan ed Anhui.

La varietà della gastronomia cinese è così varia che ogni regione conta con le sue proprie specialità locali, cucinate secondo stili e modi differenti. Le origini della cucina vedrebbero la luce durante l’età della pietra cinese, quando la coltivazione del riso e la  roduzione di spaghetti, e con il passare dei secoli e la scoperta di nuove materie prime per cucinare e nuovi metodi di cottura, la cucina cinese si modificò gradatamente e nacque l’uso delle bacchette, e adoperate come utensili per mangiare. Per chi dispone di poche risorse economiche, un pasto è semplicemente un piatto di pasta o di riso, condito con un pugno di verdure o qualche boccone di carne. Spesso il cibo è una questione d'onore e senza dubbio il primo segno di appartenenza sociale. Durante un tipico pasto cinese si condividono i piatti, che vengono di solito messi in comune e fatti girare sul tavolo.

Si mangia con l' aiuto di bacchette oppure, in caso di pietanze brodose, con l’aiuto di cucchiai di legno o di porcellana. La tavola è un simbolo dello status sociale e deve essere sempre rotonda e a volte sormontata da un grande piatto girevole dove sono poste le pietanze da condividere; non sono mai presenti coltelli a tavola perché tutto ciò che deve essere tagliato, viene tagliato in cucina.  Il tè la bevanda più consumata e amata ed è molto gradito per le sue virtù digestive e decongestionanti. La birra e l'alcol di riso sono consumati in occasione delle feste e di solito durante un pasto abituale nessuna bevanda viene proposta o messa in tavola: si disseta con una zuppa o una pappa.

Oggi ho voluto parlarvi di questo, ci sarebbero ancora molte cosa da dire sulla cucina cinese, mi servirebbe molto tempo. Ho avuto modo di parlare con alcune persone, perché anno giudicato i numerosi ristoranti Cinesi cresciuti come funghi in Italia, non idonei, ed il mangiare molto scadente. Devo dire la verità, sono molto d’accordo, ormai siamo infestati da tutti questi ristoranti Cinesi, la loro cucina e simile se non uguale, al paese di origine. Qui almeno devo rispettare i canoni delle leggi alimentari Italiane, anche se in questi anni hanno molti dei ristoranti, non conformi alle leggi. Io credo che questi ristoranti non danneggiano la nostra cucina Italiana, ma preferire vedere nella mia città, non 50 ristoranti di meno ma di qualità, perché tutti quelli che ci sono tutti uguali. Per questo mi dispiace perché la cucina vera e caratteristica Cinese è molto buona

RICETTTA DI OGGI: NOODLES ( spaghetti) ALLE VERDURE MISTE E POLLO E UOVA 4 persone.

-1 verdure a piacere : cipolle carote, zucchine e peperoni, ma sono adatti anche i funghi , e germogli di soia
-1 petti tagliati sottili
-2 uova
-6 cucchiaio soia
- sale e pepe qb.
-500 gr. Noodles
-1 spicco d’aglio

Ora passiamo alle verdure lavatele e tagliatele a julienne: devono essere il più sottili possibile, così da diventare
sufficientemente morbide in cottura e mescolarsi meglio agli noodles. Cosi fate anche per il petto di pollo, e con le uova fate una piccola frittata e tagliuzzatele ed aggiungete il tutto alle verdure. In una padella sufficientemente larga da poter contenere, in seguito, i noodles fate cuocere le verdure nella salsa di soia. Devono essere saltate, non bollite, quindi aggiungete un po’ di acqua solo se vedete che la soia si sta addensando troppo. Mettete a bollire in una pentola altra acqua, per cuocere i noodles. Come tutta la pasta fresca, dovrete farli stare in acqua bollente per pochissimo tempo: toglieteli dopo circa 1 minuto, poi trasferiteli nella padella dove le verdure in salsa di soia saranno pronte. Saltateli insieme alle verdure finché non avranno preso anch’essi il
colore della salsa di soia
.

Alla prossima
Gianfelice Guerini

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento