ADD 2018 - interviste

ADD 2018 Verona, Interviste: Salvatore Aranzulla [video]

-

Tra i dealer che vogliono e devono vendere sempre più auto online, parla il giovane “mago del web” che domina le classifiche dei siti più visitati, con un piccolo sogno che dalla Sicilia è divenuto impresa da 2 milioni di fatturato. Ma Aranzulla, quello che sorpassa Wikpedia, il re delle guide, cosa ha nel box e come guida?

È giovane, modesto nei modi ma con le idee chiare sul come fare business, Salvatore Aranzulla. Nessuno che usi un PC o uno Smartphone e conosca la lingua italiana, può non averne sentito parlare, tutti quelli che gestiscono siti gli invidiano il numero di visitatori: è lui il vero re delle guide informative online, spesso più utilizzato anche di Wikipedia per avere informazioni rapide. Un mestiere inventato e che funziona alla grande, sinora. Cerchi una qualunque soluzione a un intoppo, di cui sai poco? Tempo di battere sul tasto invio e i motori di ricerca ti propongono le sue pagine. Addirittura se si cerca su Google qualche info di Google stesso, viene proposto prima il contenuto Aranzulla di quello ufficiale, idem per certi Social Network.

Aranzulla sui motori ma non in auto

Esordisce a uno dei sessanta incontri di Automotive Dealer Day portando il proprio esempio: da giovane senza risorse e con la connessione a 56K, in Sicilia, con qualche limitazione, al primo inatteso assegno da Google (3000 dollari) che suo padre pensava fosse una truffa. Il cammino di Salvatore Aranzulla fino a Milano porta in breve a un ruolo di mito o quasi, nel web, che con pochi concetti semplici, si permette di fatturare quasi due milioni di euro. È da spunto per i dealer che si ritrovano a Verona, con qualche difficoltà per la fase di transizione del mercato auto e le necessità di raffrontarsi online verso gli automobilisti.

“La cosa più bella per me è ricevere i ringraziamenti, sentirmi dire per strada che con una mia guida si è risolto un problema al PC, o si è scelto quel telefonino che davvero dopo quattro anni funziona ancora bene”.

Aranzulla ha fatto la Bocconi ma è lui che, nemmeno trentenne, si ritrova già come esempio da testo di Economia Aziendale in età poco lontana da quella degli studenti stessi. La sua strategia? Forse non ce la racconta tutta, ma pare davvero molto semplice. Fare poco ma bene, aiutare chi cerca soluzioni a problemi nel mondo dell’elettronica e… Guadagnare anche tanto, grazie a qualcosa che gli piace e fa crescere un’azienda molto redditiva, se si pensa alle relativamente poche risorse materiali necessarie.

Come si fa a ottenere seicentomila visite al giorno senza essere delle aziende o delle star, solo grazie ai contenuti? “Mettiamo in fretta online, ma soprattutto molto bene, in autonomia e indipendenza, le soluzioni che gli italiani cercano. Le guide pratiche ai piccoli e grandi problemi che capitano a tutti con le tecnologie. Se qualcosa di nuovo viene ricercato sul web, ci diamo da fare per proporre un aiuto che funzioni, non per sentito dire e ogni semestre lo aggiorniamo, quando serve”.

I rivenditori auto italiani, i dealer anche più grandi, hanno i fuochi aperti sul web per dare informazioni e attirare clienti automobilisti, ma non è facile trasferire parte del noto metodo Aranzulla verso le quattro ruote. A proposito, Salvatore che auto guida e come la usa? Nel nostro video, l’intervista allo Stand Automoto.it che a Verona ci fa scoprire una realtà: il re delle guide che non guida, o quasi; pur avendo nel box una Mini, decennale, che tiene dove è nato e non a Milano, dove ora vive usando principalmente i mezzi pubblici per spostarsi.

 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento