Eventi

Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2019, il programma e le vetture in lizza

-

Dal 24 al 26 maggio è in programma l'edizione 2019 del Concorso d'Eleganza di Villa d'Este: il tema è Symphony of Engines, la sinfonia dei motori. Ecco il programma e le auto e moto in concorso

Concorso d'Eleganza Villa d'Este 2019, il programma e le vetture in lizza

Il Concorso d'Eleganza di Villa d'Este festeggia i suoi primi 90 anni: la kermesse sul Lago di Como ebbe inizio nel 1929. Allora, ovviamente, in mostra non erano vetture d'epoca, bensì futuristiche one-off. Il tema scelto per l'edizione dell'anniversario, in programma dal 24 al 26 maggio prossimi, è Symphony of Engines: una dedica d'amore al sound dei motori, che, nell'epoca dell'elettrificazione della propulsione, diventa già quasi vintage. 

Oltre ai 90 anni del Concorso, si festeggiano anche i 20 anni della partnership di BMW con la kermesse, iniziata nel 1999. Per presentare il Concorso d'Eleganza, è stato scelto il ridotto del Teatro alla Scala di Milano. Una scelta, questa, frutto di una collaborazione che ormai da anni lega la casa dell'Elica allo storico teatro meneghino, che alla luce del tema scelto per il 2019 denota una connessione ancora più profonda. 

Un appuntamento, quello di Villa d'Este, che ricollega BMW alle sue origini: l'importanza di non perdere il contatto con il passato è stata ribadita dal presidente e CEO di BMW Italia, Sergio Solero. "Il futuro è di chi osa, ma è fondamentale mantenere il rapporto con la storia", ha spiegato Solero, che ha poi citato una massima di Leonardo Da Vinci: "L'esperienza è l'unico insegnante in cui possiamo confidare". Proprio in tema di futuro, BMW a Villa d'Este ha in programma la presentazione di due concept in anteprima mondiale: bocca cucita, al momento, sui dettagli. 

"Il sound di una vettura è un tratto distintivo fondamentale, così come la voce lo è per una persona - ha spiegato Ulrich Knieps, responsabile di BMW Classics, intervenuto come di consueto per presentare le novità del Concorso d'Eleganza di Villa d'Este. "Le otto categorie hanno dei nomi che suonano come delle sinfonie, non è stato facile sceglierli", prosegue. Knieps ha presentato le otto classi delle auto e le cinque delle moto: per la prima volta è stata diffusa in anticipo anche la lista delle vetture. 

Un'immagine del Concorso di Eleganza di Villa d'Este dello scorso anno
Un'immagine del Concorso di Eleganza di Villa d'Este dello scorso anno

Una classe sicuramente suggestiva è la F, "Baby You Can Drive My Car". Musical Stars' Cars", che, come si evince dal nome, comprende vetture appartenute a grandi della musica, come l'Aston Martin V8 Vantage del 1985 che fu di Elton John. La star di questa categoria, però, è sicuramente la celebre BMW 507 di Elvis Presley: completamente restaurata dalla casa dell'Elica, farà bella mostra di sé su un gigantesco giradischi. 

Dando uno sguardo alle altre classe, la A, "Goodbye Roaring Twenties: The Birth of the Concorso", vuole essere un richiamo agli albori del Concorso di Eleganza, con vetture prodotte sul finire degli anni Venti, mentre la H, "Daring to Dream, Concepts Which Rocked The Motoring World", rinverdisce i fasti degli inizi con dei prototipi. Anche se risalenti agli anni Sessanta e Settanta, sono one-off proprio come le prime vetture mostrate a Villa d'Este. 

Spazio, poi, anche per concept attuali, tra cui spiccano la Pininfarina Battista e la one-off made in Bugatti, La Voiture Noire, entrambe viste al Salone di Ginevra 2019. La Classe B, "Fast Forward: A Quarter of Century of Progress", ripercorre l'evoluzione vissuta dall'industria dell'auto dal 1915 al 1939. La Classe C, "Small And Perfectly Formed: The Coachbuilder's Art in Miniature", vede la presenza di compatte prodotte dal 1952 al 1964.

La E, "Swinging Sixties: The Sky's The Limit", è dedicata agli anni Sessanta, con vetture come una Aston Martin DB4 GT Zagato del 1961 e una Ferrari 275 GTB/ del 1967. Dedicata al motorsport è invece la classe G, "Speeding Against The Clock: Endurance Racing Legends", che, come si evince dal nome, incude vetture protagoniste di gare di durata prodotte tra il 1949 e il 1966. 

Un'immagine del Concorso d'Eleganza di Villa d'Este 2018
Un'immagine del Concorso d'Eleganza di Villa d'Este 2018

Per quanto riguarda le moto, invece, la classe A, "Still in Action: Motorcycles More Than 100 Years Old", tra cui spicca il veicolo più agé dell'intera manifestazione, una Holcroft del 1901. Interamente dedicata al 1929 è la Classe B, "Sound and Style: The New Motorcycles of 1929"; la Classe C, "Promenade Percy: Sportsmans' Wear", presenta moto dal carattere sportivo. La D, "50 Years Ago: Trendsetters For Future Success", racchiude modelli entrati in commercio nel 1969, esattamente 50 anni fa.

La Classe E, "Two-Wheeled Guards: To Protect and To Serve", raccoglie moto delle forze dell'ordine. Spazio poi anche per due concept attuali, la MV Agusta 800 Superveloce del 2018 e la Ducati Hypermotard 950 Concept di quest'anno. A Villa d'Este ci sarà anche una mostra speciale, dedicata a moto 50 cc prodotte a cavallo tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta che rappresentavano un sogno per gli adolescenti dell'epoca. A Villa d'Este, inoltre, verrà svelata una concept di BMW Motorrad che anticipa le forme di una nuova custom: a svelarlo, ad Austin, è stato Timo Resch

Tra le novità dell'edizione 2019, anche un trofeo sviluppato dal centro di design BMW di Monaco e prodotto con una tecnologia ecosostenibile: sarà assegnato alla vettura vincitrice del riconoscimento Best in Show. Sabato sera, invece, è in programma un'asta della casa RM Sotheby's. 

Danilo Zucchetti e Ulrich Knieps svelano il trofeo made in BMW
Danilo Zucchetti e Ulrich Knieps svelano il trofeo made in BMW

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento