Norme Antinquinamento auto - emissioni

Controllo emissioni auto, Euro 6d TEMP EVAP ISC: le novità della seconda fase WLTP [video]

-

Cambiamenti nel più severo processo di omologazione delle nuove auto in Europa, da settembre 2019: ecco il significato degli acronimi per vapori e conformità in servizio (che si verifica presso il cliente)

Se vi sembrava banale la classificazione numerica della classe emissioni per le auto europee, potreste ricredervi. Già perché siccome le emissioni “contano” molto e gli step imposti incalzano, la cosa diventa articolata. Troppo semplice passare a Euro 7, dopo i già differenti Euro 6 conosciuti. Qui si parla di Euro 6d TEMP EVAP ISC. Che piaccia o meno, è questo il nome dello standard obbligatorio per i veicoli di nuova immatricolazione dal 1 settembre 2019. Potremo magari poi sintetizzarlo, ma siamo in sostanza alla seconda fase del Worldwide Harmonized Light Vehicles Test Procedure (WLTP) e le principali novità sono comprensibili anche nel video qui riportato, su Automoto.it.

La prima fase del WLTP è entrata in vigore nell’autunno 2018. Questa seconda fase arriva un anno dopo e altre ne seguiranno. Ci si arriva a gradini perché la spinta degli scandali emissioni è stata forte, ma oggettivamente l’elevata complessità delle procedure non avrebbe permesso di arrivarci subito in modo “indolore” per i costruttori e privo di costi per la clientela automobilista. I regolamenti che entreranno in vigore quest’autunno contengono anche dettagli sulla procedura antecedente, garantendo maggiore certezza legale.

VAPORI. L’abbreviazione “EVAP” è comprensibile, poiché rimanda alla verifica dei vapori: evaporative emissions. In sostanza un filtro a carboni connesso al serbatoio carburante deve garantire che i vapori (di benzina o gasolio) non siano rilasciati nell’ambiente. Prima questa evaporazione tipica veniva controllata in una camera a tenuta stagna per 24 ore. In futuro il tempo sarà di 48 ore con valori limite costanti. Le vetture saranno aggiornate con la tecnologia necessaria a rispettare questi requisiti ulteriori.

ISC. Arriva la misurazione delle emissioni nel ciclo di vita della vettura. Già, non solo in sede di omologazione e produzione ma anche dopo anni di utilizzo. La norma prevede che auto di età fino a cinque anni saranno sottoposte a test WLTP, a campione. ISC, ossia In Service Conformity è il monitoraggio sul campo, effettuato su vetture che abbiano percorso un chilometraggio fino a 100.000 km. Alcune Case auto, come Volkswagen, utilizzano un laboratorio mobile di misurazione dei gas di scarico per verificare le emissioni delle auto di Clienti.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento